Connect with us

Lazionali

Hernanes suona la carica :” Ora battiamo anche la Juventus “

Published

on

hernanes3
Dopo la Confederations, la Supercoppa. Hernanes ha già fissato il prossimo obiettivo da centrare. «Voglio vincere la terza coppa in quattro mesi, sarebbe meraviglioso».Il Profeta, nel giorno dei festeggiamenti in Brasile, per la grande vittoria sulla Spagna, pensa anche alla Lazio. «Abbiamo battuto la squadra campione del mondo, regalando ai tifosi una gioia immensa, lo abbiamo capito dall’entusiasmo con il quale ci hanno seguito e incitato nel corso delle partite. E’ stata un’emozione fortissima, un’esperienza importante e positiva. Giocare nella nazionale del proprio paese è incredibile, adesso spero di partecipare anche ai Mondiali. I brasiliani si aspettano un altro successo, però sarà dura nonostante siamo i favoriti perché giochiamo in casa. Disputando una bella stagione nella Lazio mi garantirà il posto nella Selecao, che resta il sogno di ogni calciatore brasiliano».

L’immagine di Hernanes è uscita rafforzata dalla Confederations, per la qualità e la personalità dimostrate quando è stato chiamato in campo dal ct Scolari. Da oggi Il Profeta è in vacanza, però il periodo di ferie potrebbe essere più breve del previsto. Se dovesse mancare un mese, come da regolamento, infatti, tornerebbe in Italia ai primi di agosto e avrebbe soltanto due settimane per preparare la Supercoppa, che si giocherà il 18 all’Olimpico. Poco tempo per presentarsi in una condizione fisica ottimale, contro i bianconeri scudettati. «La Coppa Italia è stata la svolta della mia stagione, ho capito quanto sia bello vincere con la maglia della Lazio. E’ stato un incontro storico, perché la rivalità a Roma è molto accesa, che resterà per sempre nella mente e nel cuore dei nostri tifosi. Poi, a completare il periodo magico, è arrivato anche il successo nel torneo in Brasile e i complimenti di tutti. Ora mi manca il terzo trofeo al quale sto pensando perché, sfidare la Juventus in casa, sarà un altro appuntamento indimenticabile, al quale non vorrei mancare. Ho tanta fame di vittorie e voglio continuare a vincere con i colori biancocelesti».

Per farsi trovare pronto per il 18 agosto Hernanes dovrà quindi rinunciare alla parte finale delle vacanze. In tal senso ha già dato la propria disponibilità alla società a rientrare prima. Una Supercoppa, da giocare in casa, val bene qualche giorno di ferie in meno. Si profila un ritorno anticipato anche per i vari Marchetti, Candreva, Gonzalez, tutti protagonisti in Confederations e tutti al mare da oggi. La stessa cosa dovranno fare i numerosi calciatori della Juventus, che hanno giocato in nazionale, se vorranno essere presenti alla grande sfida che mette in palio il primo trofeo della stagione

Hernanes sembra non prendere in considerazione l’ipotesi di una cessione. «Mi hanno assicurato che sarei rimasto alla Lazio. E’ chiaro che il desiderio è quello di giocare sempre in una squadra ambiziosa, che punti a traguardi più importanti. La Coppa Italia ha rappresentato un momento felicissimo, perché ho conquistato il primo successo in Italia, ora vorrei insistere su questa strada, soprattutto nell’anno che porterà ai Mondiali in Brasile. Nella Lazio mi trovo bene, c’è un gruppo di lavoro importante e possiamo ottenere altri risultati di prestigio, a cominciare dalla Supercoppa. Penso che la prossima stagione sarà ancora più bella per il nostro pubblico. Adesso, dopo tanti impegni e tanta fatica, non vedo l’ora di staccare per dedicarmi alla famiglia e ricaricarmi, poi tornerò più forte di prima». Lotito ha dichiarato incedibile il Profeta ma dal mercato potrebbe sempre arrivare qualche sorpresa, sotto forma di una mega offerta. La quotazione che la Lazio ha dato a Hernanes si aggira sui 30 milioni e Leonardo, dg del Paris Saint Germain interessato al brasiliano, lo sa bene. Nessuna trattativa verrebbe aperta sulla base di una cifra inferiore.

IL MESSAGGERO

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Lazionali

Nazionale, lasciano in 5 il ritiro. Immobile verso l’addio!

