Connect with us

Storia S.S. Lazio

Simbolo della Lazio del -9 ed emblema di un calcio che non c’è più : GIULIANO FIORINI

Published

on

FIORINI
Parlare di Giuliano Fiorini è come raccontare a chi non l’ha vissuto un calcio che oggi, purtroppo, non c’è più. Con la sua genuinità e la sua bonarietà tipicamente emiliana, Giuliano Fiorini è uno dei simboli di quel calcio in cui andavano in voga i “centravanti-boa”, chiamati a piazzarsi al centro della difesa avversaria per difendere con spinte, gomitate e spallate, palloni da smistare ai compagni, oppure ad aprire con il loro fisico dei varchi in cui far infilare il centrocampista di turno. Giuliano lotta, suda, impreca e sbuffa, ciondolando sempre la testa, con quei calzini perennemente abbassati e la maglia fuori dai pantaloni. E’ amato dai compagni, odiato dagli avversari, adorato dai tifosi, sopportato dagli arbitri. Per farvi capire chi è Giuliano Fiorini, vi racconto due aneddoti che lui stesso mi ha confidato una sera a cena.
Durante la partita, Fiorini si lamenta continuamente per i falli che lui dice di aver subito e che l’arbitro regolarmente non gli fischia a favore. E, quando non gli viene assegnata la punizione, Giuliano guarda con espressione stupita il direttore di gara e gli dimostra tutto il suo dissenso e la sua incredulità in modo plateale, scuotendo il capoccione, allargando le braccia in segno di protesta o mandandolo platealmente a quel paese, ma sempre con un sorriso accennato sulle labbra. E’ una vera pentola di fagioli, brontola in continuazione, ma gli arbitri però lo conoscono bene, spesso lo redarguiscono per il suo atteggiamento, altre volte fanno finta di non sentirlo. Una volta, pressato dal marcatore di turno, Fiorini cade a corpo morto in area di rigore. L’arbitro corre verso di lui e gli urla in faccia deciso: “Fiorini, la smetta di simulare! Si alzi immediatamente!”. “Ma cosa ha capito?”, gli risponde lui, steso per terra, voltando il capo con gli occhi sgranati. “Ma chi lo vuole il rigore? Ma no, ma mica ci ho provato. È che non ce la faccio veramente più, non vede? Non mi reggono le gambe. Che vuole che simuli?”. L’arbitro si mette a ridere e lo aiuta a rialzarsi.
L’altro aneddoto, è legato ai tempi del Genoa. Fiorini non conduceva certo una vita da atleta, amava la buona cucina e non disdegnava qualche bicchiere di vino. Prima di una partita, esagera e durante l’incontro comincia a sentirsi male. Non riesce a respirare, fatica a scattare, ma all’improvviso ha un guizzo, gli capita il pallone giusto e segna proprio sotto la gradinata Nord, si inginocchia e poi si piega in avanti con la faccia a terra, come un musulmano durante la preghiera. I tifosi impazziscono, i compagni si avvicinano e scoppiano a ridere. In realtà, Fiorini non sta esultando e tantomeno piangendo dalla gioia per il gol segnato, si è solo piegato in due per i dolori e ha vomitato in campo.
Ma Giuliano Fiorini non è solo questo. E’ un giocatore con l’istinto innato del gol e ha una buona tecnica nonostante la mole fisica. Cresciuto nel vivaio del Bologna, dove ha esordito in serie A appena diciassettenne, è esploso segnando 21 gol in una stagione in serie C a Piacenza. Un exploit che ha convinto il Bologna a riportarlo a casa, all’età di 23 anni, per affiancarlo all’ancora più giovane nuovo talento del calcio italiano, Roberto Mancini. Dopo due stagioni a Bologna in A con 11 gol segnati, arriva il trasferimento a Genova, dove con la maglia rossoblù segna solo 14 reti in due stagioni, ma diventa un idolo, al punto che la piazza si rivolta quando la società lo cede all’odiata Lazio. In biancoceleste lo porta Giorgio Chinaglia, che rivede in Fiorini qualcosa del Long John calciatore. L’avvio è promettente: gol vittoria all’esordio con il Palermo e un’ottima intesa con Oliviero Garlini, che chiude la stagione conquistando il titolo di capocannoniere della serie B. Ma un problema al tallone d’Achille lo costringe a rallentare gli allenamenti e poi ad operarsi. Chiude la stagione con appena 3 gol all’attivo in 18 partite. Nella seconda stagione, però, diventa il leader della squadra. Il 26 luglio del 1986, quando nel ritiro di Gubbio arriva nel primo pomeriggio la notizia che per l’ennesimo scandalo la Lazio è stata condannata addirittura alla retrocessione in serie C, dopo il discorso di Fascetti alla squadra Giuliano Fiorini si alza e per primo dice: “Io resto qua, qualunque cosa succeda”. E con quelle sue parole, si porta dietro tutti, pure i compagni più restii. Anche in campionato, nei momenti di difficoltà spesso e volentieri si carica la squadra sulle spalle, scuote i compagni più giovani o più timidi, carica l’ambiente con i suoi gol e la sua gestualità. Fiorini forma con Caso e Terraneo l’asse centrale della squadra. Con i 6 gol segnati il suo non è un campionato memorabile, ma grazie a quel settimo gol, segnato il 21 giugno del 1987 allo stadio Olimpico, entra per sempre nella leggenda. Come nel film di Nick Hornby, Fever Pitch, l’eroe entra in scena quando tutto sembra perduto. Per più di 80 minuti, sostenuta e sospinta da oltre 70.000 tifosi, la Lazio si getta all’assalto della porta del Vicenza per segnare quel gol che significa “sopravvivenza”. Ma Dal Bianco, più che i panni del portiere sembra indossare quelli del capitano che comanda il plotone di esecuzione, pronto a eseguire la condanna a morte della Lazio. Con il passare dei minuti, la speranza lascia quasi il posto alla disperazione, alla consapevolezza di essere realmente ad un passo dalla serie C e forse addirittura alla fine di una storia durata 87 anni. Ma come nel film di Hornby, l’eroe improbabile entra in scena: Fiorini si ritrova tra i piedi un tiro-cross sbagliato di Podavini, controlla di tacco a seguire, si gira e tocca il pallone quanto basta per abbattere il muro eretto da Dal Bianco. Ero allo stadio quel giorno. Mai in vita mia ho sentito un boato così fragoroso, ma soprattutto interminabile. In quell’esultanza, più di 70.000 persone sfogano in un istante mesi di paure, di frustrazioni e di speranze che a soli 7 minuti dalla fine del campionato sembrano perse. Dopo quel gol ho visto gesti di isteria collettiva. Ho visto uomini di una certa età piangere come bambini, ho visto gente quasi fluttuare nell’aria senza riuscire più a toccare terra in un’esultanza sfrenata, rabbiosa. Solo a ripensare a quei momenti, solo a rivedere per la millesima volta le immagini di quel gol, la corsa di Fiorini verso la Nord, l’esultanza dei compagni e Giuliano che rientra in campo stremato, quando la partita è già ricominciata, qualsiasi laziale non può non provare un brivido, non può impedire ad una lacrima di scendere, sentendo quel groppo alla gola che si prova soltanto ricordando i momenti importanti della vita. Poi le lacrime di Fiorini, nudo e stremato, sorretto dagli addetti della Lazio, travolto dall’abbraccio dei tifosi, quasi consegnato nelle mani dell’amico Terraneo, l’altro Giuliano di quella banda del –9. Immagini indimenticabili, come indimenticabile resta quel gol di Fabio Poli nello spareggio vinto a Napoli contro il Campobasso, la rete che ha messo la parola fine ad un incubo durato quasi 11 mesi.
Quanto quella squadra sia nel cuore della gente, quanto Giuliano Fiorini sia entrato di diritto nella storia della Lazio, si è capito il giorno del Centenario. Nella serata in cui la società festeggia un secolo di vita, alla fine di una giornata in cui la squadra di Eriksson ha fatto un importante passo avanti verso la conquista del secondo scudetto, l’applauso più fragoroso di un Olimpico stracolmo è riservato proprio a Giuliano Fiorini, presentato con queste parole: “Fu lui a segnare quel gol grazie al quale siamo ancora in vita”. Già, perché quel suo gol al Vicenza forse ha cambiato veramente la storia della Lazio. Ma questa storia, al contrario di Fever Pitch di Nick Hornby, non ha un lieto fine. Dopo quel gol, Fiorini è costretto a lasciare la Lazio in punta dei piedi, ad emigrare a Venezia, quasi senza neppure un grazie per quello che ha fatto per la Lazio, nonostante gli infortuni che lo hanno tormentato e condizionato in quelle due stagioni romane. L’addio alla Lazio è di fatto un addio al calcio. Finita la carriera da calciatore, una volta appesi gli scarpini al chiodo Fiorini si rifugia nella sua Bologna. Ogni tanto, fa un salto a Roma per trovare i vecchi amici, per regalarsi qualche serata di allegria e di nostalgia.
Il 5 agosto del 2005, poi, a soli 47 anni, Giuliano Fiorini ci ha lasciato. Un brutto male ce lo ha portato via, spegnendo per sempre quel sorriso che resterà però acceso nella memoria di chi lo ha amato o anche solo semplicemente conosciuto e apprezzato per quello che sapeva dare, per le emozioni che sapeva trasmettere. Per lui, nella prima giornata della stagione 2005-2006, c’è un mazzo di fiori depositato da Paolo Di Canio sotto la Curva Nord, a fianco di quella maglia numero 9 con l’aquila sul petto e una striscione che dimostra l’affetto della gente laziale per quello che resterà per sempre l’uomo che ha salvato la Lazio dal baratro in quella sfida con il Vicenza: Anche tu nel paradiso degli eroi… Ciao Giuliano!

