Connect with us

News

Lazio-Juventus, Allegri allenatore della Juventus in conferenza stampa: “Per vincere serve umiltà”

Published

on

Allegri batte Sarri. Una vittoria su un doppio rigore regala alla Juventus la vittoria con molte polemiche. Al termine della gara l’ allenatore bianconero ha commentato il match in conferenza stampa:

Ha ritrovato lo spirito della Juventus?

“Siamo stati bravi e pazienti, non abbiamo concesso praticamente nulla, a parte uno cross nel primo tempo che è passato in mezzo all’area. Abbiamo avuto diverse occasioni. Per noi è un passo, un passettino. Non dobbiamo pensare che ora tutto vada bene, bisogna continuare a lavorare in questo modo, cercare di migliorare. Arriviamo in area tante volte, ma non chiudiamo l’azione e prendiamo il contropiede. Detto questo la squadra ha fatto una bella partita. Bisogna lavorare, migliorare e presentarsi il prima possibile tra le prime quattro”.

La Juventus molto umile, a riprendere bene anche il campo nelle ripartenze. La vittoria di stasera può rimetterla in gioco per un obiettivo più alto del quarto posto?

“Dobbiamo cercare di vincere una partita alla volta. Non è questione di umiltà, ma di rispetto dell’avversario. Lo dico sempre, magari sbaglio. Non ho mai visto una grande squadra vincere trofei con superficialità e supponenza. Perché poi entri nel meccanismo che quando giochi grandi partite, la tensione sale come questa sera all’Olimpico. Poi giochi partite medie piccole e lascia qualcosa. Dobbiamo lavorare e capire il prima possibile che per vincere bisogna avere la mentalità di questa sera”.

Condizioni Danilo? Cos’è che ti ha fatto arrabbiare?

“Danilo non sta bene, si tratta dell’adduttore. Per quanto riguarda il finale di partita, dopo il 2 a 0 c’è il pericolo di un calo dell’attenzione. Rabiot era in terra,  abbiamo giocato una palla con sufficienza e loro sono ripartiti. Sono cose che vanno eliminate, in una gara 2 a 0 all’85’ non ci deve essere né un tiro in porta loro né nostro. A meno che non ci sia un’azione in cui vai a colpo sicuro”.

Tu e Sarri ammoniti insieme?

“Il pallone si è fermato, mi sono arrabbiato con Cuadrado. Giustamente l’arbitro mi ha visto. Non me ne ero accorto, dispiace per il gesto, la tensione si alza. Ho visto che gli ultimi minuti quando siamo in vantaggio, il rischio di abbassare l’attenzione c’è. Bisogna cercare di migliorare lì”.

Cambiamenti tattici?

Leggi anche:   Delio Rossi: "Sono legato ai giocatori che ho allenato nella Lazio"

“Dobbiamo preparare la partita una alla volta, in base all’avversario. Poi con l’infortunio di Danilo, è saltato un po’ il banco. Ho messo Kulusevski, diventava una gara aperta. Con hanno caratteristiche diverse”.

Più dispiaciuto per il forfait di Dybala o per quello di Immobile?

“I trofei se li sono divisi Juventus e Lazio. Era una partita bella, se ci fossero stati Dybala e Immobile sarebbe stata ancora più bella”.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

News

Stadio Flaminio | Onorato risponde a Lotito ” Chiacchiere da bar da 20 anni…”

Published

on

loitito flaminio

Lo Stadio Flaminio tiene banco ancora in casa Lazio con Lotito che ha risposto all’assessore Onorato e quest’ultimo che ribatte ancora.

Io il progetto ce l’ho chiaro, non ho mollato. Ho detto a Cragnotti che questo è l’ultimo tassello che manca a questa Lazio per essere grande. Il progetto è pronto” queste erano le parole di Claudio Lotito nella scorsa giornata.

Alessandro Onorato risponde a Lotito sullo Stadio Flaminio

.“Abbiamo visto Lotito a luglio e ad agosto. La Lazio ha chiesto la documentazione al dipartimento dello sport, che è titolare del bene. Abbiamo mandato tutto tre mesi fa, ma a oggi non abbiamo ricevuto alcun progetto. Il tema è semplice: il Flaminio è in pessimo stato da ormai 15 anni e vogliamo recuperarlo, potrebbe senza dubbio essere la nuova casa della Lazio ma per farlo si dovrebbe parlare meno e fare di più. Servono progetti su cui confrontarsi, se avessimo ricevuto uno studio di fattibilità avremmo seguito l’iter classico con la conferenza dei servizi e tutto quello che ne segue. La Roma a Pietralata sta portando avanti la sua idea concreta di stadio, per cui abbiamo un progetto e un complesso iter avviato con un investimento molto importante, sul Flaminio non abbiamo nulla. Se non arriverà nulla, nonostante le buone intenzioni, dovremo evitare gli errori fatti da chi ci ha preceduto e lo ha lasciato nello stato in cui oggi versa. Rispetto alle chiacchiere del passato, noi siamo pronti”.

