Saint-Etienne – Lazio: tutte le dichiarazioni del post gara

In questo articolo vi proponiamo tutte le dichiarazioni rilasciate nel post partita di Saint-EtienneLazio. 

Partiamo dai laziali. Questa la conferenza stampa di Stefano Pioli.

Quali sono gli aspetti positivi della gara?

“Gli aspetti positivi sono sicuramente il gioco, la voglia e il non farsi schiacciare da una squadra che ha provato subito ad alzare il ritmo. L’impatto è stato quello giusto, abbiamo avuto le nostre opportunità per chiudere la partita e per far male ai nostri avversari e in alcune dovevamo essere più precisi con l’ultimo passaggio. È chiaro che poi loro abbiano spinto un po’ di più perché non volevano perdere. In occasione del loro gol poi potevamo fare molto meglio”.

In una partita in cui si sono impegnati tutti, un giudizio su Oikonomidis e su Felipe Anderson?

“Credo che Oikonomidis sia partito un po’ emozionato, poi si è fatto trovare pronto chiudendo le situazioni pericolose degli avversari. Si è reso partecipe anche di alcune occasioni importanti per fare gol. È cresciuto, ha lavorato molto, è un ragazzo che ha buone qualità e quindi sono contento per lui che si sia fatto trovare pronto. Per quanto riguarda Felipe deve essere più continuo in alcune situazioni di gara. Ha alternato oggi sprazzi di alta qualità, in alcune azioni è stato anche pericoloso, ma deve capire che in certe zone di campo bisogna lavorare diversamente. È un lavoro di crescita che deve fare e che ancora non è riuscito a completare”.

Potrebbe essere sufficiente questa prestazione?

“Dobbiamo tornare a vincere contro la Samp. Oggi sicuramente c’è stata una buona prestazione. Volevamo vincere anche se non ci siamo riusciti, ma abbiamo chiuso il girone da primi in classifica meritandolo e giocando anche un buon calcio. Aspetteremo il sorteggio cercando dimfarci trovare pronti. Sentiamo il bisogno di vincere, lunedì affronteremo una squadra in difficoltà ma metteremo in campo tutto quello che abbiamo”.

E su Hoedt?

“È un ragazzo giovane con delle buone caratteristiche. Sta crescendo ma deve migliorare su alcuni automatismi, così come tutto il reparto. Abbiamo concesso alcune situazioni solo perché il posizionamento della linea difensiva non era giusto. È cresciuto ma può e deve sicuramente fare meglio”.

Cataldi ha detto che la squadra è con lei. Sente questa stima da parte dei giocatori? 

Conosco i miei giocatori, non ho mai avuto dubbio su questo”.

ARP4356214-111-kx4-U13012517304800ME-620x349@Gazzetta-Web_articoloHa parlato anche Alessandro Matri, autore dell’unico goal della Lazio, ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3. Queste le sue parole: “Abbiamo gestito bene la gara, ho visto un atteggiamento propositivo. Era la cosa più importante visto il momento da cui veniamo. Adesso prepareremo la gara di lunedì con le certezze ritrovate. La gara è servita anche a dare quelle certezze che nei momenti di difficoltà vengono a mancare e per far trovare la condizione a quelli che giocano di meno. La squadra ha perso fiducia e autostima, ma queste partite servono. I club in Europa League? Prima competizioni come queste o la Coppa Italia erano valutate in maniera minore, ora prendono più valore. Tutte le squadre vogliono vincere, sono scese dalle Champions squadre con storie importanti. Noi vogliamo metterci a confronto con loro e andare avanti più possibile, ne abbiamo le qualità. Le due punte? Le proviamo anche in allenamento, la disponibilità e la sintonia c’è. Ci mettiamo a disposizione poi le scelte finali le farà il mister”.

