Serie A 2020 - 2021

TOP & FLOP DICIOTTESIMA GIORNATA

La diciottesima giornata di Serie A si è conclusa con le prime della classe che si confermano: su la tutte Juve a seguire Inter, Lazio e Atalanta eccetto una Roma che cade in casa con il Torino e apre male il 2020; la vittoria di grinta e carattere dell’Hellas Verona che strappa 3 punti ad una Spal sempre più in serie B, l’esordio con un pareggio di Iachini sulla panchina della Fiorentina, il ritorno in campo di Ibrahimovic con la maglia rossonera.
I risultati:
Brescia – Lazio 1 – 2 (18′ Balotelli, 42′ Immobile (r), 90’+1′ Immobile)

Spal – Hellas Verona 0 – 2 (14′ Pazzini, 85′ Stepinski)

Genoa – Sassuolo 2 – 1 (29′ Criscito, 33′ Obiang, 86′ Pandev)

Roma – Torino 0 – 2 (45’+2′ Belotti (r), 86′ Belotti)

Bologna – Fiorentina 1 – 1 (27′ Benassi, 90’+4′ Orsolini)

Atalanta – Parma 5 – 0 (11′ Gomez, 34′ Freuler, 43′ Gosens, 60′ Ilicic, 71′ Ilicic)

Juventus – Cagliari 4 – 0 (49′ Ronaldo, 67′ Ronaldo, 81′ Higuain, 82′ Ronaldo)

Milan – Sampdoria 0 – 0

Lecce – Udinese 0 – 1 (88′ De Paul)

Napoli – Inter 1 – 3 (14′ Lukaku, 33′ Lukaku, 39′ Milik)

Top:
Immobile (Lazio): decide la gara con due gol, in occasione del rigore manda in porta Caicedo con un colpo di tacco che mette il Panterone davanti a Joronen.
Balotelli (Brescia): sblocca la gara e manda in vantaggio il Brescia con un bel gol, lotta e quando i suoi rimangono in dieci difende e fa salire la squadra.
Pazzini (Hellas Verona): anche con la sua tenera età lotta, crea tante occasioni e segna da vero trascinatore.
Criscito (Genoa): freddo in occasione del rigore e guerriero in difensa, suo il recupero palla che porta al gol di Pandev.
Belotti (Torino): fa doppietta e decide la gara, sempre più leader.
Orsolini (Bologna): si conferma partita dopo partita, non si arrende mai… gran gol su puzione all’ultimo.
Benassi (Fiorentina): gestisce il centrocampo e sblocca la gara con un gol spettacolare.
Gomez (Atalanta): è il giocatore fondamentale della squadra bergamasca, gestendo il gioco, segnando e regalando assist.
Ilicic (Atalanta): è partito sottotono ma poi si è acceso realizzando una doppietta.
Cristiano Ronaldo (Juventus): prima tripletta in Serie A, il fenomeno portoghese si è svegliato.
Higuain (Juventus): entra a gara in corso e in 20 minuti realizza un gol.
Donnarumma (Milan): effettua delle parate decisive su Gabbiadini nel secondo tempo.
De Paul (Udinese): fa un eurogol che decide la partita e porta 3 punti fondamentali ai suoi.
Lukaku (Inter): altra doppietta del gigante belga sempre più importante in questa Inter schiacciasassi.

Leggi anche:   Gattuso: " Ho esagerato, meritavo l'espulsione ma mi chiarirò dopo sennò faccio danni...."

Flop:
Correa (Lazio): fuori ruolo e questo forse lo giustifica ma l’argentino perde troppi palloni e non è decisivo come sempre.
Cistana (Brescia): interviene fuori tempo nel giro di pochi minuti rimediando due cartellini e complicando la gara ai suoi.
Tomovic (Spal): rimedia un cartellino rosso lasciando in inferiorità numerica la squadra emiliana, rendendo la gara ancora più complicata.
Berardi (Sassuolo): gioca quanto basta per perdere il pallone che da via al contropiede e al gol della vittoria per il Genoa.
Florenzi (Roma): sbaglia le chiusure, non gestice il fuorigioco, perde palloni, collabora alla sconfitta della Roma.
Medel (Bologna): non riesce a gestire il centrocampo, manca di grinta.
Vlahovic (Fiorentina): spreca un’occasione colossale sparando alto e poi sparisce dal campo.
Hernani (Parma): perde tantissimi palloni, non riesce a gestire il centrocampo.
Iacoponi (Parma): non è mai entrato in partita, subisce 5 gol senza neanche rendersene conto.
Klavan (Cagliari): gioca un bel primo tempo, nella ripresa viene ubriaco dal fenomeno portoghese.
Suso (Milan): non è mai pericoloso, quando si mette in proprio sbaglia.
Tachtsidis (Lecce): sbaglia tanto non tenendo mai il pallino del gioco.
Meret (Napoli): non ha colpe sul primo e il terzo gol, ma sul secondo gol del belga commette una papera.

Leggi anche:   Serie A 2020 - 2021, in campo dal 19 Settembre 2020