Ma si può davvero fare lo stadio della Lazio al Flaminio? A questa risposta ci si arriva solo attraverso la presentazione di un progetto. Senza, sono chiacchiere da bar che a Roma vanno avanti da 20 anni, chiacchiere che ci fanno perdere attrattivi. Pensiamo al fallimento del progetto stadio della Roma: non ha colpito solo la società sportiva, ma la città tutta perché ha fatto perdere fiducia agli investitori”.

Leggi anche:   Mattia Zaccagni: ecco le cifre per blindarlo alla Lazio
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Lazio niente ritiro all’estero: parla Lotito

Published

on

ritiro lazio 12 22 dicembre

Maurizio Sarri alla fine opterà per il ritiro in casa Formello. Non dovrebbe essere più scelta la destinazione della Turchia con il tecnico che non vuole distrazioni. A parlare del ritiro di dicembre è lo stesso Claudio Lotito che però vuole organizzare qualche amichevole estera per tenere alto il passo in Conference League:

È chiaro che Sarri non voglia più muoversi da qui, nemmeno per il ritiro. Mica ha torto. Vedremo di conciliare il tutto nella fase finale di dicembre con le amichevoli all’estero“.

Leggi anche:   Il ritiro della Lazio è sempre più turco, Sarri manda i suoi collaboratori ad ispezionare i campi...
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Intervista

Lazzari nel giorno del suo compleanno festeggia il rinnovo e la ripresa degli allenamenti

Published

on

rinnovo lazzari

Nel giorno del suo compleanno, Manuel Lazzari è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Channel

La Lazio

“Alla Lazio sto veramente bene. È il quarto anno che sono qui, sia io che la mia famiglia, ci troviamo benissimo. Speriamo di rimanere qui a lungo.

Formello e recupero

Oggi sarò a Formello per completare il recupero in vista della ripresa. Questa è una stagione un po’ anomala con il Mondiale in inverno. Abbiamo giocato ogni tre giorni per qualche mese e ciò ha portato via molto sia a livello mentale che fisico. La sosta in tal senso ha aiutato, ma la ripartenza di gennaio sarà comunque un grande punto di domanda. In questo mese di dicembre dovremo lavorare bene per ripartire nel migliore dei modi. Siamo carichi per riprendere da dove ci siamo fermati.

Il nuovo ruolo

Ho voluto imparare il ruolo da terzino anche considerando lo schema della nazionale che ora invece gioca con la difesa a tre (ride n.d.r.). Sono comunque felice di questa nuova posizione, voglio migliorare ancora.

Valorizzazione e Sarri

Quando un calciatore ricopre varie posizioni in campo si valorizza ancor di più. Personalmente, il ruolo di terzino può aiutarmi perché è leggermente meno dispendioso rispetto alla posizione da quinto di centrocampo. Mister Sarri devo solo ringraziarlo.

Rinnovo

Rinnovo? Di solito serve molto tempo per trovare un accordo, io invece ho risolto il tutto con soli due incontri. Questo è un motivo d’orgoglio per me, sono felice della Lazio e credo che il Club lo sia di me. Voglio ringraziare la Società per la fiducia dimostrata. Sono contento di essere qui e di poter lottare ancora con questa maglia.

Compagni genitori

Negli ultimi tempi io e tanti miei compagni siamo diventati genitori, è bello che i nostri figli siano nati in una città bella come Roma.

Milinkovic e Anderson

Con Milinkovic e Felipe Anderson ormai ci capiamo benissimo. Grazie a loro posso anche attaccare con maggiore libertà perché loro che mi coprono le spalle.

Mondiale

Sto seguendo il Mondiale, guardo soprattutto le partite dei miei compagni. È un torneo molto equilibrato, ma credo che il Brasile e la Francia abbiano qualcosa in più rispetto alle altre. C’è il rammarico dell’assenza dell’Italia, ma sono sicuro che si riuscirà a ripartire bene.

Leggi anche:   Beppe Signori: " I tifosi della Lazio valgono più di ogni scudetto"

Milinkovic può calciare di destro e di sinistro, è un calciatore completo. Può giocare in qualsiasi posizione.

Luka Romero

Siamo fortunati di vedere ogni giorno in allenamento Romero. È ancora giovanissimo, ma tra qualche anno sarà un giocatore fortissimo. Deve continuare a lavorare ogni giorno e si toglierà sicuramente molte soddisfazioni. La Lazio ha in casa un ottimo talento.

Tifosi e compleanno

Ringrazio tutti i tifosi per gli auguri e gli dico che devono ancora un po’ di pazienza prima di ripartire. Quando torneremo in campo faremo di tutto per renderli felici. Ci vediamo allo stadio”.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza