Connect with us

News

Lotito chiede la verità sui fatti di Varsavia :” Sia fatta chiarezza sull’accaduto “

Published

on

Lazio-Napoli serie A

Anche il presidente Lotito ha voluto dire la sua sugli avvenimenti accaduti in Polonia e sui fatti d’attualità intorno alla Lazio. Intercettato all’uscita del Consiglio Federale, il patron biancoceleste ha dichiarato ai cronisti presenti: “I fatti di Varsavia? Per prima cosa bisogna accertare le cose come siano accadute, altrimenti facciamo come le altre volte che accusiamo le persone per il nulla.Ieri avevamo delle notizie che riportavano un’aggressione avvenuta nell’albergo dove stavano i nostri tifosi. Ricordate tutti sicuramente come nella partita d’andata, non ci fu un comportamento esemplare dei tifosi polacchi. Poi se alcuni tifosi si siano attrezzati con mezzi di offesa questo lo apprendiamo dai giornali. Io non penso che si siano recati in Polonia con certi oggetti. Ieri stavano nell’albergo e sono stati aggrediti lì. Noi ci stiamo informando come società e stiamo al di fuori di questa situazione non avendo il controllo sul territorio dunque non siamo responsabili. Non conosciamo il tifoso della Lazio personalmente e non possiamo mettergli un carabiniere dietro per far sì che il suo comportamento sia all’insegna delle regole. Più che criticare, lanciare appelli e fare prevenzione non possiamo fare. Di certo sono situazioni che non fanno bene al calcio italiano”.

Ovviamente si parla anche di Petkovic: Non mi ha comunicato nulla, sono abituato ad affrontare i problemi in forma ufficiale. I giornalisti svizzeri non sbagliano e sono precisi? Alcuni orologi non sono così, certi vanno troppo avanti… Io non so nulla di questa situazione, se il problema si presenterà vedremo. Il comportamento dell’allenatore fino ad ora è stato esemplare, noi l’abbiamo sostenuto anche quando la stampa era contro di lui. Ora il problema non c’è, più avanti se sarà necessario faremo la cosa migliore”.

Una battuta anche sulla Lazio vista ieri era in campo: “Sicuramente ha dimostrato aggressività, spirito di gruppo, compattezza, ha dimostrato di meritare il risultato, significa che contrariamente a quello che avevate scritto voi è viva e che ha tanti elementi che hanno potenzialità per poter dimostrare che la Lazio ha fatto acquisti idonei. Ora contro il Napoli sarà una gara importante contro una squadra che sta facendo bene, vedremo i giocatori che avremo a disposizione. Tare piace all’Inter? Non so se piace, io faccio un ragionamento di carattere tecnico-pratico. Con Tare c’è rapporto di stima e di grande affetto, è una persona che ho messo io nelle condizioni di svolgere quel ruolo quando lui faceva il giocatore. Ritengo che nella Lazio abbia tutto lo spazio per poter decidere, ci confrontiamo quotidianamente e non so se l’Inter possa essere appetibile. La Lazio per lui rappresenta la possibilità di poter ancora attuare delle sfide che possono trovare conferma in questo campionato ma soprattutto nel proseguio perché abbiamo messo in atto un progetto che troverà conferme di risultato a breve termine.Galliani alla Lazio? Bisogna vedere se lui sarebbe disposto a venire. Gli assetti in Lega? Io penso che la maggioranza che è stata confermata in Lega è stata confermata in base al numero dei votanti, la maggioranza è consistente e non credo che la politica del Milan, qualora dovessero cambiare i rappresentati, sarà difforme da quella che è la posizione attuale”. 

Alla fine un’ultima dichirazione su Hernanes: “In ogni giocatore ci sono alti e bassi, fare calcio a Roma è difficile. Voi legate sempre i problemi dello standard di condizione alla situazione contrattuale”.

Leggi anche:   Lotito chiude il mercato: " Resta sia Milinkovic che Luis Alberto... ho mantenuto le promesse..."
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Conferenza Stampa SS.Lazio

Lazio – Bologna, le parole di Sarri in conferenza stampa

Published

on

sarri acerbi

La Lazio porta a casa i primi tre punti della stagione con una vittoria di misura contro il Bologna. Di seguito le dichiarazioni rilasciate da Maurizio Sarri nella conferenza stampa post-partita:

“La partita è stata difficile, sembrava una di quelle gare dove ogni episodio ti va contro. La mia preoccupazione era giocare tutta la partita con questo clima. Sono soddisfatto di come la squadra ha tenuto a livello fisico, ma anche dell’aspetto tattico e caratteriale. Siamo riusciti a ribaltare la gara al primo momento utile. 

Ho protestato per tutta la partita ed anche giustamente. Non entro nel merito degli episodi ma la conduzione della gara non mi è piaciuta. 

Prima pagina Gazzetta? Basta non leggere i giornali, io non me ne ero accorto. 

Gli ingressi sono stati tutti di alto livello. Provedel è entrato benissimo, Luis Alberto si è messo in un ruolo che non è suo e si è messo davanti la difesa e lo ha fatto molto bene. Hysaj l’ho visto in grande crescita, Vecino bene ma so che può fare ancora di più. Cancellieri mi ha sorpreso davvero tanto. 

Cancellieri sta facendo un percorso per fare anche un altro ruolo, ora non possiamo chiedergli tutto e subito. Se entra come oggi può fare benissimo l’attaccante centrale. A livello di movimenti ha un ottimo attacco della profondità innato. Vediamo e poi decidiamo se farà l’esterno o il centravanti. 

