Connect with us

Storia S.S. Lazio

Personaggi storici SS Lazio: il “Duca” Luca Marchegiani

Published

on

Nel giorno del suo 50° compleanno vogliamo parlarvi di un portiere che tanto bene ha fatto con la maglia della Lazio vincendo moltissimi titoli e difendendo la porta biancoceleste per ben 10 stagioni. Stiamo parlando di Luca Marchegiani uno dei portieri più forti della storia laziale.

Luca Marchegiani nasce ad Ancona il 22 febbraio 1966. Inizia la sua carriera nello giovanili dello Jesi, squadra all’epoca in Serie C, con la quale esordisce in campionato nel 1986. Dopo tre stagioni con la squadra marchigiana, di cui una in prestito all’Aurora Latini, passa nel 1987 al Brescia in Serie B. Qui gioca per una stagione, per poi passare al Torino. Nella squadra granata dimostra tutto il suo valore, tanto che si guadagna la chiamata in Nazionale per la USA Cup del 1992. Rimane quindi in maglia granata dal 1988 al 1993 vincendo anche una Coppa Italia e perdendo la finale di Coppa UEFA contro l’Ajax.

Nell’estate del 1993 poi la storia di Marchegiani incontra quella della Lazio. Dopo un anno di corteggiamento, infatti, Sergio Cragnotti lo acquista per 13 miliardi di lire e Luca diventa il portiere titolare del club biancoceleste. Diventa subito un idolo dei tifosi grazie al rigore parato al romanista Giannini durante il derby nella stagione 1993/94, vinto dalla Lazio con gol di Signori. Nel 1994 inoltre gioca anche tre partite ai mondiali USA. A Roma si toglie diverse soddisfazioni: vince infatti con la Lazio due Coppe Italia, lo Scudetto, due Supercoppe Italiana, la Coppa delle Coppe e la Supercoppa Europea, diventando uno dei migliori portieri italiani. Inoltre gioca anche la sua seconda finale di Coppa Uefa, che purtroppo perde ancora a discapito dell’Inter. Gioca anche diverse partite come capitano, complice l’infortunio di Nesta, alzando al cielo anche la Supercoppa Italiana del 1998.

LAZIO - HELSINKY AMICHEVOLE AL CENTRO SPORTIVO DI FORMELLO LUCA MARCHEGIANI
Resta alla Lazio fino al 2003, anche se le ultime tre stagioni le passa molto spesso in panchina, facendo da secondo ad Angelo Peruzzi, acquistato nel 2000. Colleziona in totale 339 presenze alla Lazio, dove passa dieci anni della sua carriera. Carriera che chiuderà al Chievo Verona, dove giocherà fino al 2005, anno del suo ritiro. Vive tutt’ora a Roma ed è rimasto legatissimo ai colori biancocelesti.

In Nazionale, nonostante abbia giocato i mondiali del 1994, ha collezionato solo 9 presenze totali in un periodo che va dal 1992 al 1996. Attualmente fa l’opinionista per Sky Sport.

Alto 1 metro e 81, per 76 kg di peso,Marchegiani è stato un portiere essenziale, calmo, con un eccezionale senso del piazzamento, ottimo in uscita e quasi privo di punti deboli. Tanto che la sua continuità gli ha permesso di fare bene figurare in ogni squadra in cui ha giocato. Ha tutt’ora un carattere tranquillo, posato e moderato in ogni occasione, istruito e buon parlatore. Si è sempre comportato correttamente e sportivamente in campo e fuori. Proprio per il suo modo di essere e di proporsi è stato soprannominato “il Duca”.

Con questo articolo noi di Since abbiamo voluto ricordare la sua storia e gli abbiamo reso omaggio nel giorno del suo cinquantesimo compleanno, ricordando a tutti voi quanto sia stata fondamentale la sua presenza tra i pali della porta biancoceleste. Tutti i tifosi laziali ricordano ancora con grande affetto Marchegiani e sono stati orgogliosi di averlo visto giocare con l’aquila sul petto.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement