Gli Ultras si smuovono per il paese, da Nord a Sud per combattere il Covid-19

Mentre la gente si lamenta che non può fare la passeggiata e trova escamotage per raggirare le leggi andando 5 volte a settimana a fare spesa, 1 volta al giorno a comprare le sigarette mentre gli ospedali arrancano, gli Ultras di tutta Italia si smuovono in atti di beneficenza come i club di calcio.

Da inizio pandemia gli Ultras della Lazio hanno donato mascherine e materiale sanitario per lo Spallanzani di Roma e ultimamente hanno raccolto 8.000€ per l’ospedale San Paolo di Civitavecchia.

Leggi anche:   Ecco le 4 opzioni per la ripresa del campionato: le parole del presidente della Uefa Ceferin

Anche la Curva Sud della Roma si è mossa per donare soldi all’Ospedale Spallanzani di Roma.

I ragazzi invece di Bergamo stanno aiutando giorno e notte a costruire i reparti nella Fiera. La Curva Nord di Milano invece raccoglie fondi per l’Ospedale Sacco. La Curva Nord del Brescia sta raccogliendo fondi per l’Ospedale Civile di Brescia mentre gli Ultras del Pescara hanno avviato la raccolta fondi per l’Ospedale di Pescara. Stessa cosa vale per la Curva B di Napoli che si muove a favore dell’azienda ospedaliera dei Colli. A Trieste i tifosi invece raccolgono Cibo e generi urgenti per chi sta soffrendo la crisi monetaria e molti altri tifosi si stanno adoperando da Nord a Sud a prescindere dalla politica da destra a sinistra.

Leggi anche:   Mauro Zarate si pente: " Non dovevo lasciare la Lazio"

Un gesto di umanità e devozione alla bandiera italiana che si sta muovendo nell’ombra ma che vogliamo applaudire tutti insieme in questo periodo difficile per tutti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *