Connect with us

News

L’ex Biava: “Derby? emozione indimenticabile. Indossare quella maglia ti fa sentire invincibile.”

Published

on

Oggi ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuto, in vista del derby capitolino che si giocherà il 3 aprile, l’ex difensore biancoceleste Giuseppe Biava:

“Il derby? Ho vissuto anche quello siciliano. Ma a Roma lo si sente, si capisce: c’è tensione, la paura di perdere e l’attesa della gara di ritorno per riscattarsi. Ricordo quando scendevo in campo lo facevi con tensione, a volte questo ti bloccava. Ne perdemmo alcuni di fila, ma poi ne vincemmo altri. Compreso quello più importante: sei consapevole di aver fatto qualcosa straordinaria, hai regalato qualcosa di grande ai tifosi”. Come sta Beppe Biava? ” Sto bene! Sono vecchio ormai, ma non ingrasso! Mi riposo, dopo tanti anni di lavoro faccio il papà a tempo pieno. È stato inaspettato smettere così improvvisamente, quindi quest’anno l’ho preso per riflettere. Vorrei allenare, partire dai bambini: devo iniziare per capire se sono portato, ho già fatto il corso”. Due anni lontano da Roma: “Mi manca, ci stavamo pensando con la famiglia, anche se quest’anno il weekend è impegnato per la comunione di mia figlia. Ma quest’estate vorrei tornare, ho molti amici che vorrei incontrare. Il mio arrivo nella Capitale? se mi trovo bene non vorrei mai cambiare, ero perplesso prima di andare alla Lazio. Ma poi ho deciso di partire, e non me ne sono pentito: quando metti quella maglia ti senti invincibile. Dietro hai un popolo che spinge e sai che devi dare il massimo”.

Dunque il classe ’77 ricorda le emozioni provate durante i suoi anni alla Lazio, che sono stati ben 4, dal 2010 al 2014, dopo due anni al Genoa.

Il 1º febbraio 2010 firmò un contratto biennale con la Lazio.  Chiuse la prima stagione con la maglia biancoceleste con 13 partite giocate in campionato ed una in Coppa Italia.

Nella stagione 2010-2011 diventò titolare fisso della squadra. Segnò il primo gol con la Lazio il 3 dicembre 2010 nella gara vinta per 3-1 contro l’Inter, dopo una carambola davanti alla porta. Alla fine del campionato le reti furono tre in 35 incontri.

Il 23 marzo 2012 rinnovò il contratto fino al 30 giugno 2013, chiudendo la stagione con 31 presenze complessive, 26 in campionato (con una rete nel 3-0 sul Novara) e 5 in Europa League. Nella stagione 2012-2013 giocò 31 incontri in campionato, 8 in Europa League e 4 in Coppa Italia, scendendo in campo anche il 26 maggio 2013, in occasione della finale vinta per 1-0 contro la Roma. Tre giorni dopo rinnovò ulteriormente il contratto con la Lazio fino al 30 giugno 2014.

Il 18 agosto 2013 perse la Supercoppa italiana 2013 contro la Juventus per 0-4. Il 26 maggio 2014, dopo quattro anni e mezzo passati con la maglia biancoceleste con cui totalizzò 148 presenze totali, annuncia l’addio alla squadra data la scandenza del contratto.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement