Simone Inzaghi: la conferenza stampa

Simone Inzaghi in conferenza stampa: “Obiettivo quarto posto!”

Simone Inzaghi è intervenuto in conferenza stampa per parlare del match contro il Crotone, gara che avrà inizio domani sera alle 20.45.

“Mi darebbe molto fastidio arrivare quinto. Abbiamo fatto un campionato tale da chiudere assolutamente al quarto posto. A livello di Europa League non cambierebbe molto, ma avendo fatto un campionato di questo tipo e avendo vinto le due gare contro l’Atalanta, meritiamo di arrivare davanti ai bergamaschi; lo meritano soprattutto i miei ragazzi.

C’è la volontà da entrambe le parti di proseguire insieme su questa strada, dalla Società ho avuto ampie garanzie. La rosa del prossimo anno sarà qualitativa e competitiva su tre fronti. Abbiamo ancora una partita importantissima e abbiamo preferito parlare del mio futuro al termine del campionato. Abbiamo l’obbligo di onorare questo straordinario campionato fino alla fine.

Per aprire un ciclo è necessario che i calciatori migliori rimangano, la Società sta intensificando la comunicazione con loro e sta facendo di tutto affinché quest’ultimi restino con noi. Ci saranno delle trattative, è necessario che le parti siano d’accordo. La Società conosce il mio desiderio e farà di tutto per accontentarmi.

Allenare questa squadra rappresenta il mio sogno: c’è la volontà di rimanere qui. Vogliamo affrontare la gara di domani nel migliore dei modi, successivamente discuterò del mio futuro con la Società. Il club sta facendo molto per accontentarmi e per trattenere i giocatori migliori. Negli ultimi 15 giorni hanno avuto continui contatti per esaudire i miei desideri. Ho ricevuto ampie garanzie, se qualcuno partirà verrà rimpiazzato nel migliore dei modi. Non ci faremo trovare impreparati, dovremo essere competitivi su ogni fronte. Il prossimo anno dovremo meritarci il sostegno della nostra tifoseria, dovremo meritarci lo stadio pieno come quest’anno.

Ogni giocatore è difficile da sostituire. De Vrij, Biglia e Keita sono tre top player. L’argentino è il nostro capitano, so che la Società farà di tutto per trattenerlo. Entrambe le parti dovranno essere d’accordo. Il mio desiderio è quello di averli tutti e tre ad Auronzo. Sapevamo che ci sarebbero potuti essere dei problemi, sono dei giocatori che hanno mercato e quest’anno sono stati la nostra fortuna. Sono molto riconoscente alla Lazio per avermi dato questa grandissima opportunità, insieme al mio staff ed ai ragazzi abbiamo fatto una grande stagione ottenendo la qualificazione per l’Europa League con ampio anticipo e arrivando in finale di Coppa Italia superando squadre fortissime. Il prossimo anno il calendario sarà molto più folto e non ci faremo trovare impreparati. La gente si aspetterà molto da noi.

A questa squadra dò 9,5come voto, ma sarebbe stato 10 se avessimo vinto la finale di Coppa Italia. Ce la potevamo giocare con la Juventus, ma abbiamo avuto qualche problemino perdendo due giocatori molto importanti a Firenze come Parolo e Lukaku. Contro i bianconeri serviva la partita perfetta: la nostra prestazione è stata buona, ma dovevamo fare meglio. I gol si potevano sicuramente subire in un altro modo.

Spero si possa ripartire da un gruppo rodato che conosca bene le mie esigenze. Se non sarà così, ci attrezzeremo al meglio per non farci trovare impreparati. Rimando al termine del campionato la firma del mio contratto perché ci sono state settimane intense: c’è voglia da entrambe le parti, l’accordo ci sarà e ripartiremo più forti di prima. Abbiamo avuto la finale di Coppa Italia e la partita importante con l’Inter. Per tutti noi arrivare quarti è un obiettivo. Abbiamo preparato al meglio la sfida, troveremo una squadra organizzata e soprattutto ben allenata. Domani ci aspetta una gara tosta ed intensa”.