fbpx

Lazio, il tuo capitano si infiamma al Dall’Ara: quando Lulic vede Bologna…

Lazio, il tuo capitano si infiamma al Dall’Ara: quando Lulic vede Bologna…

I tori si scatenano alla vista del colore rosso – così si diceva – mentre chissà, le aquile potrebbero avere una genetica avversione per il rossoblu. O magari no, è solo l’aria di Bologna. Perché quando Lulic passa per il Dall’Ara lascia terra bruciata attorno a sé: la sua media, infatti, recita 4 gol in 7 partite nello stadio del Bologna. Una rete ogni 121 minuti, come riporta la rassegna stampa di Radiosei. Lo score è da far invidia pure a certi bomber, ed elegge la squadra emiliana come la sua vittima preferita in Serie A. Anzi, in assoluto, eguagliata (fino ad oggi?) solo dal Bellinzona, trafitto 4 volte quando il bosniaco vestiva la maglia di Grasshopper e Young Boys. A Bologna, tra l’altro, Lulic si è anche sbloccato con la casacca della Lazio, siglando il 23 ottobre del 2011 il primo dei suoi 33 gol in biancoceleste. Il tassello numero uno del puzzle, una rete che gli ha permesso di allontanare critiche e perplessità, diventando quello di adesso: simbololeggendacapitano. Insomma, quando Lulic varca il tunnel degli spogliatoi per scendere su quel terreno di gioco si infiamma, rievocando alcuni tra i più bei ricordi della sua carriera a Roma. Non è tanto l’aria, né il colore rossoblu. Il segreto alla fine potrebbe stare tutto lì.