Sparta Praga – Lazio: le pagelle

Una buona Lazio porta a casa un ottimo risultato, che in ottica qualificazione avvantaggia leggermente la squadra di Pioli. Peccato per le solite amnesie difensive che la Lazio purtroppo ci ha abituato a vedere quest’anno, che hanno consentito allo Sparta di segnare e di essere pericoloso nel primo tempo. La Lazio è anche sfortunata lo dobbiamo dire, la traversa di Candreva grida ancora vendetta. I biancocelesti pèrò sono usciti a pezzi da Praga: Konko, Basta, Radu e Bisevac hanno subito degli infortuni che dovranno essere valutati. La squadra di Pioli è diventata un vero e proprio lazzaretto. Appuntamento per il ritorno giovedì prossimo alle 19 allo Stadio Olimpico di Roma.
Ora vediamo insieme i commenti e le nostre valutazioni sulla nostra Lazio:

Leggi anche:   Stefano De Martino: " La società non si è espressa per interessi personali"

MARCHETTI 6,5: molto bravo su alcuni tiri difficili da bloccare su un campo viscido, una sicurezza.

KONKO 5,5: non proprio la sua migliore partita e dopo quasi 20 partite giocate consecutivamente esce per infortunio ad inizio secondo tempo; Paideia arrivo!

BISEVAC 5,5: nel primo tempo è molto distratto e non pressa abbastanza l’autore del gol dello Sparta,nel secondo tempo meglio; anche lui acciaccato rimane in campo fino alla fine e stringe i denti.

HOEDT 5,5: anche lui nel primo tempo un disastro, mentre nel secondo tempo migliora e propizia il goal del pareggio.

Leggi anche:   Stefano De Martino: " La società non si è espressa per interessi personali"

RADU 6: fa il suo senza strafare; anche lui infortunato rimane in campo zoppicando vistosamente.

BIGLIA 6,5: la mente della Lazio, vero capitano e leader della Lazio; anche oggi uno dei migliori.

PAROLO 6,5: il gol segnato è importantissimo e questo non può che far prendere a lui un voto più che positivo, anche se la prestazione complessiva non è di alto livello.

MILINKOVIC 6,5: il vero lottatore della Lazio; ha solo 21 anni ma gioca come un veterano; sarà il futuro di questa squadra.

CANDREVA 6,5: se segnava nelle sue due occasioni (una con la traversa e un’altra con parata del portiere) veniva giù lo stadio.

Leggi anche:   Stefano De Martino: " La società non si è espressa per interessi personali"

KEITA 7: lasciare questo ragazzo ancora fuori sarebbe un bestemmia; una spina nel fianco per tutta la partita per la difesa ceca.

MATRI 5: prestazione brutta per il giocatore ex Milan; lento e spesso impreciso.

BASTA SV: entra al 45 del secondo tempo per Konko ma dopo appena 20 minuti deve chiedere il cambio per un’altro infortunio.

MAURICIO 6: quando abbiamo visto che Mauricio era prossimo ad entrare tutti i tifosi della Lazio hanno sudato freddo, sopratutto vedendolo come terzino.  Alla fine non fa danni, ed è questo quello che conta.