fbpx

Ronaldo alla Lazio! Sì, ma quello sbagliato…

image
Accostare il cognome Ronaldo con la Lazio fa subito drizzare le antenne a tutti gli operatori di mercato e soprattutto ai tifosi. Anche in passato, un altro Ronaldo, Il Fenomeno, sembrava vicino a vestire la casacca biancoceleste, dopo aver fatto caterve di goals al Barcellona, ma poi firmò per l’Inter e fece anche male ai biancocelesti nella Finale di Coppa Uefa 1998 al Saint Denis di Parigi.

Effettivamente oggi un Ronaldo è veramente in arrivo alla Lazio. Peccato però che non si tratti di Cristiano, maestoso attaccante del Real Madrid, ma di Ronaldo Pompeu da Silva, centrocampista ex Empoli nato in Brasile a Caxambu do Sul l’8 Aprile 1990.

Considerato un buon prospetto per il futuro, l’Empoli ad inizio anni aveva puntato su di lui, ma l’esplosione di Paredes, Büchel e Zielinski ha tolto spazio al brasiliano. Ronaldo ha quindi da poco rescisso il contratto con la società toscana e proprio quando sembrava essere ad un passo dal vestire la maglia dell’Ascoli, ecco che il Presidente della Lazio Lotito ha anticipato tutti e farà firmare a Ronaldo un contratto fino al 2019. Ma non è finita qui. Il giocatore brasiliano non rimarrà alla corte di Pioli, ma verrà girato in prestito (ovviamente gratuito) all’altra squadra si Lotito, la Salernitana.

Lotito ha nuovamente usato la Lazio per altri fini, l’ha usata nuovamente come mezzo per arrivare ad altri fini come troppe volte è successo negli ultimi 11 anni e mezzo.