Queste, invece, le parole del debuttante Chris Oikonomidis. L’australiano classe ’95 ha raccontato così l’emozione dell’esordio ai microfoni dei giornalisti presenti in mixed-zone“Continuerò a lavorare al massimo per ripagare la fiducia che mi dà il mister. Ero emozionatissimo, era 20 anni che aspettavo questo momento: giocare nella Lazio per me è stato un sogno. Cerchiamo sempre di dare il massimo in campo. Io cerco sempre di lavorare al meglio in allenamento, la cosa più importante è che la squadra vinca. Il mister? A fine partita mi ha fatto i complimenti e mi ha detto che devo stare sereno. Mi piace giocare a sinistra per poi rientrare a destra. Non ho un ruolo preferito, per me quello che conta è stare in campo e giocare”. Un commento anche sul sorteggio:“Adesso non dobbiamo pensare alle prossime avversarie, certo che mi piacerebbe giocare contro il Manchester United. Ma ora fondamentale è stare uniti”.

Oikonomidis ha parlato anche ai microfoni di Lazio Style Radio: “E’ stata un grandissima emozione stasera, con questa tifoseria e in una partita così bella. Ero contentissimo di scendere in campo. Giocare all’Olimpico? Io aspetto il mio momento, mi alleno sempre al massimo. Il mister mi ha aiutato tanto, da lui sento tanta fiducia. La posizione non era un problema. Cataldi? Danilo è un’ispirazione, io lo guardo, lo scorso anno ha fatto una grande stagione. E’ un ragazzo umile, che lavora sempre bene. Siamo grandi amici e spero di imitare il suo cammino”.

Inoltre per la Lazio ha parlato anche Abdoulay Konko. Il terzino francese, capitano nella partita di ieri sera, ha rilasciato le seguenti dichiarazioni a Lazio Style Radio: “Giocare in Francia e da capitano è stata una grande emozione. Questa partita è stata affrontata con l’atteggiamento e la voglia giusta. Il punteggio non contava molto. Volevamo un risultato positivo, l’atteggiamento è stato giusto, non abbiamo mollato mai. In campionato cercheremo di mettere l’attenzione e la cattiveria viste oggi. La gara di lunedì? La Sampdoria sta in una posizione simile alla nostra, ha perso tante partite di seguito. Noi dobbiamo pensare alla nostra partita, iniziare la gara con la cattiveria vista oggi, così ce la faremo. Il sorteggio? Siamo la Lazio, siamo pronti ad affrontare chiunque”.

Anche Danilo Cataldi è intervenuto in zona mista al termine del match. Queste le sue parole: “La cosa importante sono i risultati collettivi, non la prestazione personale. Lunedì sarà una partita fondamentale, ci faremo trovare, sarà importante trovare la vittoria. Stiamo tutti con Pioli, siamo un bel gruppo. Purtroppo i risultati non ci sorridono. Abbiamo mandato un buon segnale oggi, abbiamo dimostrato di essere una squadra unita e lo vogliamo dimostrare anche lunedì contro la Sampdoria”.

Il centrocampista romano si è poi fermato anche ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3, dichiarando questo: “Abbiamo fatto una buona partita, alla fine il pareggio è giusto. Abbiamo avuto qualche occasione noi, così come loro. Ce ne andiamo da qui con un buon pareggio, ci rituffiamo nel campionato consapevoli che lunedì bisogna fare bene. Andremo in campo per vincere. Oggi è stata un’iniezione di fiducia. In Europa abbiamo fatto delle ottime prestazioni, abbiamo passato un girone non facile. E’ un buon trampolino di lancio per il prosieguo del campionato. Il prossimo turno? Ora inizia un altro cammino, le squadre scese dalla Champions saranno agguerrite e vorranno vincere la competizione. Ce la possiamo giocare con tutti, la storia e la mentalità di questa squadra lo testimonia. Ci faremo trovare pronti. Io sto bene, stiamo bene tutti come gruppo. Lunedì metteremo in campo una grande prestazione”.

Queste, invece, le dichiarazioni del tecnico del Saint-Etienne Christophe Galtier: “La Lazio ha cambiato stile rispetto all’andata proprio nell’organizzazione di gioco – spiega -, proprio perché avevano due attaccanti lì davanti. Ho avuto modo anche di parlare con Pioli, una persona che ho apprezzato conoscere e un tecnico che ha molto fair-play”.