Connect with us

News

Anche gli sportivi lo amano: parliamo del sup

Published

on

Se lo chiamiamo Stand Up Paddle, probabilmente non vi suona molto familiare, ma se invece diciamo sup, qualcosa cambia: si tratta di uno degli sport acquatici preferiti da molti sportivi, inclusi i calciatori. Ma in cosa consiste?

Un incrocio tra un surf e una canoa, che permette di percorrere corsi d’acqua in piedi su una tavola di grandi dimensioni, muovendosi tramite una pagaia che consente di remare. Stiamo parlando di una pratica che, seppure solo recentemente ha preso piede da noi, è nata negli anni ‘50 nelle Hawaii, quindi ha una storia abbastanza lunga.

Se viene preferita dagli sportivi è perché consiste in un allenamento completo, che però riesce anche a divertire chi lo esercita, in quanto non solo tiene sveglio tutto il corpo ma permette di godere del paesaggio mentre lo si svolge.

Come lo si pratica?

Non è molto difficile praticare il sup: prima di tutto è necessario acquistare tavola e pagaia, gli elementi indispensabili per poter navigare lungo le acque. Infatti potrete usarlo non solo in mare, ma anche su laghi o fiumi e in presenza di onde, stando attenti a tenere sempre il remo, che funge da centro per l’equilibrio.

Sarà fondamentale avere a disposizione anche un laccio, che leghi alla caviglia la tavola, visto che, se si cade, sarà difficile recuperarla quando ci si allontana troppo. Dato che questo sport può essere esercitato anche durante la stagione invernale, è opportuno acquistare una muta da sub, per mantenere al caldo il corpo.

Se volete avere qualche dritta, è opportuno fare riferimento a un corso base, anche se si parte solitamente pagaiando stando in ginocchio sulla tavola. Solo quando si è assunta un po’ di confidenza e anche di sicurezza potrete mettervi in piedi, perché avrete ormai trovato il giusto equilibrio.

Perché praticarlo?

Il sup, come abbiamo detto, è uno sport che permette di allenare il corpo a 360°: coinvolge infatti le braccia, le gambe e anche il tronco. Si rivela quindi utile per rafforzare zone come l’addome, i glutei, il collo.

Stando infatti in piedi sulla tavola e quindi mantenendo l’equilibrio, si impara ad avere una postura corretta, che la vita quotidiana, per un motivo o per un altro, ci impedisce di avere. Se ve lo state chiedendo, si tratta di uno sport davvero adatto a tutti, grandi e piccini, e non solo: niente vi impedisce di avere accanto il vostro cane, se ama stare con voi nell’acqua.

Leggi anche:   Lazio-Bologna, Sarri in conferenza stampa: " Se la Roma arrivasse seconda sarei molto deluso"

Potete cercare una scuola nelle vostra regione, per fare nuove amicizie e condividere con altre persone la stessa passione, ma anche spostarvi in altri luoghi, sfruttando questo elemento per visitare posti che avete sempre desiderato raggiungere. 

Abbiamo già detto che si tratta di uno sport completo, ma poniamo l’attenzione sul fatto che tenda a rafforzare l’equilibrio, un elemento fondamentale per una vita sana e una postura corretta. Che dire, poi, della semplicità con la quale lo si può praticare? Non servono attrezzi difficili da gestire e basta poco per prendere confidenza con la tavola.

In mezzo alla natura

Grazie al sup potrete anche stare in mezzo alla natura, visitando alcuni luoghi che è difficile raggiungere a nuoto o con altri mezzi, per cui questo mezzo potrà accompagnarvi in esplorazioni e avventure.

Non solo, perché praticare questo sport non può far altro che farvi sentire liberi e a contatto con la Terra, aiutando a rilassare le membra, respirare aria pulita e dimenticare per un attimo tutte le preoccupazioni della vita quotidiana.

C’è anche chi associa questo passatempo alla yoga, eseguendo esercizi del genere proprio sulla tavola, naturalmente con le dovute precauzioni. Vi piace l’idea? Consultate qualche guida all’acquisto sul web per trovare quello dal prezzo più conveniente e iniziare anche voi questa bella attività.