Lo scorso anno nella classifica dei ribaltamenti del risultato siamo stati una delle squadre migliori. Poi un carattere come quello di oggi l’ho visto raramente. Ora vediamo sulla continuità se siamo leoni oggi e domani torniamo gatti. 

Romagnoli ha chiuso la gara con un po’ di affaticamento ed era normale. A me piace perché è intelligente, ha delle letture importanti e questo sopperisce ad una piccola mancanza di velocità. Per me diventerà un punto di riferimento di questa difesa. 

È inutile parlare con Maximiano in questo momento, appena siamo entrati nello spogliatoio ha chiesto scusa a tutti. È un errore e ci può stare, dobbiamo accettarlo. Le scelte future non si baseranno su un singolo errore”. 

Leggi anche:   Calciomercato Lazio: Tare firma con il Rapid Vienna salutando e ringraziando
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna | Ciro Immobile: ” Gol che pesava tantissimo…”

Published

on

lazio bologna immobile

Ciro Immobile sigla il gol della vittoria al 78esimo minuto di gioco e regala i primi 3 punti in Lazio-Bologna. Il capitano biancoceleste è intervenuto ai microfoni di Sky:

“Un gol che pesava tantissimo, meritavamo la vittoria, oggi non tanto per il gioco espresso ma per le difficoltà che abbiamo incontrato durante la partita e per le situazioni che si sono create. Questa squadra ha dimostrato grande carattere, quello che ci mancava per fare il salto di qualità e che ci ha sempre chiesto il mister. La gente meritava questo tipo di partita: lottare e avere fame di vittoria. Questo gol è per tutto il popolo laziale”.

Gli Obiettivi  “Crescere e migliorare. L’anno scorso siamo arrivati quinti nonostante le problematiche del cambio modulo. Quest’anno alibi zero, sono arrivati tanti giocatori, tutti forti che credono nel progetto. Li abbiamo fatti sentire a casa come sempre. Ci sono ottime potenzialità, manca solo il salto di qualità di cui parlavo prima”.

Capitano  “Faccio il mio lavoro dentro e fuori dal campo, poi ovvio che ognuno vuole giocatori forti e se qualcuno mi chiede qualcosa dico la mia, ma non voglio intromettermi in cose che ancora non fanno parte del mio ruolo, anche se non so cosa farò quando smetterò. Ci tenevo anche a fare il video per gli abbonamenti, abbiamo bisogno di questo, che la gente ci accompagni in casa e in trasferta”.

Leggi anche:   Biglietti Sampdoria-Lazio: il comunicato della Lazio
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

Lazio-Bologna 2-1: una rimonta da urlo! Male Maximiano

Published

on

lazio bologna

Dura solamente 6 minuti la partita di Luis Maximiano che prende un rosso diretto per aver preso la palla con le mani fuori dall’area di rigore. Non ricordiamo una partita della Lazio dove debuttano i due portieri. Un ingenuità che lascia la compagine biancoceleste in 10 uomini per tutta la partita. Ma la differenza in campo con l’uomo in meno non si vede e la Lazio riesce a rendersi pericolosa con Ciro Immobile. AL 38esimo di gioco Mattia Zaccagni regala un rigore che porta in vantaggio il Bologna con Arnautovic.

Allo scadere del primo tempo cessa l’inferiorità numerica con l’ennesimo fallo di Soumaoro  che gli costa il doppio giallo.

Nel secondo tempo la Lazio stringe i denti e riprende il controllo del match. Bene Provedel in qualche occasione che salva il risultato ma soprattutto da notare un super Manuel Lazzari che provoca l’autogol di De Silvestri dopo una galoppata. Tutto il Bologna è in balia del terzino biancoceleste. Ci pensa poi Ciro Immobile al 79esimo e siglare il gol che vale i 3 punti.

LAZIO-BOLOGNA 2-1

Marcatore: 38′ rig. Arnautovic (B), 68′ aut. De Silvestri (L), 79′ Immobile (L)

LAZIO (4-3-3) – Maximiano; Lazzari (83′ Hysaj), Patric, Romagnoli, Marusic; Milinkovic (83′ Vecino), Cataldi (65′ Luis Alberto), Basic (8′ Provedel); Felipe Anderson (83′ Cancellieri), Immobile, Zaccagni. 

A disp.: Adamonis, Gila, Radu, Kamenovic, Marcos Antonio, Bertini, Romero, Moro. 

All.: Maurizio Sarri

BOLOGNA (3-5-2) – Skorupski; Soumaoro, Medel, Lykogiannis (64′ Kasius); De Silvestri, Dominguez (74′ Barrow), Schouten, Soriano (64′ Aebischer), Cambiaso (86′ Vignato); Sansone (46′ Bonifazi), Arnautovic.

A disp.: Bardi, Bagnolini, Angeli, Orsolini, Raimondo, Motolese, Amey, Urbanski, Mbaye.

All.: Sinisa Mihajlovic

Arbitro: Luca Massimi (sez. Termoli)

Assistenti: De Meo – Scarpa

IV uomo: Pezzuto 

V.A.R.: Ghersini 

A.V.A.R.: Lo Cicero 

NOTE. Ammoniti: 23′ Sansone (B), 38′ Arnautovic (B), 40′ Soumaoro (B), 53′ Cambiaso (B), 58′ Sarri (L). 71′ Lazzari (L), 86′ Aebischer (B), 90′ Immobile (L)

Espulsi: 6′ Luis Maximiano (L), 45’+4′ Soumaro (B)

Recupero: 5′ pt, 6′ st

Serie A TIM | 1ª giornata

Domenica 14 agosto 2022, ore 18:30

Stadio Olimpico, Roma

Leggi anche:   Lazio - Bologna, le parole di Sarri in conferenza stampa
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design