Connect with us

Calciomercato Lazio

Lotito replica agli scontenti :” Venissero allo stadio “

Published

on

lotito tare
A margine della conferenza per celebrare il centenario della nascita di Silvio Piola, Claudio Lotito ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai cronisti presenti: “290 gol sono tantissimi, è il goleador più importante del calcio italiano. 143 li ha realizzati con la maglia della Lazio, siamo orgogliosi di averlo avuto nella nostra società. È stato un campione non solo sul campo ma anche nella vita quotidiana, un esempio per le future generazioni. Umile nell’approccio alla vita quotidiana, una persona libera nel proprio agire, capace di ottenere risultati starordinari sul campo di calcio. Non è un caso che oggi a distanza di 100 anni lo stiamo ancora ricordando”.

A poco più di una settimana dalla chiusura del calciomercato, le polemiche in casa Lazio stentano a diminuire: Ai tifosi che si lamentano del mercato non rispondo niente. La Lazio è l’unica società che non si è privata dei proprio gioielli, pur avendo ricevuto tante offerte. Ha spesso 28 milioni, ha messo nella condizione la rosa di essere competitiva in tre competizoni, con ricambi di altissima qualità in ogni ruolo, abbiamo 22 titolari. L’anno scorso si lamentavano che c’era solo Ledesma regista , quest’anno c’è Biglia e si lamentano lo stesso. Il tifoso deve tifare e andare allo stadio, poi se ritiene, a campionato finito, che i risultati non siano soddisfacenti, può criticare. Yilmaz? Nnon era nei nostri piani, ci è stata presentata questa opportunità chiaramente non precostituita, perché la Lazio aveva già acquistato Perea. Non ci sono state le condizioni. Ci saranno conseguenze di carattere penale per comportamenti non all’insegna dei valori dello sport, da parte di alcuni interlocutori. Non parlo del Galatasaray, si sono comportati in maniera corretta, con loro avevamo trovato l’accordo e anche con lo stesso giocatore era stato siglato l’accordo. I problemi sono nati al momento della stipula, quando ho ritenuto di non dover soggiacere a ricatti ed estorsioni, rientra nella mia indole . Continuerò ad accrescere le potenzialità di questa squadra nel rispetto dell’equilibrio economico finanziario , non farò fallire la società per ascoltare le voci di persone incompetenti. A posteriori abbiamo fatto bene così. Gli scontenti ci sono sempre, non si possono accontentare tutti. Il primo scontento sono io, perché la gente non viene allo stadio, se viene contribuisce alle sorti della società, se non viene allo stadio non può parlare”.

Leggi anche:   Mattia Zaccagni: ecco le cifre per blindarlo alla Lazio

 Domenica in panchina contro di noi? Non può. Queste le parole pronunciate ieri dal ds clivense Sartori. Ecco la replica Lotito: Non parlo con i direttori sportivi, al massimo parlo con i miei omologhi. Sorrido perché penso di conoscere molto bene le norme sportive, visto che sono un organo deputato a farle applicare e ritengo che non ci sia nessun presupposto per fare ricorso. Sartori ancora parla di un contratto in scadenza nel 2013, forse dimentica che andava in scadenza nel 2014, perché così è stato riferito dalla Federazione svedese. Il nostro contratto ha avuto l’avallo della Federazione svedese e il transfer della Federazione italiana, tutto il resto sono chiacchiere da bar, come la storia di Yilmaz. Berisha lo abbiamo pagato, ci siamo comportati in maniera trasparente, ha firmato, non vedo problemi. Le teorie dei procuratori portano ad interpretazioni fuori dalla logica. Non mi pongo il problema di cosa abbia fatto il Chievo, non me lo pongo visto il rapporto di amicizia e stima reciproca con Campedelli. Come presidente della Lazio mi assumo la responsabilità del comportamento della Lazio. Bisognerebbe capire come mai il Kalmar non sapeva che Berisha avesse firmato con il Chievo. La norma obbliga di contattare i giocatori solo previo raccomandata con ricevuta di ritorno in cui si comunica che si vuole contattare il giocatore. Il Chievo credo ne faccia un fatto legato al comportamento del giocatore, con noi non ha nulla di cui lamentarsi. Voi volete fare polemiche, parlate ancora di Berisha e Yilmaz”. 

LALAZIOSIAMONOI

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Lotito a Il Messaggero: ” Nessun patto per il mercato di gennaio, Formello? Primo nel mondo…”

Published

on

lotito calciomercato

Claudio Lotito rilascia un’intervista a Il Messaggero riguardante il mercato di gennaio e il ritiro del 12-22 dicembre 2022.

RITIRO – «Formello ormai è diventato uno dei primi 4-5 centri sportivi nel mondo, parola del presidente Fifa Infantino, dopo averlo visitato. È chiaro che Sarri non voglia più muoversi da qui, nemmeno per il ritiro. Mica ha torto. Vedremo di conciliare il tutto nella fase finale di dicembre con le amichevoli all’estero».

MERCATO – «Non c’è alcun patto per comprare a gennaio un giovane terzino sinistro, anche perché, lo ripeto ancora, deve uscire prima eventualmente qualcuno da un organico ampio. Kamenovic e Fares? Loro già non giocano...».

Leggi anche:   Lotito a Il Messaggero: " Nessun patto per il mercato di gennaio, Formello? Primo nel mondo..."
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Mattia Zaccagni: ecco le cifre per blindarlo alla Lazio

Published

on

rinnovo zaccagni lazio

Lotito sta preparando un rinnovo di contratto per Mattia Zaccagni. Secondo la rassegna stampa di Radiosei, il presidente della Lazio vuole blindare il suo arciere. Arrivato nell’agosto del 2021 ha firmato un contratto con la Lazio fino al 2025 per 1,5 milioni di euro.

Diventato quasi subito una pedina fondamentale nello scacchiere di Sarri, l’esterno biancoceleste potrebbe firmare a breve un contratto che lo legherà alla Lazio fino al 2027 passando da 1,5 milioni di euro più bonus a stagione a 2,5 milioni di euro a stagione.

Leggi anche:   Lotito a Il Messaggero: " Nessun patto per il mercato di gennaio, Formello? Primo nel mondo..."
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Difficile l’addio di Muriqi al Mallorca a gennaio

Published

on

muriqi mallorca

Dopo una brutta esperienza in maglia biancoceleste, con quasi 50 presenze ed un solo goal in una stagione e mezzo, Vedat Muriqi è rinato in Spagna con il Mallorca dove sta dando prova di grandi prestazioni.

Nelle ultime ore si è parlato del possibile addio del kosovaro a gennaio verso squadre come l’Aston Villa ed il Siviglia. Il suo contratto scade nel 2027 e contiene una clausola rescissoria di circa 40 milioni di euro. La Lazio ha il diritto al 45% su una futura rivendita, per questo la società starebbe monitorando la situazione.

Nonostante i rumors, l’attaccante non sembrerebbe essere totalmente interessato a lasciare la sua squadra dopo le ottime prestazioni. Sono 8 i goal dopo solo 12 presenze in Liga quest’anno, dietro solamente ad un certo Lewandoski. Il Mallorca si trova attualmente all’undicesimo posto, lontano dalla zona retrocessione.

Vedremo durante il mercato invernale come si evolverà la situazione.

Leggi anche:   Mattia Zaccagni: ecco le cifre per blindarlo alla Lazio
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza