Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Var e presidenti c’è chi si fa sentire e chi rimane in silenzio

Il Var, c’è chi protesta e chi no. Che fine ha fatto il presidente?

Il mancato rigore su Milinkovic-Savic contro il Milan, rigori concessi contro la Lazio nel corso della stagione in interventi non fallosi ( contro il Napoli), gol segnati di mano ( Cutrone ), espulsioni inesistenti date con la Var ( Immobile contro il Torino) e molti altri eventi che hanno penalizzato i biancocelesti sono oramai negli occhi di tutti i tifosi laziali ed opinionisti.

C’è chi protesta per dei rigori non dati davanti i microfoni o con comunicati, presidenti che alzano la voce smuovendo anche l’ambiente degli arbitri con tanto di scuse pubbliche ( Vedi Juventus-Milan).

Ma chi difende la Lazio?. Negli ultimi giorni ed in questa stagione solamente Igli Tare a provato ad aprire il discorso con un intervento al termine di Milan-Lazio.

Qualche volta anche Arturo Diaconale ma nulla di più. Il tifoso biancoceleste si sta domandando che fine abbia fatto Claudio Lotito?

Il presidente biancoceleste ha provato a seguire la Lazio nelle ultime trasferte cosa che non accadeva da tempo. Ma allo stesso tempo è sparito dai radar lasciando un vuoto che qualcuno vorrebbe colmato. Nessuna dichiarazione, nessun intervento in difesa della sua società biancoceleste.

Non vogliamo insegnare il mestiere a nessuno e non vogliamo prenderne parte a farlo ma se succede qualcosa a discapito di una nostra proprietà, sfidiamo chiunque a tener chiusa la bocca mentre si ricevono torti e mentre qualcosa va male a livello di prestazione.

Nessun comunicato è arrivato, nessuna notizia verso i tifosi che dovrebbero essere il motore ed il punto cardine nel finanziamento della società ( se proprio vogliamo parlare di soldi e non di sentimenti). Tutto tace, la Lazio naviga nell’anonimato tra alti e bassi con la speranza di arrivare ad un piazzamento europeo per ambire a qualcosa in più.