Connect with us

Intervista

Marika Fruscio su Lazio-Napoli: “Napoli in un momento d’oro, ma la Lazio..”

Published

on

E’ provocante, perchè no anche sexy, uno tra i desideri più arditi degli italiani, principalmente dei tifosi azzurri: la supertifosa Marika Fruscio è diventata ultimamente una valida opinionista sul mondo partenopeo, e in esclusiva su LazioPress, ha rilasciato dichiarazioni molto interessanti riguardanti la sfida di domani sera all’Olimpico tra la Lazio e il suo Napoli:

Un’altra vittoria spettacolare del Napoli contro l’Empoli. Come giudichi il momento attuale della squadra?

“Il Napoli è sicuramente in un momento d’oro. La vittoria contro l’Empoli non è stata facile come può far sembrare il risultato finale. E’ stata una grande dimostrazione di forza, vincere anche con le piccole è fondamentale. Domenica la partita non era iniziata nel migliore dei modi con il gol di Paredes, ma la squadra ha alzato la testa ed ha cominciato a giocare come sa, con un gioco offensivo e con i tre attaccanti che hanno fatto la differenza. Higuain, Insigne, Callejon ma anche Mertens e Gabbiadini sono giocatori fantastici. Il Napoli secondo me ha l’attacco più forte del campionato. Anche in difesa le cose vanno bene, anche se qualche volta abbiamo delle amnesie che possono costare caro in certe situazioni”.

Higuain e Insigne ancora in gol contro l’Empoli. Sono loro i trascinatori del Napoli?

“Con l’Empoli la squadra ha fatto una grande rimonta. Higuain è una sicurezza, è sempre il protagonista delle vittorie del Napoli. I numeri sono impressionanti, 22 gol in 22 partite, è come una tassa! Insigne anche sta giocando alla grande, il tandem con il Pipita è davvero efficace e spettacolare. Entrambi però sono valorizzarti dal grande gioco di squadra. Il Napoli gioca bene, da spettacolo e ottiene risultati, e grande merito va dato certamente a mister Sarri”.

Domani c’è Lazio-Napoli. Che partita si aspetta? I biancocelesti possono mettere in difficoltà i partenopei?

“La Lazio è un’ottima squadra con grandi individualità. A Udine ha perso una grande chance per risalire la classifica, le manca sempre un po di concretezza per andare a vincere le partite. Contro l’Udinese i biancocelesti meritavano sicuramente di più, sono stati anche sfortunati con le occasioni di Matri e di Konko. La partita con il Napoli può essere la gara della svolta per la Lazio, battere una grande darebbe uno slancio alla stagione. Il Napoli deve stare attento, giocatori come Klose, Candreva, Keita sono pericolosissimi. La squadra secondo me sta facendo un ottimo campionato considerando tutti i problemi, dalla società alla questione della curva. Non è facile giocare in queste condizioni, ma squadra e allenatore hanno saputo reagire. Poi sono simpatizzante della Lazio, dopo che gli ultras biancocelesti hanno pagato l’albergo ad Antonella Esposito in occasione di Lazio-Napoli dopo la tragedia della morte di Ciro. E’ stato un gesto fantastico”.

Secondo te chi saranno i giocatori decisivi di questa sfida?

Leggi anche:   Juventus Lazio 1-0| cronaca e tabellino del match

“Sarà una gara spettacolare domani, per la posta in palio e per i grandi giocatori che scenderanno in campo. Se devo sceglierne due, punto su Higuain e Klose. Per il Pipita sono finiti gli aggettivi, è un campione. Ma il nuovo Higuain è soprattutto merito di Sarri. Ora l’argentino è più calmo, in sintonia con il gruppo. E’ diventato un leader fuori e dentro il campo. Sarri è riuscito a toccare i tasti giusti con il Pipita, cosa che Benitez non era riuscito a fare. Klose è un altro fuoriclasse. Non sta giocando ai suoi livelli quest’anno, ma credo che la gara con il Napoli possa essere anche per lui quella della svolta. La Lazio se vuole conquistare l’Europa ha bisogno del vero Klose”.

Una sfida anche tra due ottimi allenatori: Sarri e Pioli. Che ne pensi dei due tecnici?

“Sarri sta dimostrando di essere tra i migliori allenatori in Italia. Qui a Napoli lo chiamano “mister 33 schemi”. Il mister prima di trovare la quadratura del cerchio ha provato molti moduli, cercando di amalgamare al meglio gli uomini a sua disposizione. Ora con il 4-3-3 ha trovato la giusta direzione: la squadra gioca che è una meraviglia, è equilibrata e in difesa è molto più solida rispetto agli anni passati. Il suo grande successo è stato rivitalizzare quasi tutta la rosa. Jorginho era sparito dai radar con Benitez, ora è il cervello del Napoli. Hamsik, Higuain, Koulibaly, Insigne. I meriti di Sarri sono evidenti. La squadra gioca un grande calcio e per ora è in testa alla classifica. Anche Pioli è un ottimo allenatore, la Lazio dell’anno scorso era fortissima ed esaltava per il gioco, noi purtroppo lo sappiamo bene. Quest’anno tutte le situazioni che la circondano non hanno aiutato la squadra ad esprimersi come ha dimostrato di saper fare. Le manca continuità e concretezza, i giocatori di livello ci sono per poter risalire la classifica”.

Entrambe le squadre saranno impegnate in Europa League. Possono arrivare in fondo alla competizione?

“Il Napoli nel girone è stata nettamente superiore alle sue avversarie, con molte vittorie larghe e spettacolari. Certo, ora arriveranno le sfide con squadre di livello, e questa sarà la vera prova del 9 per i partenopei. Ma sia il Napoli che la Lazio hanno tutte le carte in regola per poter arrivare in fondo”.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement