fbpx

Comunicato Curva Nord: “Accuse infamanti da parte di Lotito, gli voltiamo le spalle per sempre. Non seguiremo il derby all’Olimpico”

Le ultime durissime parole di Claudio Lotito nei confronti della Curva Nord, fulcro del tifo laziale, non sono piaciute ai tifosi e ai rappresentati della curva, che attraverso il portale ‘L’Ultima Ribattuta’, ha voluto esprimere il proprio disprezzo e distacco nei confronti del presidente della Lazio con il seguente comunicato:

La Curva Nord non può rimanere in silenzio e non rispondere alle ultime uscite del presidente Lotito che, ospite all’Università Europea di Roma, ha oltraggiato per l’ennesima volta la nostra gloriosa curva. Una curva dove hanno sempre regnato amicizia, valori, fratellanza e spirito ultras. Nascondendosi dietro a presunti riscontri del Comitato Provinciale della Sicurezza, ha parlato di prostituzione e di droga all’interno della Nord. Non possiamo accettare che un simile personaggio faccia questo tipo di accuse infamanti nei confronti nostri e, tra le altre cose, di tutte le donne che frequentano la curva. Lo sfruttamento della prostituzione è un reato deplorevole e abominevole, lontano anni luce da quelli che sono i nostri principi e il nostro credo. Nessuno potrà mai sostenere una simile teoria senza trovare la nostra più ferma opposizione e ribellione. E questo vale anche per le accuse di spaccio in Nord. Il signor Lotito, con le sue parole, pronunciate poi in un contesto di ragazzi, ha superato il limite. Un modo subdolo e falso per attaccare la nostra curva. Per questo e per tanti altri motivi, caro presidente, il tifoso laziale ti ha voltato le spalle per sempre. E sempre per questo motivo, per dimostrare a tutti quanto il popolo biancoceleste sia unito, abbiamo deciso di seguire il derby insieme, lontano dallo stadio. Questa curva non si divide. A breve verranno comunicati luogo e orario di ritrovo”.

Yuri Alviti, intervenuto ai microfoni di Radio Incontro Olympia, ha parlato più approfonditamente della situazione delle barriere in Curva Nord, confermando il ritorno dei tifosi se le barriere saranno tolte:

Se le barriere dovessero esser tolte, al momento l’idea è quella di rientrare in Curva Nord. Ascolteremo anche la voce del popolo laziale, al quale chiediamo di starci accanto. Decideremo cosa fare confrontandoci tutti insieme”.