Connect with us

News

Insulti, maleducazione e becerume…Frasi e battute infelice sul Laziale ferito dal petardo

Published

on

CURVA SUD ROMA

Chi non muore si rivede, così recita il famoso proverbio. In questo caso è proprio il caso di dire: chi muore, comunque in qualche modo poi, si rivede. Parliamo di morte calcistica, ci mancherebbe, in un periodo così tragico per il paese nessuno vorrebbe mai parlare di lutti. Ma una giovane società romana di nome A.S Roma, poco tempo fa, precisamente il 26 Maggio, ha ricevuto una vera e proprio funzione sacra. Goliardia anche questa, e tanta ironia. Con le morti non si gioca, è ovviamente un modo di dire, ma neanche con i feriti però.

Ieri sera, allo Stadio Olimpico, un ragazzo ha perso diverse dita di una mano per esplodere un petardo. L’occasione era delle più ghiotte, al 71esimo del secondo tempo. Ormai già da molto i laziali ricordano quel minuto, quel minuto storico in cui i cugini hanno subito l’amaro trapasso e si sono sciolti molto più facilmente di come si sono fusi 86 anni fa. Senza mettersi seduti ad un tavolo ad unire i puntini delle varie società romane, ma semplicemente con un cross, una mezza papera di un portiere e la zampata del bosniaco venuto con i scarpini in spalla per fare la panchina, e invece ha scritto la storia. Eh già, sarebbe molto meglio rispettare quel povero ragazzo e la sua famiglia, ovvio che non stava facendo nulla di particolarmente edificante, ma i cuginetti giallorossi, forse ancora leggermente frustrati dalla mazzata inflitta in Coppa dai rivali storici, dovrebbero evitare di fare ironia.

Sul web infatti impazzano le foto del ragazzo con la mano insanguinata, seguita da commenti a dir poco riprovevoli sul fatto che lo scopo del tifoso era ricordare il minuto 71. “Così te impari!” dicono alcuni, “Ora poi contà le 7 vittorie della Roma con le dita, visto che tre te so’ saltate” dicono altri. Frasi che si possono evitare, ma comunque non si vogliono dispensare consigli, solo fare cronaca e magari ricordare ai tifosi giallorossi di non perdere mai il lume della ragione, anche se il tanto dolore porta frustrazione e lo smacco subìto, seguito dalla rapida risalita, conduce l’animo ad uno spirito di rivalsa e rivincita.

Ma, sempre se ce ne fosse bisogno, ricordiamo che rivincita non c’è. E nel calcio, a volte si è incudine e a volte martello, l’importate e saper usare bene il martello però, perchè tanto prima o poi, si torna ad essere schiacciati dal peso dell’arnese, e così via sino alla prossima metamorfosi. Da preda a cacciatore, da vittima a carnefice. Ma mai bisogna scivolare nella maleducazione e nella cattiveria, anche se in fondo allo stomaco, insieme a qualche soddisfazione temporanea e qualche gioia occasionale, si possiede ancora quel magone che alle 19.27 del 26 Maggio 2013 è comparso, e che mai scomparirà.

Leggi anche:   Lotito controcorrente: il regalo alla squadra e obiettivo terzino

di Fabiano Di Stefano

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Acerbi e l’Inter: i tifosi neroazzurri infuocano i social contro la società

Published

on

acerbi inter

Si fanno sempre più forti le voci di mercato che vedono Francesco Acerbi verso l’Inter. Pochi giorni fa però è arrivata anche la notizia su come Marotta avrebbe provato a portare in Italia Akanji. Secondo alcune fonti, la società neroazzurra sarebbe bloccata sulle richieste di Claudio Lotito che vorrebbe un prestito con obbligo di riscatto mentre l’Inter chiederebbe il Diritto di riscatto.

Ma con la voce della trattativa Inter-Acerbi e Inter-Akanji, i tifosi interisti hanno portato il nome di Acerbi come trend del giorno su Twitter. Un trend negativo visto che la maggior parte dei tifosi dell’Inter non vorrebbero il numero 33 biancoceleste a Milano.

Comunque ancora non avete capito come lavora #Marotta dopo tutti questi anni. #Akanji non lo voleva nessun tifoso interista (tranne il sottoscritto). Marotta fa trapelare il nome di #Acerbi creando una rivolta. Adesso tutti vogliono a gran voce lo svizzero. Sempre così.

