Leonardo vuole giustizia: “C’erano mille motivi per sospendere la partita”

Leonardo rosica, in Milan-Lazio la partita andava sospesa, parola del ds Rossonero

Ancora polemiche dopo Milan-Lazio. Dopo il comunicato ufficiale del Milan, gli articoli dei giornali, arriva anche la protesta del ds rossonero Leonardo:

C’erano almeno mille motivi per interrompere quella partita. Con le nuove norme, non doveva attendere neppure il secondo o il terzo coro, gli bastava il primo per richiamare le squadre al centro del campo“. E che gli insulti ci siano effettivamente stati sarebbe provato dai due annunci trasmessi dagli altoparlanti nel corso della partita. Così Leonardo tenta di portare acqua al suo mulino. Nell’ottica del brasiliano, infatti, l’errore più grande sarebbe stato commesso dal direttore di gara: spettava a Mazzoleni il compito di sospendere la gara. Perché se Bakoyoko e gli altri giocatori in campo avessero avanzato quel tipo di richiesta all’arbitro la situazione sarebbe degenerata. Il loro comportamento, invece, – come pure quello dei biancocelesti – per Leonardo è stato encomiabile. “Non eravamo noi a doverci muovere per chiedere la sospensione”

Lalaziosiamonoi