Connect with us
test2

News

Lazio-Juventus, Sarri in conferenza stampa: ” Rigore dato con il fermo immagine!”

Published

on

La Lazio esce sconfitta contro la Juventus con molte polemiche per l’ arbitraggio di Di Bello. Al termine del match, Sarri allenatore della Lazio, ha parlato in conferenza:

Quanto ha influito l’assenza di Immobile visto che comunque la Lazio ha creato tanto gioco ma è mancata nel finale? Var o moviola?

“Cataldi ha fatto rigore su uno dietro a lui, è una delle prime volte. Di Bello era a tre metri, ha visto benissimo e ha giudicato benissimo. Non si può giudicare col fermoimmagine. Se si va al fermoimmagine, dopo dieci minuti c’era rigore su Pedro. Pedro ha preso una leggera spinta, ma se vado al Var e vedo un fermoimmagine, do il rigore. Sono rigorini di cui ha parlato Gasperini tempo fa, si vedono solamente nel nostro campionato in cui c’è un’incidenza di rigori doppia rispetto agli altri campionati. Secondo me la squadra ha fatto bene. Siamo partiti bene, abbiamo rifatto benissimo per 30 minuti nel secondo tempo. Ci siamo disuniti nel fianle e abbiamo iniziato a concedere le ripartenze. Fino al 30′ del secondo tempo abbiamo avuto un predominio totale, senza subire contropiedi. Abbiamo fatto il 77% del predominio territoriale. Non siamo riusciti a trasformare tutto questo in pericolosità. Non era neanche semplice, il 4-5-1 della Juventus non è neanche facile da scardinare. Immobile è un grande giocatore, un attaccante che fa 35-40 gol all’anno, è difficile da rimpiazzare. Non per noi, per qualsiasi squadra”. 

Immobile disponibile già a Mosca? Si aspettava qualcosa in più dal punto di vista tecnico dagli offensivi e dalle due mezzali?

“A un certo punto la gara era diventata difficile. Non possiamo neanche pretendere così tanto dai due esterni. Oggi l’hanno fatto forse un po’ meno rispetto al solito. È normale che ci siano partite in cui si faccia meno dal punto di vista individuale. Gli interni hanno fatto una discreta partita, li ho visti padroni del centrocampo. Forse qualche tentativo in più da fuori si poteva tentare. Immobile? Ancora non lo so, ha controllo domani, non so”.

Perché è stato ammonito? 

“Boh. Sinceramente non lo so. Ho solo detto che aveva fischiato fallo a uno che aveva l’avversario alle spalle. Come ha fatto a far fallo? Al di là dell’episodio del rigore… lasciamo perdere”. 

Che effetto le ha fatto ritrovare la Juventus e i suoi tifosi?

Leggi anche:   Lazio-Napoli, Cataldi in conferenza stampa: "Col Napoli partita tosta"

“Sinceramente dei tifosi della Juventus non m’interessa niente. Ho lavorato alla Juventus, ho allenato grandi giocatori, poi finisce lì, non m’interessa”. 

Seguici su Facebook!
Continue Reading
Advertisement

Calciomercato Lazio

Calciomercato, scelto il possibile rimpiazzo per Muriqi

Published

on

La sessione di calciomercato invernale è alle porte, per la formazione di Sarri servono rinforzi o sostituzioni dei giocatori che non hanno convinto il mister e la piazza.
L’obiettivo è quello di cedere Vedat Muriqi già in questa sessione di mercato ed è stato messo nel mirino il norvegese Erik Botheim, classe 2000 in forza al Bodø/Glimt.
L’attaccante norvegese con la maglia giallo-nero ha effettuato 26 presenze siglando 13 gol.

