Questione Totti: interviene Pallotta

Il n.1 giallorosso: “È fondamentale per il nostro futuro”

“L’avevo invitato a Londra, non so perché non si sia presentato”, in risposta a chi ha lasciato che serpeggiasse la notizia di un mancato invito da parte dell’americano. La lunga intervista concessa dal presidente dell’AS Roma ai microfoni societari sembra a tratti rassicurante, a tratti getta qualche ombra sul futuro societario dell’ex numero 10 di Trigoria. Pallotta avrebbe rassicurato a Totti tutto il tempo necessario per riflettere, coronandolo inoltre come migliore scopritore di talenti in circolazione. Lusinghe importanti, specialmente se seguite da offerte allettanti come l’incarico di Direttore Tecnico, ruolo che darebbe a Francesco Totti una maggiore libertà d’iniziativa, che si è nei fatti manifestata, secondo Pallotta, nella scelta e nella conclusione della trattativa di Ranieri, il cui ritorno nella Capitale sulla sponda giallorossa è servita per traghettare la squadra ad un meno burrascoso finale di campionato. Libertà d’azione che prima, agli atti, apparteneva in misura maggiore a Monchi, ora non più parte dello staff societario della Roma.

“Domenica sera sono andato a cena con degli uomini del mio staff e Franco Baldini mi ha sottolineato quanto sia importante Totti per la nostra società. Senza alcun dubbio – conclude Pallotta – ci piacerebbe vedere Francesco come una parte fondamentale del nostro futuro. Lavorando con i vertici della nostra dirigenza sportiva potrà iniziare a scrivere un nuovo capitolo della sua carriera”.

Tutto da vedere. Le notizie che circolano in giro, però, sembrano molto più eterogenee: Sky, ad esempio, vedrebbe nel principio della prossima settimana l’imminente addio di Totti all’incarico. Il calciomercato di questa estate, cosa certa ormai, riserva grosse sorprese e scossoni.