Connect with us

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Sampdoria: la conferenza stampa di Maurizio Sarri : ” Sensazione di crescita sotto tutti i livelli “

Published

on

Al termine di Lazio-Sampdoria, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa

“Romero per l’età che ha lascia intravedere un potenziale importante, ha una mentalità che mi lascia ben sperare. Non ho bisogno degli scampoli di partita per giudicarlo, lo vedo tutti i giorni in allenamento. Sono felice per Luis Alberto, che ha realizzato un gol di rara bellezza.

La partita di questa sera è stata simile a quella contro lo Spezia, concedendo poco: a differenza di sabato scorso, non abbiamo commesso gravi errori. La squadra ha giocato con qualità, facendo una partita seria. Pedro? Avrò un controllo lunedì, speriamo di riaverlo in gruppo. Spero di averlo a disposizione, vedremo lunedì.

La sensazione è che la squadra stia crescendo sotto tutti i livelli. Ringrazio il pubblico, trascinando i tifosi ed avere un Olimpico così pieno ogni partita sarebbe un vantaggio importante. Le partite europee non sono una difficoltà per noi, chi gioca il giovedì perde più spesso la domenica, nonostante si parli di squadre di livello. Servirebbe quindi andare in Champions e giocare di martedì (ride, ndr).

Lazzari sta crescendo tantissimo, è in un percorso positivo per quanto riguarda la tattica di reparto ed inviduale. Inoltre, in questo percorso non sta perdendo le proprie qualità offensive”.

Leggi anche:   Tre punti che profumano d'europa: le pagelle di Lazio Sampdoria
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Genoa-Lazio: la conferenza stampa di Maurizio Sarri

Published

on

Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa al termine di Genoa-Lazio.

La squadra sta diventando feroce davanti?

“Sono contento soprattutto per l’atteggiamento perché questa partita poteva essere considerata facile da vincere, ma quello che aveva fatto il Genoa ultimamente la rendeva difficilissima. Siamo stati bravi nell’impatto, abbiamo accettato che facessero la partita sporca e siamo stati lucidi in fase di possesso”

Questa è la Lazio che Sarri ha ottenuto lavorando sul campo? Immobile?

“Per quanto riguarda la squadra penso e spero che ci siano ancora dei margini di crescita. Immobile ha dei numeri talmente impressionanti che non fa notizia quando non segna, ma quando non segna. L’ho sempre detto che era una polemica artefatta su Immobile, senza senso. Il ragazzo risponde come sta facendo da anni, più bella risposta credo non ci sia”.

Non pensa che l’Italia si sia presa un lusso nel non cercare uno schema che potesse favorire Immobile?

“Della Nazionale non voglio pensare niente. Ci sono delle persone che ci pensano e sanno cosa fare. Tra l’altro non seguo molto il calcio della Nazionali”.

Ci sono giocatori in scadenza che possono rimanere?

“Abbiamo cominciato a parlarne, sicuramente se non hanno firmato per altre squadre la società farà una proposta”.

Lei ha parlato di ulteriori margini di crescita, fin dove possono portare?

“Andiamo a vedere di trovare questi margini, il primo è quello della continuità. In questi mesi la squadra sta sbagliando meno partite rispetto all’inizio, però qualche blackout c’è stato. Se pensi alle tre partite toppate e non giocate o quelli in cui abbiamo preso gol allo scadere hanno tolto tanti punti. Pensiamo a raggiungere il massimo, poi vediamo quello che fanno gli altri”.

La corsa europea come la considera? La chiacchierata con la società?

“La volata mi piacerebbe fosse più lineare. A due squadre è stata rinviata una partita a inizio gennaio e siamo a metà aprile e non si è giocata. Se non è possibile recuperare una partita in quattro mesi il calendario è infattibile, oppure non si è voluta recuperare. La classifica è ancora troppo aletoria. La prima chiacchierata con la società è stata introduttiva”.

Fonte: lalaziosiamonoi

Leggi anche:   Spezia-Lazio si deve rigiocare! Il comunicato del Codacons
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Sassuolo | Conferenza stampa Sarri: ” Voglio una squadra Cazzuta! “

Published

on

Alla vigilia di Lazio-Sassuolo, Maurizio Sarri è intervenuto in conferenza stampa.

Il dopo Roma-Lazio e Nazionale

“I ragazzi sono rientrati principalmente ieri dalla nazionale. Con noi hanno svolto solo un allenamento. Il derby ci ha lasciato dietro qualche scoria, speriamo di trasformarle in risvolti positivi, affrontiamo il Sassuolo che è tra le migliori d’Italia. Io mi aspetto un finale di stagione d’alto livello da parte di tutti, non solo a livello tecnico ma anche caratteriale. Da queste partite voglio una risposta importante. 