Leggi anche:   Lazio-Napoli, Cataldi in conferenza stampa: "Col Napoli partita tosta"
Seguici su Facebook!
Continue Reading

EditoriAle

Lazio-Udinese: probabili formazioni e statistiche

Published

on

Buone notizie per Maurizio Sarri per quanto riguarda l’infermeria biancoceleste. Pedro uscito malconcio in Napoli-Lazio ha recuperato dal piccolo fastidio al ginocchio dopo un contrasto di gioco. Mancherà però Luiz Felipe che con la diffida sulle spalle, ha rimediato il giallo della squalifica contro i partenopei. Sarà Patric a coprire l’italo-brasiliano al fianco di Acerbi. L’unico dubbio, dopo anche le dichiarazioni di Sarri su Felipe Anderson è proprio la sua maglia da titolare con Zaccagni pronto a partire dal primo minuto di gioco in attesa che il Pipe possa tornare a brillare in questa fase di down.

Per l’Udinese mancherà solamente Pereyra con Makengo al suo posto e Deulofeu a supporto di Beto.

Probabili formazioni

Giovedì, stadio Olimpico, ore 20.45

LAZIO (4-3-3): Reina, Lazzari, Patric, Acerbi, Hysaj; Milinkovic, Cataldi, Luis Alberto; Zaccagni, Immobile, Pedro. Allenatore: Sarri. A disposizione: Strakosha, Adamonis, Radu, Marusic, Akpa Akpro, Escalante, Leiva, Basic, Raul Moro, Romero, Felipe Anderson, Muriqi. Indisponibili: -. Squalificati: Luiz Felipe.

UDINESE (3-5-1-1): Silvestri; Becao, Nuytinck, Samir; Molina, Arslan, Walace, Makengo, Udogie; Beto; Deulofeu. Allenatore: Gotti. A disposizione: Padelli, Santurro, Carnelos, Perez, De Maio, Zeegelaar, Jajalo, Soppy, Forestieri, Samardzic, Pussetto, Success. Indisponibili: Pereyra. Squalificati: -.

ARBITRO: Piccinini di Forlì
ASSISTENTI: Pagliardini e Rossi
QUARTO UOMO: Rapuano
VAR: Maresca
AVAR: Di Iorio
TV: Dazn, Sky Sport Calcio, Sky Sport 251

Statistiche: Lazio e Udinese a confronto

Nelle ultime 5 partite l’Udinese ha totalizzato5 punti con 2 pareggi, 1 vittoria e 2 sconfitte mentre la Lazio, 6 punti con 2 vittorie, 2 sconfitte ed un pareggio. C’è da dire che la difesa friulana ha subito “solamente” 20 gol in questo campionato contro i 25 biancocelesti mentre l’attacco biancoceleste regna con altrettante 25 reti contro le 16 bianconere. 6 sono i punti di scarto con la banda di Sarri che con il duplice ko contro Napoli e Juventus si ferma all’ottavo posto con 21 punti ( a pari con Bologna, Juventus e Fiorentina al sesto posto ) mentre il quattordicesimo posto degli ospiti, li vede a 14 punti con Sampdoria ( Prossimo avversario della Lazio che andrà in trasferta ), ed il Venezia. Entrambe le squadre devono guardarsi le spalle, infatti i biancocelesti che hanno la Roma a +4 sopra di se, sotto ci sono Verona e l’Empoli a quota 19 punti ed il Sassuolo a quota 18 in cerca dell’aggancio.

Leggi anche:   Lazio-Udinese: la designazione

Bianconeri invece, a quota 15 punti ( 14esimo posto) cercano i 3 punti per l’aggancio al Sassuolo a quota 18 punti ( dodicesimo posto ), preceduti dal Torino a quota 17 ma con lo specchietto retrovisore che non allarma visto che lo Spezia, ad un punto dalla zona retrocessione, dista 4 punti ( quota 11 ).

Allenatori a Confronto, Sarri vs Gotti

Il tecnico toscano sorride in entrambi casi al contrario di Gotti. Ben 12 sono le partite disputate contro l’Udinese con un bottino di 8 vittorie e 4 sconfitte. 2 vittorie invece contro una sconfitta nei 3 incroci con il tecnico Gotti.