#Acerbi onestamente se ne può stare anche a Roma a scaldare la panchina della #Lazio per il resto dei suoi giorni. All’

@Inter non lo vogliamo nemmeno se arrivasse a 0 e si pagasse lo stipendio da solo”

“Mamma mia @Inter #Acerbi sarebbe decisamente l’operazione più stupida di tutta la storia.”

Leggi anche:   Abbonamento ss Lazio 2022-2023, dati alla mano
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio 2022: la situazione delle cessioni, acquisti, trattative

Published

on

lotito calciomercato

Il calciomercato della Lazio 2022 non è mai partito così in fretta in tutta l’era Lotito.

Complice il malumore iniziale di Maurizio Sarri per il mercato passato, gli esuberi e l’indice di liquidità, il presidente si è mosso in anticipo rispetto le scorse stagioni.

Stagioni dove il 90% dei giocatori arrivavano alla conclusione del ritiro di Auronzo di Cadore o allo scadere della finestra di mercato.

In questa sessione di mercato non ci è mai capitato di scrivere così tanto ma da una parte siamo contenti di farlo. Vuol dire che qualcosa si sta smuovendo ma notiamo anche molti giocatori che hanno lasciato la Capitale senza che la Lazio potesse fare cassa.

Vediamo come si sta muovendo la società biancoceleste

Tabellino calciomercato Lazio 2022

Acquisti

Cancellieri ( Hellas Verona ), Casale, Marcos Antonio (Shakhtar ), Gila, Zaccagni ( riscatto dal prestito della scorsa stagione ), Alessio Romagnoli, Maximiano ( Granada ), Mattias Vecino (svincolato Inter ), Provedel (Spezia) .

Cessioni

Vavro ( Copenaghen, riscattato dal prestito ), Reina ( rescissione consensuale del contratto ), Correa ( riscattato dall’Inter nel prestito della scorsa stagione ), Bobby Adekanye ( Go Ahead Eagles ), Lucas Leiva ( svincolato al Gremio ), Luiz Felipe ( Svincolato al Real Betis ), Strakosha ( Svincolato), Jordan Lukaku ( Svincolato ), Jorge Silva ( Svincolato ), Cristiano Lombardi ( Svincolato ), Casasola ( Perugia ), Muriqi ( Maiorca ), Jony ( Prestito al Gijon ), Cicerelli ( Reggina ), Alia (Monterosi ), Maistro ( Spal ), Falbo ( Monopoli ), Armini ( Potenza ), Mattia Novella ( prestito ), Escalante ( Cremonese ), Furlanetto (Prestito Renate Calcio )

Trattative in uscita

Muriqi ( Marsiglia, Bruges ), Acerbi ( Milan, Juventus, Napoli, altro ), Maistro, Luis Alberto ( offerte dalla Spagna ), Sofian Kiyine ( Hellas Verona ), Tiago Casasola (Perugia ), Floriani Mussolini ( Pescara ), Raul Moro ( Hellas Verona ), Escalante (Cadice), Hysaj ( Valencia )

Trattative in entrata

Mertens ( acquistato dal Galatasaray ), Maximiano ( Granada ), Carnesecchi ( saltato per il costo eccessivo), Vicario ( Saltato con l’arrivo di Provedel ), Ilic ( Hellas Verona ), Provedel ( Spezia ), Sirigu ( Saltato per l’arrivo di Provedel ), Marcelo ( Svincolato ), Emerson Palmieri ( Chelsea ), Valeri (Cremonese), Terracciano (Saltato con l’arrivo di Provedel), , Vecino ( svincolato Inter), Sportiello (Atalanta ), Udogie ( Udinese )

Leggi anche:   Lotito rompe il sogno e si muove per il Flaminio alla Lazio
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Calciomercato Lazio | Altra cessione in casa Lazio: il comunicato ufficiale

Published

on

calciomercato lazio

Calciomercato Lazio | La Lazio ha stabilito la gerarchia per i portieri di questa stagione. I 3 portieri ufficiali saranno Maximiano, Provedel e Adamonis. Destino diverso per Furlanetto che vola in prestito con un comunicato ufficiale della Lazio:

La S.S. Lazio informa di aver ceduto temporaneamente sino al 30/06/23 le prestazioni sportive del calciatore Alessio Furlanetto a favore del Renate Calcio.

Leggi anche:   Abbonamenti Lazio: vicini alla soglia dei 25000
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design