Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Cana torna sul suo addio alla Lazio: ” il club aveva già organizzato la squadra contando sulla mia partenza”

Cana torna a parlare del suo passato e dei motivi che lo hanno spinto a lasciare la Lazio per approdare in Ligue 1, al Nantes. I progetti iniziali del capitano albanese erano quelli di ritornare al Marsiglia, dove era già stato dal 2005 al 2009 e dove avrebbe trovato società e tifosi pronti a riabbracciarlo.

E’ stato proprio il giocatore, intervistato ai microfoni de “La Provence” a dichiarare che l’unico ostacolo per il suo ritorno al Marsiglia è stato l’ex allenatore della sua vecchia squadra, Marcelo Bielsa, dimessosi poi ad inizio Agosto dopo la prima giornata di campionato. Ma il suo trasferimento era nell’aria e come possiamo leggere dalle sue parole a Roma non rientrava più nei progetti di tecnico e società.

“Avevo avvertito già la dirigenza biancoceleste del mio progetto di tornare all’OM che poi però non si è concretizzato. A Roma non sono potuto rimanere perché il club aveva già organizzato la squadra contando sulla mia partenza”.  Sono quindi da ricercarsi tra queste parole i motivi che hanno spinto “Il guerriero” a lasciare la Capitale quasi in punta di piedi, dopo più di 100 presenze tra campionato, coppa ed Europa League e a firmare il contratto che lo legherà per i prossimi due anni al Nantes, ex squadra di Djordjevic, che ne ha parlato molto bene al vecchio compagno in biancoceleste.