Connect with us

Primavera

Lazio primavera travolta in casa dall’ Ascoli: finisce 0-5!

Published

on

La Lazio di Inzaghi non vince la settima partita consecutiva perdendo male anzi malissimo. Allo stadio ‘Fersini’ l’Ascoli si impone con un roboante 5-0. All’intervallo la formazione ascolana allenata da Di Mascio è già avanti di tre reti, al triplice fischio addirittura di cinque. Un passivo pesantissimo che nessuno alla vigilia si aspettava.

LA CRONACA – Nei primi minuti Palombi e Manoni provano a segnare ma  il portiere ascolano D’Egidio  devia in angolo. Dopo trentacinque minuti la Lazio è già sotto 2-0. Orsolini al 15′ sfrutta un rimpallo, batte Matosevic con un preciso sinistro a giro ed è 1-0. Manari, invece al 35′ realizza il calcio di rigore del raddoppio. Murgia chiama ancora il portiere ascolano alla risposta in corner, ma nel capovolgimento di fronte Orsolini fa 3-0. Inzaghi è una furia, se la prende con Manoni: “Perché non giochi invece di protestare?”, urla al proprio difensore. Il mister biancoceleste prima dell’intervallo cerca di salvare il salvabile,  allora ecco che Petro  esce  per Ennali. Manoni scala in difesa, Dovidio si mette al centro. Schierando la formazione di vigilia. Finisce cosi il primo tempo sul 3-0 per l’ Ascoli. Nel secondo tempo la Lazio prova subito l’assalto. Ci provano  Murgia e Folorunsho, senza precisione. Palombi di testa sfiora il goal ma la palla esce di poco fuori. Ma al quarto d’ora. Dopo gli infortuni di Cardelli, Borecki, Collarino, Rossi e Quaglia anche Dovidio si infortunia. Il terzino lascia il campo in barella e con le mani sul volto dopo un movimento anomalo del ginocchio. Allora Inzaghi fa entrare Bequiri adattando Rokavec  al centro della difesa. Ancora Palombi sfiora il goal ma come per  lo 0-3  Orsolini  in contropiede serve il poker ed è festa ascolana. È la rete che sotterra moralmente i biancocelesti. La traversa  di Jallow evita la cinquina ascolana. Ma al 90esimo Tomassetti infila il pokerissimo. Finisce così, con un secco 0-5. Ora l’obiettivo secondo posto ora si allontana inesorabilmente.

IL TABELLINO:

LAZIO (4-3-3): Matosevic; Dovidio (63′ Beqiri), Mattia, Petro (38′ Ennali), Germoni (79′ Ceka); Murgia, Rokavec, Folorunsho; Palombi, Bezziccheri, Manoni. A disp. Borrelli, Lazzari, Cotani, Antonucci, Cardoselli, Bernardi. Allenatore: Simone Inzaghi

ASCOLI (4-3-3): D’Egidio; Tomassetti, Capozzi (71′ Busti), Quaranta, Perri; Fazzini, Mancini (79′ De Angelis), Parlati; Orsolini, Jallow (84′ Ciabuschi), Manari. A disp. Venditti, Buono, Botta, Carrozzo, Ferrari, Bartolini, Ciarcelluti, Giannantonio, Bellini. Allenatore: Cetteo Di Mascio

Arbitro: Chindemi (sez. di Viterbo). Ass. Rotondale- Marinenza.

Marcatori: 15′, 35′, 75′ Orsolini (A), 24′ rig. Manari (A), 89′ Tomassetti (A)

Ammoniti: 30′ Rokavec (L), 37′ Germoni (L), 50′ Capozzi (A), 52′ Dovidio (L), 71′ Mancini (A)

 

Continua la Lettura
Advertisement

Since1900, Affiliato ufficiale di Binance

Advertisement

Ultime notizie

Classifica

Advertisement

Copyright © 2023 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.