STEFANO GRECO

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

Accadde Oggi

1 Dicembre 1948: Nasce Re Cecconi

Published

on

1 Dicembre 1948, nasce Re Cecconi

1 Dicembre 1948,1 Dicembre 2019. Re Cecconi avrebbe compiuto 74 anni. La tragica scomparsa ha sconvolto tutto il mondo biancoceleste quel maledetto giorno.

Il ricordo resta vivo tra i tifosi e la società

Primo di dicembre del 1948, Nerviano un piccolo comune della periferia milanese. Sì, 74 anni fa veniva al mondo Luciano Re Cecconi. Il padre muratore, la prima esperienza lavorativa in una carrozzeria. Il calcio? Solo un hobby per Luciano.

I primi calci nell’Aurora Cantalupo, per passare alla Pro Patria, squadra con la quale esordisce in Serie C a 20 anni. Maestrelli lo nota, lo prende con sé al Foggia e lo porta sotto la sua ala anche alla Lazio. Fatalità: il 12 maggio del ’74 Maestrelli, Re Cecconi e la Lazio vincono lo Scudetto battendo proprio il Foggia per 1-0. Scherzi del destino.

Per alcuni CeccoNetzer, per via della somiglianza con il centrocampista tedesco Günter Netzer, per altri era “Il saggio”, per tutti i tifosi biancocelesti “L’angelo biondo”.

https://twitter.com/OfficialSSLazio/status/1598240145026973696

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Focus

Stemma Lazio: la Storia

Published

on

Storia stemma Lazio | Lo stemma della Lazio è l’aquila, scelta come simbolo di potere, vittoria e prosperità. L’ha scelto Fortunato Ballerini, presidente dell’Associazione e dell’Assessorato all’Escursionismo. In varie escursioni aveva visto le aquile. Forse questo lo ha ispirato a sceglierlo come simbolo. Lo stemma ha subito nel corso degli anni diverse modifiche: il primo vero stemma ufficiale, ideato nel 1912, raffigura uno scudo a strisce verticali bianche e azzurre, con sopra un’aquila, che regge un nastro A con il nome dell’azienda, prima la c’ è un semplice scudo con i colori aziendali.