Dove praticare il sup in Italia?

Volete iniziare a stare in equilibrio sul sup ma non sapete dove poterlo praticare in Italia? Il mare Adriatico è un punto di partenza ideale ma ci sono anche delle baie, come quelle dell’Isola d’Elba, che sono indicate proprio per chi si avvicina per la prima volta al sup.

Meglio preferire, però, il mare della Sardegna, se siete esperti e volte un po’ di difficoltà in più. Ma non dimentichiamo, per esempio, il lago di Bracciano oppure il fiume Po, che ben si prestano a ospitare i novelli dello Stand Up Paddle!

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Lazio: ecco la lista dei giocatori depositati, Acerbi e Akpa In

Published

on

acerbi napoli

In attesa della chiusura definitiva del calciomercato, la Lazio ha depositato la lista dei giocatori che verranno utilizzati in questa Serie A. Contro tutte le aspettative ma non troppo, Maurizio Sarri ha inserito anche Francesco Acerbi, Kyine Sofian e Akpa Akpro. Quest’ultimi anche se possono partire da un momento all’altro, sono considerati dal tecnico utili alla causa bancoceleste.

LISTA OVER 22 (max 17 posti)

Maximiano, Adamonis, Patric, Romagnoli, Casale, Hysaj, Radu, Acerbi, Marusic, Vecino, Akpa Akpro, Milinkovic Savic, Kiyine, Basic, Felipe Anderson, Pedro, Luis Alberto

LISTA OVER 22 FORMATI IN ITALIA (max 4 posti) 

Provedel, Zaccagni, Lazzari, Immobile

LISTA OVER 22 FORMATI NEL CLUB (max 4 posti)

Cataldi

UNDER 22 UTILIZZABILI

Cancellieri, Marcos Antonio, Raul Moro, Luka Romero, Furlanetto, Kamenovic, Mario Gila, Bertini

Leggi anche:   Biglietti Torino-Lazio: info e costi
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Intervista

Lazio-Bologna | Manuel Lazzari: “Campionato particolare….”

Published

on

lazzari lazio bologna

Manuel Lazzari è intervenuto ai microfoni biancocelesti nel match Program di Lazio-Bologna.

L’esterno biancoceleste parla della nuova stagione con un campionato anomalo visto il mondiale in mezzo al calendario.

“Sarà un campionato particolare, a Novembre ci fermeremo e non sapremo quale sarà la condizione fisica dei calciatori quando riprenderemo. Sarà tutta una novità, quindi mai come quest’anno è fondamentale partire bene, dare il massimo e fare più punti possibili fino alla sosta”.

Parole anche si Lazio-Bologna.

“Loro sono fisici, mettono tanta intensità in ogni partita. Dovremo essere bravi a far girare velocemente la palla ed avere molta pazienza perchè si sa che il Bologna si sa chiudere bene con 5 difensori. Sarà difficile ma sarà la prima stagionale in casa davanti ai nostri tifosi e speriamo di potergli regalare subito una vittoria”

Assist ed infortunio nell’ultima partita contro il Bologna, hai capito quel giorno di poter fare la differenza anche da terzino in una linea a 4?

“Si anche se ce sono state tante altre. Mi viene in mente anche quella contro il Sassuolo e qualcuna nella gara di andata. Sapevo di poter fare quel ruolo, dovevo solo ambientarmi un po’ e lavorare un paio di mesi per imparare una nuova posizione mai occupata prima in carriera. Mi ci è voluto un po’ più di tempo del previsto però ora sono contento di giocare in questo ruolo perchè mi piace tanto e spero di potermi migliorare ancora”.

Due gol di fila alla prima stagionale, record personale con tre reti lo scorso anno: quali sono gli obiettivi?

Sicuramente vorrei sempre migliorarmi, quest’anno ad esempio mi piacerebbe farne 4. Però il primo obiettivo è quello di incassare meno reti perchè lo scorso anno ne abbiamo prese troppe. Quindi da terzino mi concentro prima sulla fase difensiva, poi se viene anche qualche gol, meglio ancora”.

Tanti grandi terzini e quinti in questa serie A, è il momento più alto a livello di qualità?

“Si, ce ne sono tanti è vero, tra terzini e quinti. Non so se ci sia mai stato un livello così alto prima però questo è un motivo in più per migliorarsi e fare meglio ogni giorno”.

Leggi anche:   Torino-Lazio: ecco il prezzo del settore ospiti ma la data ancora non c'è...
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna, Sarri in conferenza stampa: ” Se la Roma arrivasse seconda sarei molto deluso”

Published

on

sarri acerbi

Vigilia di Serie A in casa Lazio. La squadra di Sarri ospiterà per la prima di campionato il Bologna. In conferenza stampa è intervenuto il mister biancoceleste, queste le sue dichiarazioni:

Che partita si aspetta?

“Ingresso al campionato sempre difficile, partita delicata. Modalità amichevole e partite vere non è automatico, inoltre gli avversari ci hanno sempre creato delle difficoltà. Speriamo di arrivarci nella maniera giusta, non siamo al top, ma speriamo di essere a livelli accettabili”.

A che punto siete? 

“Difficile dirlo, stiamo facendo più fatica del previsto nello scaricare i carichi di lavoro. Il terreno non ci ha aiutato, molto più pesante rispetto ad altri tipi di terreno. Ultima settimana siamo leggermente più brillanti”.

Come reputa questa stagione?

“La stagione è più folle del previsto, già pensare di giocare domani alle 18.30. Dopo il lockdown erano alle 20,45… è già un’incogruenza. In Italia si sta facendo di tutto per non vendere il nostro prodotto. Per quanto riguarda noi, abbiamo ringiovanito e cambiato diversi elementi. Il primo passo è rimanere competitivi. Nessuno di noi può sapere il nostro potenziale, io penso che ce l’abbiamo, ma dobbiamo essere una squadra vera. Con questa mentalità possiamo fare qualcosa di importante”.

Sul secondo anno…

“Noi avevamo una delle rose più vecchie d’Europa, c’era questa necessità. Questo inevitabilmente ti comporta di dover riniziare un percorso. È la base dello scorso anno, ma il percorso inizia ora.”

Sul rinnovo e sul mondo Lazio..,

“La squadra mi piace, abbiamo fatto qualcosa di logico e che rientra nelle dimensioni della nostra società. Non possiamo comprare giocatori top in giro per l’Europa e quindi ci servono percorsi alternativi. Sarà il campo a dire se abbiamo fatto bene, mi piace che la società abbia preso una scelta logica.”

Chi sarà il portiere domani?

Non ho ancora deciso. Maxi si allena da più tempo, Provedel si è inserito bene. Entrambi avranno spazio…

Sul mercato…

“Più pressione? Io ho fatto richieste in relazione a quelle che sono le possibilità della società”

Risposta a Mourinho?

“Noi non abbiamo speso, ma abbiamo investito. Lo ringrazio per la grande fiducia… Ma se la Roma dovesse arrivare seconda sarei molto deluso”.

Su Luis Alberto?

“Sta male veramente, ha il referto di un pronto soccorso. Quando tornò qui i primi allenamenti li fece con giramenti di testa, ha avuto una situazione abbastanza travagliata. Lo disse lui quelle che erano le sue aspettative, di un ritorno in Spagna e quindi penso che sia stato per una parte di raduno condizionato”

Su Milinkovic?

Leggi anche:   Biglietti Torino-Lazio: info e costi

“Mi fa stare tranquillo più o meno. Uno con la sua struttura fisica è normale che ci metta più tempo a entrare in condizione. Per le prime partite saremo noi ad aiutare lui, poi sarà il contrario.”

Sul terzino sinistro?

“Abbiamo fatto un anno con un destro a sinistra, ne possiamo fare anche un altro”.

Sui tifosi?

“Sono contento della fiducia dei tifosi, spero di ripagarli il più possibile”.

Su Marcos Antonio regista?

“Caratteristiche totalmente diverse rispetto a Lucas Leiva, l’impatto fisico non è quello che abbiamo con altri interpreti. Qualcosa da valutare lo dovremo provare sulla nostra pelle”.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design