Since1900 è un sito gestito da utenti che si autofinanziano. Con le nuove leggi, rischiamo di chiudere. Aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 euro

Ederson, Alfaro, Cavanda e Pereirinha esuberi da sistemare

La Lazio ha iniziato il suo primo giorno di scuola della stagione 2015/2016 ad Auronzo, ma c’è un’altra Lazio che corre e suda in quel di Formello. Ederson, Alfaro, Cavanda e Pereirinha non sono rientrati tra i ventuno convocati di Pioli, si alleneranno nel centro sportivo in attesa di conoscere il loro futuro e di trovare una sistemazione per la prossima annata calcistica. Difficile però che qualcuno sia disposto a versare anche un solo Euro belle casse dei biancocelesti per questi tre giocatori che si sono rivelati dei veri e propri bidoni. E in tutto ciò chi ci rimette è proprio la Lazio stessa perché sono addirittura sei milioni di stipendi lordi lasciati nel quartier generale biancoceleste. Tra loro spunta a sorpresa il nome di Ederson, dopo il “Non so se resto” affermato qualche giorno fa. Come riporta l’edizione online de Il Messaggero, quello del brasiliano è il caso più spinoso sul fronte cessioni: ha rifiutato tre proposte e una buonuscita offertagli dalla Lazio; va ricordato anche il suo rifiuto di trasferirsi alla Sampdoria durante il mercato di Gennaio scorso nello scambio con Bergessio, cosa che scaturì l’ira di molti tifosi. Oggi Lotito studia nuove mosse, è intenzionato ad agire per vie legali per ottenere la rescissione unilaterale. Situazione simile sul fronte Alfaro. L’uruguaiano ha mercato, il Botafogo e il Liverpool Montevideo non hanno perso la speranza di ingaggiarlo, e si è affacciata anche l’ipotesi Salernitana. Alfaro in questi giorni è alle prese con un fastidioso problema al ginocchio, l’idea è quella che stia cercando un escamotage per liberarsi a parametro zero e decidere liberamente il proprio futuro (ipotesi da non trascurare e che farebbe comunque contenta la Lazio, nonostante un minusvalenza piuttosto elevata). Ma ad alleggerire i costi che pendono sulle casse del club biancoceleste potrebbe essere la cessione ormai imminente di Cavanda al Trabzonspor. A differenza di Bruno Pereirinha che spera in una chiamata dal Portogallo, ma per ora anche per lui non c’è nulla di concreto.

Andrea Marraccini

Seguici sui nostri canali e clicca Like
0

Sei soddisfatto del nostro lavoro? Condividici sui social per informare i tuoi amici!