  • Lo stemma nella sua prima versione del 1912

Lo stemma nella versione del 1914

  • Lo stemma nella versione del 1921
  • Lo stemma nella versione del 1927. Il regime fascista impone l’utilizzo del fascio littorio

Storia Stemma Lazio dal 1940 al 1958

Qualche stagione dopo, sul logo della Lazio comparirà la scritta “Roma”, modificata per volere del regime di Mussolini negli anni Venti. Alla fine della dittatura, lo stemma della Blue Flower Society fu ridisegnato secondo lo stile originario.

  • Lo stemma nella versione del 1940
  • Lo stemma in un’altra versione del 1940
  • Lo stemma nella versione del 1943. Scompare il fascio littorio
  • Lo stemma nella versione del 1958

Nel 1979 la Lazio adotta anche un nuovo logo ideato da Piero Gratton e registrato presso l’Ufficio “Brevetti e Marchi Italiani”: uno stile L’aquila azzurra trasformata è ricamata anche sulla maglia. Il logo adottato nel 1982 assume però una particolare dignità iconica nella simbologia del Lazio: Cesare Benincasa, su indicazione del presidente Gian Chiarion Casoni, reinterpreta il disegno dell’aquila, semplificandone le linee. I suoi disegni elaborati sono stati utilizzati sui cosiddetti “kit bandiera”, che sono diventati parte integrante del design della maglia, avvolgendo l’intero busto.

Questa soluzione innovativa, unita all’immediatezza del design, fa sì che la popolarità dello stemma vada oltre i tifosi bianconeri: secondo la classifica del Guerin Sportivo degli stemmi più belli del calcio attraverso un sondaggio popolare, Lazio One risulta essere la terza più apprezzata in assoluto

Lo stemma nella versione del 1974

L’aquila disegnata da Piero Gratton, in uso dal 1979 al 1982

  • L’aquila disegnata da Cesare Benincasa, in uso dal 1982 al 1987
  • La versione “istituzionale” dell’aquila stilizzata di Cesare Benincasa

Lo stemma introdotto nel 1987 durante la presidenza di Gianmarco Calleri

L’attuale stemma della società, che ha subito l’ultimo restyling nel 1993, riprende lo stile di quelli passati, con un’aquila d’oro che si posa sullo scudo a strisce verticali bianche e celesti sul quale è inciso il nome del club. Tale emblema è stato rivisitato in una versione speciale in occasione del centenario laziale ed è rimasto per un anno esatto sulle maglie della Lazio a partire dal 9 gennaio 2000: all’interno dello scudo a bande bianche e celesti sovrastato dall’aquila era presente in forma stilizzata e a grossi caratteri il numero 100, che andava a ricordare gli anni trascorsi dalla fondazione della Polisportiva.

L’attuale stemma della Lazio in uso dal 1993

CentoLazio, per i 100 anni della Polisportiva S.S. Lazio

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Lazio-Roma: le statistiche di tutti i derby

Published

on

Aggiornamento 2022: Dati aggiornati

Aggiornamento 2021:

L’ora del Derby della Capitale per Lazio-Roma sta arrivando. Sarà la prima stracittadina senza il pubblico che è realmente il vero protagonista dello Stadio Olimpico di Roma con coreografie mozzafiato e da far invidia a quasi tutte le tifoserie della Serie A.

Lazio-Roma, i Derby universali

La Tredicesima giornata di Serie A aprirà il sipario con Roma-Lazio. Sarà il 178esimo derby della Capitale nella storia dei due club dove la Roma porta a casa la vittoria per ben 68 volte con 62 pareggi e 48 sconfitte. Il match chiave per i padroni di casa è stato il 26 Maggio 2013 dove la Lazio sconfisse la Roma (qui il match completo) nella finale di Coppa Italia grazie al gol di Lulic al 71esimo minuto di gioco.

Lazio-Roma, i Derby in Serie A

156 invece sono i derby disputati nella Serie A. 60 vittorie giallorosse, 56 quelle biancocelesti e 40 i pareggi. E se andiamo a prendere gli ultimi 10 anni, con 20 stracittadine disputate, la storia non cambia con i giallorossi che vincono 9 volte contro i 6 pareggi e le 5 sconfitte.

A seguire: Articolo datato 2016

Lazio-Roma le statistiche nella storia capitolina

Domenica 4 Dicembre 2016 è arrivato il giorno del Derby. Le statistiche nella storia parlano di una Roma in vantaggio con 67 vittorie a 50 ricamate con ben 63 pareggi. Sul piano dei gol segnati stravincono ancora i giallorossi con ben 226 reti segnati contro le 179 laziali.