Claudio Lotito e la rabbia contro i giocatori

“Lotito l’ho visto ieri e volevamo parlare con i giocatori, prima ho parlato io poi il presidente. Nel derby abbiamo fatto una partita inspiegabile, non tanto per il risultato quanto per l’atteggiamento. Io sono molto arrabbiato con i giocatori per questo tipo di carattere, e sono frustrato anche con me stesso perché il giorno prima credevo di aver visto la giusta carica, ma forse mi sono sbagliato. Il futuro per me si chiama Sassuolo. Adesso voglio una squadra grintosa, cazzuta e vogliosa di finire la stagione nel migliore dei modi. “

Voglio giocatori professionisti

Io spero di avere a disposizione dei professionisti di alto livello, e i professionisti non pensano che possano esistere partite inutili. Bisogna giocare sempre al massimo senza pensare ad altro. 

Ciro Immobile

Ho parlato con Immobile, gli ho detto che lui è il capo espiatorio di questa situazione. Non è lui il colpevole, pensasse alla Lazio perché se io fossi in lui saprei benissimo cosa fare. Sono fiducioso su di lui perché quando rientra qui a Formello ha sempre la testa indirizzata nel migliore dei modi. 

Problema di Atteggiamento

“L’aspetto tattico per quanto riguarda il derby non c’entra nulla. Il motivo è difficile da scovare, se uno di noi fosse stato capace di capirlo subito avremmo curato questo problema. Ultimamente non si stava più presentando questo problema di atteggiamento, purtroppo ci è capitato nella domenica peggiore. La causa non è solo una, ma piano piano è un qualcosa su cui dovremo andare oltre. 

Le nazionali

Le nazionali oggi non rappresentano più un movimento, visto che ormai ogni squadra dei club è piena di stranieri. In questa settimana ho sentito troppe cavolate sui problemi del calcio italiano. Ad oggi il calcio italiano è 30-40 anni indietro. Non si parla mai di strutture, quando io parlo dei campi da gioco vengo preso per matto e poi i risultati sono questi. Guardiamo dove mandiamo a giocare i nostri calciatori. 

Leggi anche:   Lazio-Sampdoria | Giampaolo: " Sarri tra i migliori di Italia, il pallone rotola e non sa dove va a finire..."

Basic

Basic non credo si sia involuto, però ci aspettavamo una crescita più veloce rispetto a quello che sta accadendo. Parliamo di un ragazzo che sarà il pilastro della Lazio del futuro, poi se dovesse servire un mese o poco più non importa. Marusic ieri ha svolto tutto l’allenamento, spesso fa dei controlli per un vecchio problema ma non credo possa complicargli la situazione. Lazzari sta crescendo, ha avuto settimane complicate ma ora sta bene. 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio-Porto: la conferenza stampa di Luis Alberto ” Penso solo a domani “

Published

on

Alla vigilia di Lazio-Porto, Luis Alberto è intervenuto nella conferenza stampa rispondendo alle domande dei giornalisti presenti.

“Sono cresciuto tanto a livello fisico e a livello difensivo che era ciò che il mister mi chiedeva. A livello di qualità sto tornando e penso che posso fare ancora di più. Vorerei segnare di più per il bene della squadra, ma sto bene e voglio migliorarmi continuamente. 

Lo spogliatoio sta bene, i risultati stanno aiutando. Remiamo nella stessa direzione e domani vogliamo fare una bella gara per poi pensare al Napoli. Contro il Porto è una sfida difficile, sono una squadra che pressa bene che palleggia con fiducia e sarà dura. Dobbiamo trovare spazio, magari con Ciro che potrà imbucarsi per segnare. 

Nel 2018 giocavo come seconda punta poi ormai non gioco più in quel ruolo. Adesso è più difficile segnare, so che mi manca ma non è tutto. Spero domani di riuscire a segnare. A me piace giocare tutte le competizioni, l’Europa League è bellissima. Noi abbiamo dimostrato che se siamo sul pezzo e giochiamo come sappiamo possiamo battere tante squadre e potremmo risultare una squadra scomoda. 

Abbiamo sempre avuto giocatori di qualità, magari con un modulo diverso. Zaccagni è tra i più forti in questa squadra. Pedro invece è di un altro pianeta, è bellissimo giocare con lui. Per me la squadra più difficile da affrontare è il Porto, non penso ad altre squadre, ma solo a domani”. 

Leggi anche:   Il Corriere elogia la Roma insultando la morte di Paparelli
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design