Se ti piace il nostro Format, aiutaci a rimanere online con una semplice donazione di 0,80 €

Nesta: “Sono andato via perché mi hanno venduto, io sarei rimasto a vita! La Lazio si riprenderà”

Alessandro Nesta, è ora il nuovo tecnico del Miami Fc, come annunciato quest’oggi dai media statunitensi. Nella serata di ieri l’ex capitano biancoceleste era ospite della trasmissione Tiki Taka in onda su Italia1. Nesta h parlato a tutto tondo del campionato di Serie A e della Lazio, di ieri e di oggi. Ecco le sue parole: “La favorita resta la Juve anche se vederla così a zero punti fa un po’ effetto. La Roma ci crede? Non ha senso parlare di scudetto alla seconda giornata. A Roma si vive di eccessi”. Poi sulla pessima figura della Lazio ammette: “Brutta sconfitta, vengono anche all’eliminazione in Champions. È un momento particolare, ma hanno un allenatore bravissimo che saprà risollevare la squadra”. Poi un passo indietro a quell’estate del 2002 quando lasciò la sua amata Lazio: “Sono andato via perché mi hanno venduto altrimenti sarei rimasto. Lo sanno tutti, anche il presidente di allora Cragnotti. Ero una plusvalenza gigante essendo partito dal settore giovanile e la Lazio era in grande difficoltà”. Poi sull’avventura come coach del Miami Fc: “Se da tecnico parlo portoghese alla Mourinho? Niente portoghese, devo parlare bene l’inglese. Spero di prendere un po’ da tutti gli allenatori che ho avuto. Il presidente è molto ambizioso ed è disposto a prendere giocatori importanti. Non abbiamo scuse, dobbiamo vincere il titolo”. Il ritorno in Italia, invece, non lo convince: Come scelta di vita spero di rimanere qui. I miei figli studiano qui. Un giorno si vedrà“. Inoltre un commento su Sinisa Mihajlovic, suo ex compagno nella Capitale e ora alla guida del Milan: “Ha lo spessore giusto per mettere a posto le cose. Ha un carattere forte, è la persona giusta per i rossoneri”. Non può mancare poi un commento su Balotelli, in orbita Lazio fino a qualche settimana fa, poi tornato proprio al Milan: “Negli ultimi anni ha preso qualche mazzata tra Milano e Liverpool. Ora è tornato al Milan e non può più sbagliare”. Il numero 13 ha poi parlato anche di Romagnoli, cresciuto proprio con Nesta come idolo: “È giovane, è arrivato a Milano e tutti parlano di lui. Ora non verrà più giudicato come un ragazzo ma come una promessa”. Infine, una dichiarazione d’amore al calcio giocato: “Mi manca tantissimo il campo. Ora vado a giocare a calcetto con gli americani. Mi riempiono di calci ma vado lo stesso perché non ne posso fare a meno”.