Ma il derby che ha fatto più male nella storia del calcio italiano è nei ricordi di tutti e non c’è bisogno di rimarcarlo vista la sua importanza ma andiamo a vedere la tabella completa dal primo derby giocato all’ultimo

Dati Derby Aggiornati ad Agosto 2022

Competizione Data Partita Risultato Marcatori Lazio Marcatori Roma
Serie A 1929-1930 8 dic. 1929 Lazio — Roma 0-1   78° Volk 1
4 mag. 1930 Roma — Lazio 3-1 8′ Pastore 20′ Bernardini, 44′ Volk, 68′ Chini 2
Serie A 1930-1931 7 dic. 1930 Roma — Lazio
1-1
34′ Foni 76′ Volk 3
24 mag. 1931 Lazio — Roma
2-2
30′ Pastore, 61′ Fantoni I 49′ Volk, 88′ Bodini II 4
Serie A 1931-1932 6 dic. 1931 Roma — Lazio 2-0   51′ Volk, 55′ Eusebio 5
1º mag. 1932 Lazio — Roma 1-4 34′ Fantoni I 3′ Chini, 48′ Volk, 54′, 59′ Costantino 6
Serie A 1932-1933 23 ott. 1932 Lazio — Roma 2-1 4′ Demaría, 83′ Castelli 18′ Volk 7
26 mar. 1933 Roma — Lazio 3-1 79′ Demaría 20′ Costantino, 53′ Fasanelli, 86′ Eusebio 8
Serie A 1933-1934 1º nov. 1933 Roma — Lazio 5-0   18′, 31′, 55′ Tomasi, 49′, 89′ Bernardini 9
11 mar. 1934 Lazio — Roma
3-3
31′, 42′, 83′ Demaría 8′ Bernardini, 10′ Costantino, 15′ Guaita 10
Serie A 1934-1935 18 nov. 1934 Roma — Lazio
1-1
72′ (rig.) Piola 61′ (rig.) Guaita 11
31 mar. 1935 Lazio — Roma
0-0
    12
Serie A 1935-1936 13 ott. 1935 Lazio — Roma 0-1   89′ Cattaneo 13
Coppa Italia 1935-1936 19 gen. 1936 Lazio — Roma 2-1 27′ Piola, 35′ Camolese 77′ Gadaldi 14
Serie A 1935-1936 16 feb. 1936 Roma — Lazio 1-0   82′ Cattaneo 15
Serie A 1936-1937 18 ott. 1936 Roma — Lazio 3-1 9′ Busani 29′, 89′ Di Benedetti, 62′ Serantoni 16
21 feb. 1937 Lazio — Roma 0-1   52′ Mazzoni 17
Serie A 1937-1938 3 ott. 1937 Lazio — Roma
1-1
22′ Piola 88′ Frisoni 18
6 feb. 1938 Roma — Lazio 2-1 17′ Camolese 7′ Michelini, 85′ Borsetti 19
Serie A 1938-1939 15 gen. 1939 Roma — Lazio 0-2 3′ Zacconi, 39′ Busani   20
21 mag. 1939 Lazio — Roma 1-3 12′ Capri 3′ Michelini, 5′ Coscia, 42′ Bonomi 21
Serie A 1939-1940 7 gen. 1940 Roma — Lazio 1-0   5′ Campilongo 22
26 mag. 1940 Lazio — Roma 1-0 14′ Flamini   23
Serie A 1940-1941 24 nov. 1940 Roma — Lazio
1-1
12′ Zironi 58′ Amadei 24
16 mar. 1941 Lazio — Roma 2-0 43′, 80′ Piola   25
Serie A 1941-1942 11 gen. 1942 Roma — Lazio 2-1 23′ Piola 15′ Amadei, 90′ (aut.) Faotto 26
24 mag. 1942 Lazio — Roma
1-1
70′ Puccinelli 8′ Pantò 27
Serie A 1942-1943 22 nov. 1942 Lazio — Roma 3-1 32′ Piola, 63′ (aut.) Acerbi, 76′ Koenig 87′ (rig.) Pantò 28
7 mar. 1943 Roma — Lazio 1-0   38′ Amadei 29
Coppa Italia 1942-1943 16 mag. 1943 Roma — Lazio 2-1 66′ Gualtieri 28′ Krieziu, 62′ Dagianti 30
Divisione Nazionale 1945-1946 23 dic. 1945 Lazio — Roma 1-2 56′ Manola 29′ Urilli, 71′ (aut.) Gualtieri 33
24 mar. 1946 Roma — Lazio 0-1 36′ Koenig   34
Serie A 1946-1947 6 ott. 1946 Roma — Lazio 3-0   10′ Renica, 71′ Di Paola, 81′ Amadei 35
2 mar. 1947 Lazio — Roma
0-0
    36
Serie A 1947-1948 16 nov. 1947 Lazio — Roma 0-1   14′ Amadei 37
21 apr. 1948 Roma — Lazio 0-2 47′ Cecconi, 52′ De Andreis   38
Serie A 1948-1949 17 ott. 1948 Roma — Lazio
1-1
83′ Magrini 23′ Losi 39
6 feb. 1949 Lazio — Roma
0-0
    40
Serie A 1949-1950 16 ott. 1949 Lazio — Roma 3-1 9′ Penzo, 51′ Puccinelli, 84′ (rig.) Remondini 39′ Spartano 41
19 feb. 1950 Roma — Lazio
0-0
    42
Serie A 1950-1951 15 ott. 1950 Roma — Lazio 0-1 71′ Flamini   43
25 feb. 1951 Lazio — Roma 2-1 1′ Sentimenti III, 34′ Cecconi 57′ Bacci 44
Serie A 1952-1953 16 nov. 1952 Lazio — Roma 1-0 41′ Bettolini   45
22 mar. 1953 Roma — Lazio 0-2 55′ Puccinelli, 58′ Puccinelli   45
Serie A 1953-1954 29 nov. 1953 Roma — Lazio
1-1
41′ Vivolo 19′ Galli 47
18 apr. 1954 Lazio — Roma 1-2 50′ Fontanesi 7′ Celio, 18′ Bortoletto 48
Serie A 1954-1955 17 ott. 1954 Lazio — Roma
1-1
33′ Hansen 34′ Celio 49
6 mar. 1955 Roma — Lazio 1-3 11′ Hansen, 47′, 56′ Burini 59′ Cardarelli 50
Serie A 1955-1956 16 ott. 1955 Roma — Lazio
0-0
    51
4 apr. 1956 Lazio — Roma 1-0 46′ Muccinelli   52
Serie A 1956-1957 14 ott. 1956 Lazio — Roma 0-3   33′, 68′ da Costa, 58′ Pestrin 53
3 mar. 1957 Roma — Lazio
2-2
22′ (rig.) Vivolo, 69′ Selmosson 32′, 48′ da Costa 54
Serie A 1957-1958 27 ott. 1957 Roma — Lazio 3-0   58′ Lojodice, 61′ da Costa, 76′ Ghiggia 55
16 mar. 1958 Lazio — Roma 2-1 81′ Selmosson, 83′ Burini 89′ da Costa 56
Coppa Italia 1957-1958 21 giu. 1958 Roma — Lazio 2-3 27′, 58′ Tozzi, 75′ Bizzarri 33′ da Costa, 61′ Secchi 57
12 lug. 1958 Lazio — Roma
1-1
27′ Tozzi 74′ da Costa 58
Serie A 1958-1959 30 nov. 1958 Lazio — Roma 1-3 25′ Pozzan 9′ Selmosson, 52′, 65′ da Costa 59
12 apr. 1959 Roma — Lazio 3-0   22′ Lojodice, 81′ Selmosson, 87′ da Costa 60
Serie A 1959-1960 18 ott. 1959 Roma — Lazio 3-0   2′, 42′ P. Manfredini, 86′ Selmosson 61
6 mar. 1960 Lazio — Roma 0-1   32′ (aut.) Janich 62
Serie A 1960-1961 13 nov. 1960 Lazio — Roma 0-4   22′, 25′, 37′ P. Manfredini, 83′ Orlando 63
19 mar. 1961 Roma — Lazio 1-2 22′, 24′ Rozzoni 17′ Giuliano 64
Coppa Italia 1961-1962 25 apr. 1962 Roma — Lazio
0-0
(6-4 dtr)
    65
Serie A 1963-1964 6 ott. 1963 Roma — Lazio
0-0
    66
23 feb. 1964 Lazio — Roma
1-1
22′ Rozzoni 79′ Carpanesi 67
Serie A 1964-1965 15 nov. 1964 Lazio — Roma
0-0
    68
28 mar. 1965 Roma — Lazio
0-0
    69
Serie A 1965-1966 10 ott. 1965 Roma — Lazio 0-1 39′ D’Amato   70
27 feb. 1966 Lazio — Roma
0-0
    71
Serie A 1966-1967 23 ott. 1966 Lazio — Roma 0-1   16′ Enzo 72
5 mar. 1967 Roma — Lazio
0-0
    73
Coppa Italia 1968-1969 8 set. 1968 Roma — Lazio 1-0   61′ Ferrari 74
Coppa Italia 1969-1970 7 set. 1969 Lazio — Roma 0-2[120]   87′ Peirò 75
Serie A 1969-1970 26 ott. 1969 Roma — Lazio 2-1 89′ Massa 65′ Spinosi, 74′ Landini 76
1º mar. 1970 Lazio — Roma
1-1
48′ Fortunato 57′ (rig.) Capello 77
Coppa Italia 1970-1971 6 set. 1970 Roma — Lazio 2-0   44′ (aut.) Wilson, 68′ B. Vieri 78
Serie A 1970-1971 15 nov. 1970 Lazio — Roma
1-1
69′ Dolso 84′ Petrelli 79
14 mar. 1971 Roma — Lazio
2-2
30′ (aut.) Santarini, 62′ (rig.) Chinaglia 40′ Zigoni, 74′ Salvori 80
Coppa Italia 1971-1972 29 ago. 1971 Lazio — Roma 1-0 24′ Chinaglia   81
Serie A 1972-1973 12 nov. 1972 Roma — Lazio 0-1 35′ Nanni   82
11 mar. 1973 Lazio — Roma 2-0 32′ Garlaschelli, 38′ (aut.) Santarini   83
Coppa Italia 1973-1974 9 set. 1973 Roma — Lazio
0-0
    84
Serie A 1973-1974 9 dic. 1973 Lazio — Roma 2-1 48′ Franzoni, 68′ Chinaglia 34′ Negrisolo 85
31 mar. 1974 Roma — Lazio 1-2 47′ D’Amico, 51′ (rig.) Chinaglia 6′ (aut.) Pulici 86
Coppa Italia 1974-1975 22 set. 1974 Lazio — Roma 0-1   61′ Prati 87
Serie A 1974-1975 1º dic. 1974 Roma — Lazio 1-0   35′ De Sisti 88
23 mar. 1975 Lazio — Roma 0-1   74′ Prati 89
Serie A 1975-1976 16 nov. 1975 Lazio — Roma
1-1
78′ Chinaglia 55′ De Sisti 90
14 mar. 1976 Roma — Lazio
0-0
    91
Serie A 1976-1977 28 nov. 1976 Lazio — Roma 1-0 40′ Giordano   92
27 mar. 1977 Roma — Lazio 1-0   13′ Conti 93
Serie A 1977-1978 20 nov. 1977 Roma — Lazio
0-0
    94
19 mar. 1978 Lazio — Roma
1-1
55′ (rig.) Giordano 9′ (aut.) Clerici 95
