Cataldi in Nazionale maggiore? Conte ci pensa seriamente

Tra i protagonisti in positivo di questa stagione altalenante della Lazio c’è sicuramente Danilo Cataldi, che con le sue buone prestazioni a centrocampo si è guadagnato la stima non solo dei tifosi laziali, ma anche di molti addetti ai lavori nel mondo del calcio. La stagione di Danilo è stata fin qui ricca di soddisfazioni, dopo il primo goal in Serie A contro il Chievo, le ottime prestazioni in maglia Under 21 (tra cui la rete del pareggio contro la Serbia) è arrivata anche la gratificazione del prolungamento del contratto con la Lazio per altri quattro anni fino al 2020. Un accordo che non è mai stato in discussione visto il grande amore di Danilo per i colori biancocelesti, colori che ama fin da ragazzino.

Leggi anche:   Roma-Lazio, Radu: " Punto guadagnato, abbiamo giocato male"

Non solo questo, però, per il giovane centrocampista romano, come riportato durante la consueta stampa di RadioSei, infatti, la stagione di Danilo potrebbe prendere una svolta inaspettata e arricchirsi di un’altro grande riconoscimento. Le buone prestazioni delle ultime settimane potrebbero anche valere per il numero 32 la chiamata di Antonio Conte e quindi la convocazione in Nazionale maggiore. Il CT dell’Italia lo sta osservando da parecchio tempo e se il giovane biancoceleste troverà la continuità giusta riuscirà probabilmente a strappare anche una chiamata. La convocazione per l’Europeo è forse un sogno troppo grande per il ragazzo, ma la prima convocazione, invece, potrebbe lecitamente arrivare e sarebbe il giusto riconoscimento per il ragazzo di Ottavia. Questa convocazione rappresenterebbe la ciliegina sulla torta di un periodo in cui Cataldi sta dimostrando veramente di che pasta è fatto, nel quale sta giocando davvero bene. Dopo aver indossato tutte le maglie delle giovanili della Nazionale, ora quindi sembra arrivato il momento di indossare anche quella della Nazionale maggiore e Danilo se la meriterebbe tutta.

Leggi anche:   Fonseca allenatore della Roma :"Meritavamo di vincere"