L’ex difensore Biava sull’Europa League: “Lo Sparta Praga cercherà di segnare, la Lazio deve scendere in campo senza paura”.

125 presenze con la maglia della Lazio e 7 reti segnate, l’ex difensore biancoceleste Giuseppe Biava è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio 89.3 FM. L’intervento è partito con un’attenta analisi della performance di domenica contro l’Atalanta:

La vittoria contro l’Atalanta ha dato fiducia alla squadra. La Lazio è scesa in campo con un gioco concreto, nel primo tempo ha faticato ad ingranare ed è stata un pò deludente, ma dopo l’ingresso di Keita, Biglia e Parolo la partita ha cambiato andamento e si è vista tutta un’altra Lazio. L’ingresso di Keita è stato decisivo, il suo tocco per Mauri ha portato al gol del vantaggio grazie alla rete di Klose. Keita, nonostante la giovane età, è un giocatore dalle qualità incredibili, riesce a trasformare le gare, il ragazzo è veloce, salta l’uomo e crea occasioni. È un ragazzo di prospettiva e se continua così diventerà un grande campione. Klose e Mauri sono dei professionisti, tra di loro vi è un’ intesa perfetta e lo si è visto anche ieri in campo. L’Atalanta nel girone di andata era una squadra in salute, ora è entrata in un momento di difficoltà e in queste 14 partite ha raccolto solo 6 punti. Forse hanno inciso le vicende del mercato, i 3 giocatori venduti hanno rotto l’equilibrio nello spogliatoio e ora per Reja diventa fondamentale vincere la prossima sfida contro il Bologna”.

Ha speso, poi, qualche parola sull’Europa League: “Giovedì torna l’Europa League e la gara sarà molto delicata per la squadra di Pioli. La Lazio nella gara di andata ha dimostrato di essere superiore allo Sparta Praga, nella partita di ritorno mancheranno alcuni giocatori e questo può pesare, nella rosa della Lazio, però, ci sono validi atleti che possono colmare le assenze. Lo Sparta Praga cercherà di segnare, la Lazio deve scendere in campo senza paura, con aggressività e con la convinzione di poter passare il turno”.

Leggi anche:   Il responsabile Medico della Lazio: " Non chiudono le fabbriche se 1 è positivo e chiudono il calcio nello stesso caso?"