Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Ex biancocelesti sulle panchine, bene Almeyda, altro pareggio per Nesta, speranze per Simeone

Protagonisti del recente passato della Lazio, alcuni ex calciatori biancocelesti hanno intrapreso un nuovo inizio da allenatori, chi in terra straniera, e chi in Italia.

Un altro pareggio per il Partizani di Andrea Agostinelli, che sbatte contro il muro del  Flamurtari per 1-1. Rallenta ancora, dunque, l’inseguimento allo  Skenderbeu capolista, distante ormai di 5 lunghezze.

Vittoria sofferta quanto netta per il Chivas di Almeyda, che supera per 3-0  il Puebla. Una buona iniezione di fiducia, per Almeyda e i suoi, in vista del derby contro l’Atlas.

Passo falso per quanto riguarda l’avventura di Bergodi alla guida del Modena. Sconfitta casalinga pr 1-4 per i canarini, sempre più in zona playout. Serviranno punti contro l’Entella, per riagguantare qualche speranza salvezza e ritrovare un po’ di fiducia.

“Testa bassa e pedalare” è il motto di Sergio Conceicao, che con il suo  Guimaraes rimedia una sconfitta per 2-0 sul campo del Rio Ave. Bisogna rialzare la testa, già a partire dalla prossima gara con il Maritimo, con la speranza che non vi siano più errori arbitrali che hanno contribuito alla striscia negativa del Guimaraes.

Altro pareggio a reti inviolate, per quanto riguarda  il Tatabya di Giordano. La prossima gara vedrà impegnato il Tatabya sul campo dello Csorna, avversario ampiamente battibile.

Sembra in discesa la strada verso il secondo posto per l’Alessandria di Gregucci, che passa per 3-0 sul campo della Giana Ermino, approfittando della sconfitta del Bassano contro il Pro Piacenza.

La prima gara casalinga del Miami Fc di Alessandro Nesta finisce con un pareggio per 1-1. La prossima tappa nel cammino dell’ex capitano dei biancocelesti sarà a Jacksonville.

Una vittoria difficle per il Pescara di Oddo, che vince 1-3 al Partenio, nonostante le numerose assenze. Fondamentale la prossima gara con il Cesena, utile per scavalcare proprio gli emiliani e piazzarsi al sesto posto in classifica.

Vincere è l’imperativo per Simeone e i suoi, che dopo le due sconfitte consecutive del Barcellona si riavvicina alla vetta della Liga. I colchoneros devono continuare a vincere se vogliono anche solo sperare in una possibile vittoria finale, a partire già dalla prossima gara contro il Getafe.