Connect with us

Intervista

Protti elogia la Lazio di Palermo ma smorza gli animi:” Non esaltiamo troppo questa vittoria”

Published

on

Igor Protti, ex biancoceleste, è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio in merito alla vittoria laziale contro un Palermo in evidente difficoltà. Una vittoria all’esordio di Simone Inzaghi ottenuta senza sforzo.

Stando alle parole dell’ex, questa vittoria non bisogna esaltarla, vista la stagione attuale delle aquile, basta un pareggio od una sconfitta per rientrare nel baratro da dove la Lazio sta cercando di uscire.

“La Lazio a Palermo ha fatto un risultato importante, ottenuto in un contesto difficile, il Palermo si giocava tanto e l’atmosfera era molto calda. La risposta dei biancocelesti è stata importante arrivata in un momento altrettanto difficile perché si veniva dal derby. Inzaghi ha fatto una partenza eccellente nella quale ha dimostrato di essere un bravo allenatore con qualità e capacità.Ora è importante non incorrere nell’errore di esaltare troppo questa vittoria e al primo pareggio o sconfitta mettere di nuovo tutto in discussione, questo ricreerebbe confusione e difficoltà.Sappiamo che tutte le partite in Serie A sono complicate, questo finale di stagione deve servire per fare delle valutazioni, la cosa migliore sarebbe quella di cercare di programmare il futuro.L’allenatore entra in un’ottica diversa rispetto a quella che aveva da calciatore, un ex attaccante diventato allenatore può dare delle indicazione rispetto alle sue esperienze e può accelerare il processo di crescita.Però un tecnico bravo è colui che riesce a spogliarsi del ruolo che ha avuto. Allenatore e giocatore sono due figure che non hanno nulla a che fare tra loro.L’autorevolezza di un allenatore non è data dall’età ma da quello che dice e da come si comporta. La coerenza si trasforma in credibilità ed è quella che ti fa guadagnare la fiducia degli atleti.L’impatto iniziale è molto personale, è una questione di chimica, non ha logica. Successivamente subentra poi la credibilità di un allenatore, è il tempo che crea rapporti non è una questione immediata ma arriva attraverso il comportamento.La sfida contro l’Empoli sarà difficile perché la squadra di Giampaolo gioca in maniera spensierata”.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement