Manuel Lazzari mira la Juventus: ” Non siamo secondi a nessuno”

Nella gara di ieri tra Lazio-Udinese, si è visto un Manuel Lazzari scoppiettante nonostante l’alto minutaggio nelle gambe di quest’ultimo periodo. La sesta vittoria consecutiva ha caricato tutti i biancocelesti che mettono nel mirino la Juventus.

Al termine del match, l’esterno biancoceleste è intervenuto ai microfoni biancocelesti parlando appunto della quindicesima giornata di campionato dove la Lazio ospiterà i bianconeri che distano solamente 6 punti.

“Quest’oggi noi ci siamo divertiti insieme al nostro pubblico. Potevamo segnare altre reti, ma siamo contentissimi. Ora penseremo al prossimo incontro con la Juventus, la Lazio non è seconda a nessuno, il valore è sotto gli occhi di tutti. Nella nostra squadra ci sono dei fenomeni, sarà difficile sfidare i bianconeri, ma siamo fiduciosi. C’era poco tempo per preparare la gara di oggi con l’Udinese, una squadra fisica che poteva farci male sui calci piazzati, invece siamo riusciti a gestire bene il pallone facendo correre i nostri avversari che, in questo modo, si sono stancati. 

Siamo stati bravi a sfruttare subito le occasioni che abbiamo costruito, è stata una grande partita. Stiamo attraversando un ottimo periodo di forma. Anche all’inizio la prestazione c’è sempre stata, ora abbiamo fatto registrare sei vittorie di fila, dobbiamo continuare a sfruttare ogni occasione e continuando così possiamo fare grandi cose. Non ero abituato alle tre partite in sette giorni, ma alla Lazio si lavora molto bene. Anche chi è all’interno della Società è molto bravo a farti recuperare, non pensavo di svolgere una partita del genere. 

Siamo contentissimi per questa grande vittoria, ora dobbiamo pensare alla prossima gara che è importantissima. I tifosi sono splendidi, quando c’è così tanta gente è bellissimo entrare in campo. I tifosi sono il nostro dodicesimo uomo in campo e anche se non la sblocchiamo subito ci incitano, sono un’arma in più e dobbiamo sfruttare la loro spinta. La Nazionale? Per ogni giocatore sarebbe qualcosa di straordinario, ho avuto la fortuna di esordire lo scorso anno e mi porterò dietro questo ricordo. L’Italia gioca anche con un altro modulo, ma io cerco di mettercela tutta. Se verrò richiamato sarò felicissimo, ma prima devo far bene con la Lazio”. 

Leggi anche:   PROBABILI FORMAZIONI 16^ GIORNATA