Come guardare la TV senza un decoder e con un proiettore 4K

Andiamo allo streaming

Una volta completata l’installazione, sei pronto per iniziare a guardare i programmi preferiti con il proiettore. Vediamo ora quali sono i dispositivi che consentono lo streaming di contenuti e servizi via cavo e che forniscono tutto l’intrattenimento che desideri.

Il numero di gadget che consentono lo streaming di contenuti è quasi illimitato. Tuttavia, solo perché si può puoi eseguire lo streaming non significa che funzionerà per il proprio sistema. I dispositivi migliori saranno quelli che si collegheranno direttamente al proiettore con esigenze limitate di adattatori.

Google Chromecast è un piccolo gadget che consente di trasmettere contenuti dal proprio smartphone o tablet al proiettore. Chromecast trasforma lo smartphone in un telecomando che permette di navigare e selezionare i contenuti prima che vengano trasmessi al proiettore e quindi allo schermo. Il collegamento avviene tramite porta HDMI. Chromecast ha bisogno di essere alimentato, ma per questo può tranquillamente utilizzare una porta USB libera presente sul proiettore (sempre che ce ne siano). 

Il dispositivo Roku Premiere Streaming Player è una versione “mini” del loro sistema di intrattenimento domestico. Lo stick, che sembra una chiavetta USB, si collega direttamente alla porta HDMI del proiettore e permette di installare le app di streaming preferite come Netflix o Amazon Prime Video. 

Molto simile a questo dispositivo è Amazon Fire Stick. Anche questo si collega alla porta HDMI del proiettore, è piccolo e facile da usare. Esiste anche una versione in grado di riprodurre i contenuti in 4K, ideale quindi per il proiettore che offre questa risoluzione. Come per il Roku, si possono installare diverse app di streaming tra le più note, ma anche la utile app DAZN, per chi ama lo sport (e ha un abbonamento attivo). 

Leggi anche:   GIOCATORI DIFFIDATI & SQUALIFICATI ALLA VENTINOVESIMA GIORNATA

Non può mancare nell’elenco un prodotto Apple per la precisione la Apple TV. Rispetto ai primi elencati sarà necessario utilizzare un cavo HDMI tra Apple TV e proiettore, quindi diventa ideale solo se il proiettore è accessibile facilmente. Con il dispositivo della casa con la mela morsicata si avrà accesso all’app store, che sicuramente disporrà del servizio che si desidera trasmettere in streaming tramite il proiettore. 

Infine non bisogna dimenticare il laptop di casa. Utilizzarlo come dispositivo di streaming è l’opzione più versatile. Molti servizi di streaming live hanno un sito Web associato e alcune società non hanno app disponibili su tutti i dispositivi. L’aspetto negativo dell’utilizzo del laptop è che probabilmente avrai bisogno di un cavo di collegamento per connettere il PC al proiettore. Il lato positivo è che si avranno maggiori servizi a disposizione.Vedere un film in qualità Full HD con audio surround su un grande schermo è un’esperienza molto coinvolgente. Lo stesso dicasi per guardare i tuoi giochi in 4K. Ma probabilmente non hai comprato un proiettore solo per i film o per giocare; normalmente si vuole anche essere in grado di guardare sport dal vivo, spettacoli e documentari naturalistici con la stessa esperienza. Ma sorge un problema: come è possibile guardare la TV su un proiettore senza un decoder via cavo? 

Leggi anche:   Andrè Anderson: dal sogno Lazio alla decisione della Nazionale Brasiliana e Italiana

Qui entra in gioco Internet: infatti esistono una miriade di dispositivi che tramite una connessione al web consentono di sfruttare il proiettore per vedere le serie TV preferite, i programmi Tv “classici” e tutto il resto.

Abbiamo scelto una serie di soluzioni che utilizzano tecnologia e servizi di streaming che ti consentiranno di sfruttare al massimo il proiettore 4K senza il bisogno di acquistare in decoder.

Cosa serve

Prima di elencare i prodotti che daranno nuova linfa al tuo proiettore 4K, dobbiamo verificare che siano presenti alcune condizioni che sono assolutamente necessarie per poter guardare la TV senza un decoder.

I dispositivi che abbiamo scelto in questa guida richiedono tutti un proiettore con una porta HDMI. Puoi acquistare adattatori video che ti consentiranno di utilizzare dispositivi HDMI su proiettori non HDMI, l’esperienza non sarà la stessa. Vero è che probabilmente non esiste un proiettore 4K senza almeno una porta HDMI. Se non ci fosse, almeno dovrebbe offrire una porta DVI che, insieme alla HDMI, è quella pensata per trasmettere i segnali digitali più puri per avere di conseguenza un’immagine più chiara, indipendentemente da ciò che utilizzerai per visualizzare i contenuti.

Leggi anche:   La Roma crolla a Milano. Milan - Roma 2-0

In secondo luogo, come detto, serve che in casa sia presente una connessione a Internet ad alta velocità, almeno ADSL, ma se fosse Fibra sarebbe meglio, per sfruttare al massimo tutti i programmi che vengono trasmessi via streaming. Con una connessione a Internet veloce si può puntare a uno streaming di alta qualità senza avere problemi di buffering costante.

Chi ha una connessione a Internet, sicuramente dispone di un router. Se questo fosse un modello che integra la connessione Wi-Fi (come tutti i più recenti in commercio) siamo a cavallo. Il Wi-Fi non richiede l’installazione di dispositivi sul soffitto. Inoltre, non sarà necessario utilizzare cavi troppo lunghi per collegare il dispositivo al proiettore. Quando si utilizza un router Wi-Fi, assicurarsi che il proiettore sia posizionato in una zona che sia il più priva di ostacoli tra i due dispositivi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *