Lazio Primavera, un tris al Frosinone per il poker

A Supino (FR) si è giocato oggi pomeriggio il match di campionato tra il Frosinone e la Lazio. Inzaghi deve fare a meno di Matosevic, febbricitante e sostituito da Borrelli, e mischia le carte in difesa, con Dovidio che parte dal primo minuto al centro della difesa e Manoni a destra.

Primi minuti di studio, con tentativi che non impensieriscono molto i due portieri, ma al 20′ si sblocca la partita: Faiella controlla male una palla aerea, ne approfitta Alessandro Rossi che colpisce e buca la porta ciociara. Il Frosinone rimane imbambolato, perde lo stesso Faiella e accusa il colpo. Al 39′ infatti arriva il raddoppio laziale, nato da una palla controllata ingenuamente da Gargiulo il quale innesca il contropiede biancoceleste con Ennali e Rossi, il resto ci pensa Simone Palombi che deve solo segnare con un bel colpo a giro. In finale di tempo Murgia si divora il 3-0, inserimento importante con tiro preciso, palla sull’esterno della rete.

Il secondo tempo vede solo la Lazio che si limita a gestire la partita e mantenerla su binari tranquilli, il Frosinone dal canto suo cerca di limitare i danni, a costo di prendere cartellini gialli, a fine partita il solito e subentrato Calì chiude definitivamente i conti grazie all’assist di Palombi.

Quarta vittoria consecutiva per la banda di Simone Inzaghi, e la descrizione del match arriva dal suo vice Massimiliano Farris su Lazio Style Channel: “Stiamo acquisendo sempre più consapevolezza nei nostri mezzi,questa era una partita fondamentale per risalire in classifica. Abbiamo dimostrato che possiamo vincere contro chiunque. Ci mancavano diversi elementi ma i ragazzi corrono, stano bene fisicamente e hanno lo spirito giusto. Siamo sulla buona strada. Siamo stati bravissimi a trasformare la rabbia per l’eliminazione in Coppa Italia in determinazione. Risorse in panchina? Stanno emergendo buone alternative. Ci mancavano Quaglia e Borecki che sono due punti fermi. Dovidio ha fatto molto bene anche se non stava in condizioni buone. Matosevic ha avuto un attacco febbrile e Borrelli ha fatto molto bene il suo compito. Oggi era una gara fondamentale anche per accorciare sull’Empoli. La squadra ha acquistato maturità e sicurezza, chi ha giocato e chi è subentrato ha fatto molto bene”.

Parole di soddisfazione arrivano anche dal capitano Simone Mattia: “La vittoria di oggi ha un significato importante. Vuol dire che stiamo tornando, ci voleva. L’anno scorso sono rientrato in questo campo dopo l’infortunio, una settimana prima della Supercoppa. Da lì sono iniziate tutte le nostre vittorie. È un campo fortunato. Non meritavamo di uscire dalla Coppa Italia e questa vittoria è importante perché ci dà una maggiore consapevolezza dei nostri mezzi”