Serie A 1978-1979 12 nov. 1978 Lazio — Roma
0-0
    96
18 mar. 1979 Roma — Lazio 1-2 58′ (aut.) De Sisti, 89′ Nicoli 20′ (aut.) Cordova 97
Serie A 1979-1980 28 ott. 1979 Roma — Lazio
1-1
5′ (aut.) Rocca 16′ Pruzzo 98
2 mar. 1980 Lazio — Roma 1-2 74′ D’Amico 60′ Pruzzo, 85′ Giovannelli 99
Serie A 1983-1984 23 ott. 1983 Lazio — Roma 0-2   3′ Nela, 63′ Pruzzo 100
26 feb. 1984 Roma — Lazio
2-2
8′, 24′ (rig.) D’Amico 40′ (rig.) Di Bartolomei, 51′ Cerezo 101
Coppa Italia 1984-1985 9 set. 1984 Roma — Lazio 2-0   66′ (rig.) Iorio, 75′ Di Carlo 102
Serie A 1984-1985 11 nov. 1984 Roma — Lazio
0-0
    103
24 mar. 1985 Lazio — Roma
1-1
73′ Giordano 71′ Antonelli 104
Serie A 1988-1989 15 gen. 1989 Lazio — Roma 1-0 25′ Di Canio   105
28 mag. 1989 Roma — Lazio
0-0
    106
Serie A 1989-1990 19 nov. 1989 Roma — Lazio
1-1
64′ Bertoni 83′ Giannini 107
18 mar. 1990 Lazio — Roma 0-1   30′ Völler 108
Serie A 1990-1991 2 dic. 1990 Lazio — Roma
1-1
55′ Sosa 45′ (rig.) Völler 109
6 apr. 1991 Roma — Lazio
1-1
80′ Sosa 54′ (rig.) Völler 110
Serie A 1991-1992 6 ott. 1991 Roma — Lazio
1-1
65′ Riedle 81′ Rizzitelli 111
1º mar. 1992 Lazio — Roma
1-1
5′ Sosa 70′ Hassler 112
Serie A 1992-1993 29 nov. 1992 Lazio — Roma
1-1
88′ Gascoigne 49′ Giannini 113
18 apr. 1993 Roma — Lazio
0-0
    114
Serie A 1993-1994 24 ott. 1993 Roma — Lazio
1-1
79′ Di Mauro 17′ Piacentini 115
6 mar. 1994 Lazio — Roma 1-0 7′ Signori   116
Serie A 1994-1995 27 nov. 1994 Lazio — Roma 0-3   3′ Balbo, 25′ Cappioli, 51′ Fonseca 117
23 apr. 1995 Roma — Lazio 0-2 30′ Casiraghi, 70′ (rig.) Signori   118
Serie A 1995-1996 1º ott. 1995 Roma — Lazio
0-0
    119
18 feb. 1996 Lazio — Roma 1-0 85′ (rig.) Signori   120
Serie A 1996-1997 8 dic. 1996 Lazio — Roma
0-0
    121
4 mag. 1997 Roma — Lazio
1-1
91′ Protti 35′ Balbo 122
Serie A 1997-1998 2 nov. 1997 Roma — Lazio 1-3 47′ R. Mancini, 57′ Casiraghi, 84′ Nedvěd 91′ Delvecchio 123
Coppa Italia 1997-1998 6 gen. 1998 Lazio — Roma 4-1 2′ Bokšić, 32′ (rig.) Jugović, 75′ R. Mancini, 80′ Fuser 39′ (rig.) Balbo 124
21 gen. 1998 Roma — Lazio 1-2 45′ (rig.) Jugović, 94′ Gottardi 54′ Paulo Sérgio 125
Serie A 1997-1998 8 mar. 1998 Lazio — Roma 2-0 50′ Bokšić, 62′ Nedvěd   126
Serie A 1998-1999 29 nov. 1998 Lazio — Roma
3-3
28′, 56′ R. Mancini, 69′ (rig.) Salas 25′ Delvecchio, 78′ Di Francesco, 82′ Totti 127
11 apr. 1999 Roma — Lazio 3-1 79′ C. Vieri 13′, 43′ Delvecchio, 90′ Totti 128
Serie A 1999-2000 21 nov. 1999 Roma — Lazio 4-1 52′ (rig.) Mihajlović 7′, 26′ Delvecchio (R), 11′, 31′ Montella 129
25 mar. 2000 Lazio — Roma 2-1 25′ Nedvěd, 28′ Verón 3′ Montella 130
Serie A 2000-2001 17 dic. 2000 Lazio — Roma 0-1   71′ (aut.) Negro 131
29 apr. 2001 Roma — Lazio
2-2
78′ Nedvěd, 95′ Castromán 48′ Batistuta, 54′ Delvecchio 132
Serie A 2001-2002 27 ott. 2001 Roma — Lazio 2-0   49′ Delvecchio, 90′ Totti 133
10 mar. 2002 Lazio — Roma 1-5 53′ D. Stanković 13′, 30′, 37′, 64′ Montella, 72′ Totti 134
Serie A 2002-2003 27 ott. 2002 Lazio — Roma
2-2
51′ Fiore, 75′ D. Stanković 57′ Delvecchio, 66′ Batistuta 135
Coppa Italia 2002-2003 5 feb. 2003 Lazio — Roma 1-2 76′ Fiore 12′ Cassano, 49′ Emerson 136
Serie A 2002-2003 8 mar. 2003 Roma — Lazio
1-1
8′ D. Stanković 89′ Cassano 137
Coppa Italia 2002-2003 16 apr. 2003 Roma — Lazio 1-0   56′ Montella 138
Serie A 2003-2004 9 nov. 2003 Roma — Lazio 2-0   81′ Mancini, 86′ Emerson 139
21 apr. 2004 Lazio — Roma
1-1
40′ Corradi 61′ (rig.) Totti 140