31/08/2014Udinese2:0Empoli
26/01/2015Empoli1:2Udinese
08/11/2015Napoli0:1Udinese
03/04/2016Udinese3:1Napoli
19/11/2016Udinese1:2Napoli
15/04/2017Napoli3:0Udinese
26/11/2017Udinese0:1Napoli
19/12/2017Napoli1:0Udinese
18/04/2018Napoli4:2Udinese
15/12/2019Juventus3:1Udinese (Gotti in Panchina)
15/01/2020Juventus4:0Udinese (Gotti in Panchina)
23/07/2020Udinese2:1Juventus(Gotti in Panchina)

Solo 4 sono invece gli scontri tra Gotti e la Lazio con uno score finale che parla di 2 sconfitte, 1 vittoria e 1 pareggio

01/12/2019 Lazio 3:0 Udinese
15/07/2020 Udinese 0:0 Lazio
23/11/2020 Lazio 1:3 Udinese
21/03/2021 Udinese 0:1 Lazio

Società a Confronto

Quella di Giovedì sarà il 96esimo incrocio tra le due squadre con la Lazio che porta a casa la vittoria per 45 volte contro le 27 sconfitte e i 23 pareggi. Negli scontri avvenuti solo in Serie A Tim la storia non cambia, 84 match: 39 vittorie biancocelesti, 25 bianconere e 20 pareggi.

Nelle 42 partite giocate in Serie A, tra le mura dell’Olimpico di Roma, i biancocelesti portano a casa i 3 punti per 22 volte, 8 sono i punti negli 8 pareggi e 12 sono le sconfitte tra le quali spicca quella del 29/11/2020 persa per 3 a 1.

Seguici su Facebook!
Continue Reading

News

Pistocchi su Sarri e la Lazio: ” Si pretende senza guardare la rosa”

Published

on

Maurizio Pistocchi fa un riassunto di tutto rispetto ai microfoni di TMW riguardante l’arrivo di Sarri alla Lazio e l’attuale gestione del modulo che fino ad ora ha portato dei risultati negativi nelle trasferte biancocelesti.

“La Lazio dopo 14 giornate ha gli stessi punti dello scorso anno. Il rendimento non è così peggiorato così come qualcuno vuole far credere. Ci si aspettavano delle cose da lui, forse senza guardare la rosa. Quando cambi mentalità e idea di gioco devi avere pazienza. E la società ha ben capito questo. La Lazio veniva da un lungo tempo con Inzaghi. Il passaggio dalla difesa a 3 a 4 comporta dei cambiamenti. Io non mi aspettavo molto di più. Penso che sia un normale periodo di apprendimento. Probabilmente la Lazio tornerà, anche col mercato di gennaio si migliorerà qualcosa”.

 “Berlusconi difese Sacchi all’epoca. Una società prende un tecnico perché crede nel suo lavoro e lavora con lui per costruire un gruppo vincente. Credo che Sarri, come ha fatto alla Juventus, si adatterà per raggiungere un risultato, ma credo che la Lazio lo aiuterà rafforzando la rosa. Se una società è sana e ha possibilità, può fare una campagna di rafforzamento adeguata. Penso che il lavoro fatto da Sarri a Napoli è sotto gli occhi di tutti. Basti vedere Koulibaly, Jorginho, Higuain, Mertens e i loro numeri. Dopo Maradona, il Napoli più bello tecnicamente parlando è quello di Sarri. L’altra sera l’ho rivisto a quel livello. Vuol dire che è stato fatto un lavoro in profondità che è rimasto. A volte ci si sofferma solo sul risultato”.

Leggi anche:   Lazio-Napoli, Cataldi in conferenza stampa: "Col Napoli partita tosta"
Seguici su Facebook!
Continue Reading

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design