Published

on

Dopo la disfatta in Italia-Macedonia con gli azzurri ufficialmente fuori dal mondiale del Qatar2022, 5 nazionali lasciano il ritiro prima del match Italia-Turchia. Una partita valida solo per il ranking e utile quanto un culo senza buco.

Gli azzurri che rientreranno nei rispettivi club sono: Insigne, Berardi, Mancini, Jorginho e il nostro Ciro Immobile.

Proprio quest’ultimo, stanco anche dalle critiche ricevute dai tifosi, affossato sempre dalla stampa e la pressione di essere usato come l’unico colpevole della disfatta azzurra, sta meditando di lasciare definitivamente la nazionale italiana. Una decisione che all’età di 32 anni, un campionato europeo vinto e un’altra situazione inversa con la Lazio, lo porterà a pensare solamente alla maglia con l’aquila sul petto.

Indubbiamente e onestamente il capitano biancoceleste non ha reso con il gioco di Roberto Mancini complice anche un centrocampo e un modo di impostare le azioni totalmente diverso da quello che trova nella capitale. Ma se da una parte c’è sicuramente una colpa da parte del numero 17 di non esser stato mai incisivo con la Nazionale, dall’altra ci sono gli altri 10 compagni che hanno giocato con lui. 32 tiri contro la Macedonia tra i quali uno di Berardi a porta vuota ad una velocità di un bradipo azzoppato.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Lazionali

Ciro Immobile, capitano in Italia-Macedonia?

Published

on

Questa sera si disputerà Italia-Macedonia del Nord con gli azzurri che non dovrebbero scendere in campo ne Chiellini e ne Bonucci, lasciando libero uno slot per la fascia da Capitano.

Come riporta anche la rassegna stampa di Radiosei, Ciro Immobile dovrebbe partire dal primo minuto di gioco e potrebbe indossare la fascia da Capitano. Nella stagione in corso è il capocannoniere della Serie A ( insieme a Vlahovic ) con 21 reti siglate ed ha battuto ogni tipo di record con la maglia biancoceleste superando anche Silvio Piola.

Ma se da una parte alcuni tifosi italiani hanno ancora dei dubbi sul numero 17, dall’altra si hanno certezze con un gioco costruito appositamente su di lui, almeno nella Lazio, che lo porta a rendere nelle finalizzazioni del gioco offensivo.

L’Italia ripartirà questa sera con il suo viaggio che, in caso di superamento dei playoff per la qualificazione al Mondiale, la vedrà con le migliori nazionali del Globo in Qatar 2022.

ITALIA (4-3-3) probabile formazione: Donnarumma; Florenzi, Mancini, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Berardi, Immobile, Insigne. Ct: Mancini.

MACEDONIA DEL NORD (4-3-3) probabile formazione: Dimitrievski; S. Ristovski, Velkovski, Musliu, Alioski; Ademi, Bardhi, Nikolov; Churlinov, M. Ristovski, Trajkovski. Ct: Milevski. 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Lazionali

Playoff Qatar 2022: 4 Laziali convocati da Mancini

Published

on

Roberto Mancini ha diramato le convocazioni per i Playoff del Qatar 2022. L’Italia scenderà in campo il 24 Marzo 2022 a Palermo contro la Macedonia cercando il pass vincente per la competizione mondiale. In caso di vittoria contro la Macedonia, gli azzurri dovranno giocare contro la vincente tra Portogallo e Turchia. 4 sono i convocati biancocelesti che cercheranno la convocazione dei 24 al Renzo Barbera di Palermo

l CT Roberto Mancini ha diramato le convocazioni per il playoff Mondiale. L’Italia affronterà il 24 marzo al Renzo Barbera di Palermo la Macedonia per cercare di arrivare a staccare uno degli ultimi pass per Qatar 2022. Se gli Azzurri dovessero vincere contro i macedoni, dovranno vedersela contro la vincente tra Portogallo e Turchia. Per l’occasione il tecnico ha chiamato a sé 33 giocatori: 4 sono della Lazio

I CONVOCATI – Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Pierluigi Gollini (Tottenham), Salvatore Sirigu (Genoa); Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Lione), Alessandro Florenzi (Milan), Luiz Felipe (Lazio), Gianluca Mancini (Roma); Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Stefano Sensi (Sampdoria), Sandro Tonali (Milan), Marco Verratti (Paris Saint Germain); Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Joao Pedro (Cagliari), Matteo Politano (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo), Gianluca Scamacca (Sassuolo) Mattia Zaccagni (Lazio), Nicolò Zaniolo (Roma). 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design