Serie A 2004-2005 6 gen. 2005 Lazio — Roma 3-1 29′ Di Canio, 74′ César, 85′ Rocchi 68′ Cassano 141
15 mag. 2005 Roma — Lazio
0-0
    142
Serie A 2005-2006 23 ott. 2005 Roma — Lazio
1-1
57′ Rocchi 40′ Totti 143
26 feb. 2006 Lazio — Roma 0-2   31′ Taddei, 63′ Aquilani 144
Serie A 2006-2007 10 dic. 2006 Lazio — Roma 3-0 44′ C. Ledesma, 52′ (rig.) Oddo, 73′ Mutarelli   145
29 apr. 2007 Roma — Lazio
0-0
    146
Serie A 2007-2008 31 ott. 2007 Roma — Lazio 3-2 12′ Rocchi, 69′ Ledesma 19′ Vučinić, 42′ Mancini, 57′ Perrotta 147
19 mar. 2008 Lazio — Roma 3-2 44′ Pandev, 57′ (rig.) Rocchi, 92′ Behrami 31′ Taddei, 62′ Perrotta 148
Serie A 2008-2009 16 nov. 2008 Roma — Lazio 1-0   50′ J. Baptista 149
11 apr. 2009 Lazio — Roma 4-2 2′ Pandev, 4′ Zárate, 58′ Lichtsteiner, 84′ Kolarov 9′ Mexès, 81′ De Rossi 150
Serie A 2009-2010 6 dic. 2009 Roma — Lazio 1-0   79′ Cassetti 151
18 apr. 2010 Lazio — Roma 1-2 15′ Rocchi 54′ (rig.), 64′ Vučinić 152
Serie A 2010-2011 7 nov. 2010 Lazio — Roma 0-2   52′ (rig.) Borriello, 85′ (rig.) Vučinić 153
Coppa Italia 2010-2011 19 gen. 2011 Roma — Lazio 2-1 57′ (rig.) Hernanes 53′ (rig.) Borriello, 77′ F. Simplício 154
Serie A 2010-2011 13 mar. 2011 Roma — Lazio 2-0   69′, 91′ (rig.) Totti 155
Serie A 2011-2012 16 ott. 2011 Lazio — Roma 2-1 51′ (rig.) Hernanes, 93′ Klose 5′ Osvaldo 156
4 mar. 2012 Roma — Lazio 1-2 10′ (rig.) Hernanes, 62′ Mauri 16′ Borini 157
Serie A 2012-2013 11 nov. 2012 Lazio — Roma 3-2 37′ Candreva, 45′ Klose, 46′ Mauri 11′ Lamela, 86′ Pjanić 158
8 apr. 2013 Roma — Lazio
1-1
16′ Hernanes 57′ (rig.) Totti 159
Coppa Italia 2012-2013 26 mag. 2013 Roma — Lazio 0-1 71′ Lulić   160
Serie A 2013-2014 22 set. 2013 Roma — Lazio 2-0   63′ Balzaretti, 94′ (rig.) Ljajić 161
9 feb. 2014 Lazio — Roma
0-0
    162
Serie A 2014-2015 11 gen. 2015 Roma — Lazio
2-2
25′ Mauri, 29′ Felipe Anderson 48′, 64′ Totti 163
25 mag. 2015 Lazio — Roma 1-2 81′ Djordjevic 73′ Iturbe, 85′ Yanga-Mbiwa 164
Serie A 2015-2016 8 nov. 2015 Roma — Lazio 2-0   10′ (rig.) Džeko, 62′ Gervinho 165
3 apr. 2016 Lazio — Roma 1-4 75′ Parolo 15′ El Shaarawy, 64′ Džeko, 83′ Florenzi, 87′ Perotti 166
Serie A 2016-2017 4 dic. 2016 Lazio — Roma 0-2   64′ Strootman, 77′ Nainggolan 167
Coppa Italia 2016-2017 1º mar. 2017 Lazio — Roma 2-0 29′ Milinković-Savić, 78′ Immobile   168
4 apr. 2017 Roma — Lazio 3-2 37′ Milinković-Savić, 56′ Immobile 43′ El Shaarawy, 66′, 90′ Salah 169
Serie A 2016-2017 30 apr. 2017 Roma — Lazio 1-3 12′, 85′ Keita, 50′ Basta 45′ (rig.) De Rossi 170
Serie A 2017-2018 18 nov. 2017 Roma — Lazio 2-1 72′ (rig.) Immobile 49′ (rig.) Perotti, 53′ Nainggolan 171
15 apr. 2018 Lazio — Roma
0-0
    172
Serie A 2018-2019 29 set. 2018 Roma — Lazio 3-1 67′ Immobile 45′ Pellegrini, 71′ Kolarov, 86′ Fazio 173
2 mar. 2019 Lazio — Roma 3-0 12′ Caicedo, 73′ (rig.) Immobile, 89′ Cataldi   174
Serie A 2019-2020 1º set. 2019 Lazio — Roma
1-1
58′ Luis Alberto 17′ (rig.) Kolarov 175
26 gen. 2020 Roma — Lazio
1-1
34′ Acerbi 28′ Džeko 176
Serie A 2020-2021 15 gen. 2021 Lazio — Roma 3-0 14′ Immobile, 23′, 67′ Luis Alberto   177
15 mag. 2021 Roma — Lazio 2-0   42′ Mkhitaryan, 78′ Pedro 178
Serie A 2021-2022 26 set. 2021 Lazio — Roma 3-2 10′ Milinković-Savić, 19′ Pedro, 63′ Felipe Anderson 41′ Ibañez, 69′ (rig.) Veretout 179
20 mar. 2022 Roma — Lazio 3-0   1′, 22′ Abraham, 40′ Pellegrini 180
Serie A 2022-2023 6 nov. 2022 Roma — Lazio 0-1 29′ Felipe Anderson   181
19 mar. 2023 Lazio — Roma       182

 

Statistiche generali

  Totale Vittorie
Lazio
Pareggi Vittorie
Roma
Reti
Lazio
Reti
Roma
Serie A 157 41 59 56 155 198
Divisione Nazionale 2 1 0 1 2 2
Totale campionato 159 42 59 57 157 200
Coppa Italia 20 7 3 10 21 24
Totale gare ufficiali 179 49 62 67 178 224
Campionato romano 4 1 2 1 3 2
Amichevoli 4 2 1 1 10 9
Altri incontri 8 5 0 4 10 11
Totale generale 195 57 65 73 200 246

Classifica marcatori:

Giocatore Squadra Campionato Coppa Italia Campionato Alta Italia 1944 Partite non
ufficiali
Totale gare
ufficiali
Totale
Dino da Costa Roma 9 2 0 1 11 12
Francesco Totti Roma 11 0 0 0 11 11
Marco Delvecchio Roma 9 0 0 0 9 9
Vincenzo Montella Roma 7 1 0 0 8 8
Rodolfo Volk Roma 7 0 0 2 7 9
Silvio Piola Lazio 6 1 0 0 7 7
Amedeo Amadei Roma 5 0 1 2 6 8
Ciro Immobile Lazio 4 2 0 0 6 6
Alejandro Demaría Lazio 5 0 0 0 5 5
Arne Selmosson Lazio
Roma
5 0 0 0 5 5
Pedro Manfredini Roma 5 0 0 0 5 5
Giorgio Chinaglia Lazio 4 1 0 0 5 5
Tommaso Rocchi Lazio 5 0 0 0 5 5
Fulvio Bernardini Roma 4 0 0 0 4 4
Raffaele Costantino Roma 4 0 0 0 4 4
Aldo Puccinelli Lazio 4 0 0 0 4 4
Vincenzo D’Amico Lazio 4 0 0 0 4 4
Pavel Nedvěd Lazio 4 0 0 0 4 4
Roberto Mancini Lazio 3 1 0 0 4 4
Mirko Vučinić Roma 4 0 0 0 4 4
Hernanes Lazio 3 1 0 0 4 4
Ernesto Tomasi Roma 3 0 0 0 3 3
Renzo Burini Lazio 3 0 0 0 3 3
Humberto Tozzi Lazio 0 3 0 0 3 3
Orlando Rozzoni Lazio 3 0 0 0 3 3
Roberto Pruzzo Roma 3 0 0 0 3 3
Bruno Giordano Lazio 3 0 0 0 3 3
Rudi Völler Roma 3 0 0 0 3 3
Abel Balbo Roma 2 1 0 0 3 3
Giuseppe Signori Lazio 3 0 0 0 3 3
Antonio Cassano Roma 2 1 0 0 3 3
Stefano Mauri Lazio 3 0 0 0 3 3
Aleksandar Kolarov Lazio
Roma
3 0 0 0 3 3
Edin Džeko Roma 3 0 0 0 3 3
Luis Alberto Lazio 3 0 0 0 3 3
Sergej Milinković-Savić Lazio 1 2 0 0 3 3
Felipe Anderson Lazio 3 0 0 0 3 3
 
 

Classifica presenze calciatori

Giocatore Squadra Campionato Coppa Italia Campionato Italiano Alta Italia 1944 Partite non
ufficiali
Totale gare
ufficiali
Totale
Francesco Totti Roma 37 7 0 1 44 45
Daniele De Rossi Roma 29 2 0 0 31 31
Sergio Santarini Roma 19 6 0 0 25 25
Guido Masetti Roma 22 1 0 2 23 25
Giuseppe Wilson Lazio 19 4 0 0 23 23
Franco Cordova Roma
Lazio
18 5 0 0 23 23
Aldair Roma 20 2 0 0 22 22
Giuseppe Favalli Lazio 18 3 0 1 21 22
Paolo Negro Lazio 16 4 0 1 20 21
Aldo Puccinelli Lazio 19 1 0 0 20 20
Fulvio Bernardini Roma 18 1 0 1 19 20
Giacomo Losi Roma 16 3 0 1 19 20
Ștefan Radu Lazio 18 2 0 0 20 20
Silvio Piola Lazio 17 2 0 0 19 19
Vincent Candela Roma 15 4 0 0 19 19
Marco Delvecchio Roma 15 2 0 0 17 17
Christian Panucci Roma 15 2 0 0 17 17
Damiano Tommasi Roma 13 4 0 0 17 17
Cristian Ledesma Lazio 15 2 0 0 17 17
Giuseppe Giannini Roma 15 1 0 0 16 16
Simone Perrotta Roma 15 0 0 0 15 15
Amedeo Amadei Roma 14 1 2 1 15 18
Edin Džeko Roma 12 2 0 0 14 14
Bruno Giordano Lazio 12 1 0 0 13 13
Cafu Roma 11 2 0 0 13 13
Angelo Peruzzi Roma
Lazio
13 0 0 0 13 13

Classifica presenze allenatori

Allenatore Squadra Campionato Coppa Italia Partite non
ufficiali
Totale gare
ufficiali
Totale
Nils Liedholm Roma 15 1 0 16 16
Luciano Spalletti Roma 11 2 0 13 13
Sven-Göran Eriksson Roma
Lazio
9 3 0 12 12
Zdeněk Zeman Lazio
Roma
10 2 0 12 12
Fabio Capello Roma 10 2 0 12 12
Simone Inzaghi Lazio 10 2 0 12 12
Juan Carlos Lorenzo Lazio
Roma
9 3 0 12 12
Dino Zoff Lazio 10 0 1 10 11
Tommaso Maestrelli Lazio 7 3 0 10 10
Helenio Herrera Roma 6 4 0 10 10
Luigi Barbesino Roma 8 1 0 9 9
 

Classifica derby vinti

GiocatoreSquadraVittorie
Francesco Totti Roma15
Daniele De Rossi Roma14
Fulvio Bernardini Roma
 Lazio
11
Guido Masetti Roma10
Sergio Santarini Roma9
Franco Cordova Roma
 Lazio
9
Fabio Capello Roma9
Luca Marchegiani Lazio8
Damiano Tommasi Roma8
Arne Selmosson Lazio
 Roma
7

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza