Il punto sul mercato: Djordjevic e Gonzalez sempre più lontani dalla Capitale

Mentre sul mercato in entrata si stenta a dare nomi di livello per una rosa che va rinforzata, più aperto è il discorso esuberi. In primis c’è da risolvere la questione Gonzalez, che, tornato dal prestito, non ha trovato in alcun modo posto nella nuova Lazio di Inzaghi. L’uruguagio stesso ha ammesso di voler andare via, per il bene suo e della Lazio:” Penso che a gennaio andrò via. Già da tempo sto pensando di lasciare la Lazio, visto che non vengo praticamente utilizzato. La Lazio dovrebbe farmi partire visto che sta pagando lo stipendio di un calciatore che non gioca mai.” Parole che lasciano poco all’immaginazione, sembra che sia il Velez (Argentina) il primo interessato al Tata, destinazione gradita anche al giocatore, che vuole rimettersi in gioco.

Nella lista dei partenti, ma questo lo sappiamo da tempo, c’è anche Filip Djordjevic. Il giocatore interessa molto in Francia, ma Lotito sembra aver alzato troppo l’asticella per l’acquisto del suo cartellino. Sicuramente abbassando le pretese si raggiungerà una separazione che dall’inizio di quest’anno sembrava inevitabile, visto lo scarso rendimento del serbo con la maglia biancoceleste. L’ultima squadra ad aver chiesto informazioni è stata il Lione, mentre il discorso Pescara si è chiuso ancor prima di iniziare. Quel che è certo è che sia il giocatore che la società prenderanno strade diverse. Infatti è proprio da questa cessione che partirà la ricerca per un vice-Immobile, il quale ha assolutamente bisogno di qualcuno che lo faccia rifiatare, dal momento che il giocatore biancoceleste non viene quasi mai sostituito.

Negli ultimi mesi il vice ideale era stato individuato in Paloschi, ma da quanto emerge l’operazione potrebbe essere più complicata del previsto, nonostante l’atalantino non abbia mai trovato spazio con Gasperini. Un altro nome recente è Avenatti, giocatore della Ternana con il contratto in scadenza a Giugno. Il profilo è interessante ma probabilmente servono giocatori di ben altro peso là davanti; il tutto è comunque legato alla partenza di Djordjevic.

Urgente è la questione sul sostituto di Keita, visto che il senegalese partirà con la sua nazionale per la Coppa d’Africa e sarà inutilizzabile fino a Marzo (senza contare il fatto della condizione dei giocatori che tornano proprio dalla Coppa d’Africa). Molto interessanti le parole rilasciate dall’agente di Emanuele Giaccherini, il quale si dichiara aperto a una probabile offerta della società biancoceleste. Giocatore molto duttile,  amico di Marco Parolo e che farebbe molto comodo alla causa. Ancora niente di rilevante per poter dire che una trattativa è stata intavolata, ma di certo è un profilo ideale per questa Lazio. Il mercato invernale non è semplice, ma la stagione, innegabilmente di alto livello, dei biancocelesti ha dimostrato che in panchina ci sono ben poche soluzioni, come i giocatori acquistati in estate utilizzati davvero raramente o i giovani lanciati dal mister, i quali non hanno di certo sfigurato, e che la Lazio pecca di esperienza in mezzo al campo nei momenti difficili. Intervenire è urgente, non con acquisti sbalorditivi ma mirati ed essenziali.