Connect with us

News

Dr. Jekyll e Mr. Hyde in salsa biancoceleste: le pagelle di Lecce Lazio

Published

on

La stagione della Lazio riparte con una brutta sconfitta al via del mare contro il Lecce. Una sconfitta che arriva con una modalità che noi laziali conosciamo bene, ovvero quella delle due facce.

Nel primo tempo Lazio che domina, sbloccando la partita con Immobile e sprecando almeno altre due occasioni nitide per raddoppiare. Nel secondo tempo rientra una squadra letteralmente diversa, che si fa prima raggiungere sul pari con Strefezza e poi superata dal gol di Colombo. Inspiegabile come questa squadra possa cambiare tra un tempo e l’altro, passando da una squadra che ha la partita in mano ad una che viene surclassata.

Qualche valutazione dovremmo farla anche su qualche singolo, per esempio Basic che in 1 anno e mezzo non ha fatto vedere niente, Cancellieri che non può essere la prima alternativa ad Immobile.

Domenica dovremmo subito riscattarci e vincere contro l’Empoli allo stadio Olimpico:

Vediamo insieme i voti dei giocatori laziali:

PROVEDEL 6: non sembra il portiere infallibile della prima parte del campionato anche se stasera sui due gol non ha colpe.

MARUSIC 5: chiediamo da 2 anni un terzino sinistro di ruolo proprio perché il montenegrino il sinistro lo uso forse per camminare. Per non parliamo delle sue solite amnesie difensive.

ROMAGNOLI 5,5: nel primo tempo molto bene, nel secondo tempo cala come tutta la squadra commettendo l’errore di perdersi Colombo che segna il gol del 2 a 1.

CASALE 6: lui non commette errori evidenti ed è forse l’unico che si merita la sufficienza in difesa.

LAZZARI 5,5: primo tempo molto bene anche per lui, ma anche lui come gli altri scompare nel secondo tempo uscendo mentalmente dalla partita.

CATALDI 5: se non era in condizione di giocare non capisco perché farlo giocare. Nel primo tempo sbaglia tanto e anche fisicamente appare indietro. Nel secondo tempo anche lui scompare come l’intera squadra.

MILINKOVIC 5,5: con Vecino è stato l’unico a partecipare al mondiale. Infatti lo abbiamo notato: macchinoso, lento e scarico mentalmente. Esce nel secondo tempo dopo una partita non memorabile.

BASIC 4,5: un giocatore che, da quando è stato acquistato 1 anno e mezzo fa, non ha fatto vedere niente. Un giocatore che ogni volta che scende in campo non propone niente, sbaglia quasi tutto e quando non perde palla la scarica sempre all’indietro. Non è da Lazio.

Leggi anche:   Stefan Radu: il comunicato ufficiale sulla lesione

ZACCAGNI 5: nel primo tempo si mangia un gol stoppando male un pallone semplice e concludendo con un tiraccio che viene intercettato dalla difesa leccese. Nel secondo tempo anche lui scompare.

PEDRO 5,5: frizzante nel primo tempo anche se non incide tantissimo, anche lui scompare nel secondo tempo scompare.

IMMOBILE 6: ritorna al gol nel primo tempo con un bel movimento in profondità sul filo del fuori gioco. Nel secondo tempo non ha nessuna occasione e cala vistosamente.

VECINO 4,5: ma è tornato dal mondiale? Perché quella che entra nel secondo tempo è un parente di Vecino.

ANDERSON 4,5: entra ma lo capiamo solo per le tante imprecazioni che gli rivolgono i tifosi laziali. Un fantasma.

CANCELLIERI 4,5: non è da Lazio.

MARCOS ANTONIO 5: prova a smistare palloni ma ne sbaglia 8 su 10.

ROMERO SV

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement