Connect with us

Intervista

Roberto Mancini: “Contro la Lazio dobbiamo essere perfetti. Nagatomo? Non è triste, resterà”

Published

on

Contro l’Inter, la Lazio dovrà vedersela anche con un grandissimo ex, sia in campo che fuori dal campo ossia Roberto Mancini, il quale ha rilasciato queste parole in conferenza stampa:

“Non sono preoccupato delle feste, è anche Natale. Speriamo che la concentrazione sia rimasta, la partita sarà difficile perché la Lazio ha valori. Credo che Juventus, Napoli e Fiorentina abbiano qualcosa in più di noi. Poi vedremo. Se l’Inter è una 500, la Juventus che macchina è? Una Mercedes direi. Noi pensiamo a lavorare, i giocatori partiranno il giorno dopo. Non sarà un problema. Scudetto? Non è mai facile vincere, ma non mi pongo questa domanda oggi. Abbiamo un altro obiettivo, poi vedremo alla fine”

Sull’atteggiamento da intraprendere contro la Lazio ha aggiunto: “Noi vogliamo essere aggressivi sin dall’inizio, ma nel campionato italiano non è mai semplice. Dovremo essere perfetti per vincere contro la Lazio. Dobbiamo ancora migliorare molto, però cominciando dall’inizio è diverso rispetto a prendere una squadra a stagione in corso. L’Inter era in una posizione molto lontana dagli standard di questo club, anche se anche nei momenti difficili bisognerebbe sempre essere almeno nelle prime 5 posizioni”

Per Mancio è importante che anche i tifosi diano il loro supporto e lo ha sottolineato, in più ha parlato di possibili movimenti di mercato e del buon momento di Brozovic: “Per raggiungere un obiettivo importante ci vuole sempre un grande pubblico, oltre che un ottimo club e squadra. Ci vuole sintonia totale, anche perché così si possono superare anche i primi momenti difficili. Un ambiente sano è fondamentale. La Juventus? Ha ottenuto una serie di vittorie, era l’unico gruppo per tornare in alto. Sta guadagnando i punti persi all’inizio, ha cambiato molto, ma ora il gruppo si è unito e sono tornati in alto. Chi cambieremo a gennaio? Credo nessuno. Nagatomo? Ci troviamo bene con lui, non è mai triste ed è sempre contento. Un grande professionista che può giocare anche in altre posizioni, a gennaio resterà. Brozovic? Marcelo ha qualità, è giovane e sta iniziando proprio ora a diventare molto bravo. Riesce a fare gol, cosa che prima non gli riusciva benissimo. Ha una media alta di corsa, può giocare sia come titolare che dall’inizio”

Leggi anche:   Lazio Fiorentina 1-1| cronaca e tabellino del match
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement