Arturo diaconale

Torna la Champions League per l’edizione 2020-2021

Riparte da martedì 20 ottobre la nuova edizione di Champions League. In campo per quanto riguarda le squadre italiane troviamo ancora una volta, la Juventus campione d’Italia, l’Inter di Antonio Conte, la sorprendente Atalanta e il ritorno della Lazio di Inzaghi, dopo ben 12 anni di assenza da questo importante palcoscenico. Le prime formazioni a scendere in campo sono Zenit e Club Brugge, Dinamo Kiev e Juventus, alle ore 18 e 55. Successivamente toccherà invece a Lazio e Borussia Dortmund, Chelsea e Siviglia, PSG e Manchester United, Barcellona e Ferencvaros. Completano la giornata RB Lipsia, Rennes, Krasnodar e Istanbul Basaksehir.

Il giorno successivo toccherà a tutte le altre dove naturalmente spiccano Liverpool, Barcellona, Real Madrid, Manchester City, Bayern Monaco, vincitore dell’ultima edizione, Atletico Madrid e Olympique Marsiglia. 

La seconda giornata per questa edizione di Champions League

Durante la seconda giornata assisteremo agli altri due incontri che vedono coinvolte le italiane, Atalanta e Inter, rispettivamente contro Midtjylland e Borussia M’Gladbach.

Un po’ di novità e qualche assenza rispetto alle passate edizioni dove era diventata abitudine trovare il Tottenham, arrivato addirittura in finale durante l’edizione di due anni fa, così come il Napoli e il Valencia, sempre presenti durante le ultime edizioni di Champions League.

Leggi anche:   Lazio-Borussia. Leiva: " Abbiamo concesso solo nel secondo tempo"

Tra le grandi favorite per la vittoria finale di questa edizione ritroviamo i campioni in carica del Bayern Monaco, che guidano la classifica in termini di quote, precedendo due formazioni inglesi come Manchester City e Liverpool, mentre la Juventus di Andrea Pirlo è la prima italiana oltre che la quarta squadra più quotata in termini di scommesse 888 calcio per la vittoria finale.

Come sempre troviamo tra le prime dieci PSG, Real Madrid e Barcellona, mentre a sorpresa il Manchester United risulta davanti rispetto alle altre italiane, cioè Inter, Atalanta e Lazio, nonostante non abbia partecipato alla passata edizione della competizione.

C’è però da dire che lo United è solo simbolicamente davanti all’Inter, quotata 21,00 a differenza della formazione inglese piazzata invece a 19,00. 

Il Real Madrid resta ineguagliabile grazie ai 13 titoli in bacheca

Tra le partecipanti ricordiamo come solo il Real Madrid abbia vinto nella sua storia più di 10 trofei, arrivando a 13 vittorie totali all-times. Tra le altre formazioni classificate troviamo poi a pari merito Liverpool e Bayern Monaco, entrambe con 6 titoli vinti, per giunta durante le ultime due edizioni disputate.

Leggi anche:   Favre allenatore del Borussia: "Partita sbagliata, troppi errori"

A secco da un po’ di tempo invece il Barcellona di Lionel Messi, che sarebbe una vera sorpresa se dovesse vincere proprio questa edizione, dopo le voci sul probabile addio del campione argentino dal club blaugrana.

Tuttavia è ancora presto concentrarsi su quali squadre riusciranno a contendersi la finale di Champions League, visto che c’è prima di disputare l’intero torneo.

Tra i gruppi non è facile stabilire quali siano quelli con il coefficiente di difficoltà più elevato, anche se dovendo sbilanciarsi, il gruppo D con Ajax, Atalanta, Liverpool e Midtjylland, sembra quello più equilibrato.

Ci sono poi anche altri interessanti gruppi come quello A, con Atletico Madrid, Bayern Monaco, Salisburgo e Lokomotiv Mosca e il gruppo G con Dinamo Kiev, Barcellona, Juventus e Ferencvaros, che potrebbero regalare qualche sorpresa in termini di qualificazione alla fase a eliminazione diretta prevista dagli ottavi di finale in poi. 

Seguici su Facebook!