Lazio fuori dalla Coppa Italia? Sti Caz*i, tutti ci temono, è quello l’importante

A mente fredda ma anche a mente calda, alcuni di noi non sono incazzati per come è andata ieri. Il destino e un po’ massa ci hanno fatto un piccolo scherzetto che vale l’uscita dalla Coppa Italia 2019-2020.

Una Lazio bella a prescindere da alcuni errori fatali ma che dopo svariate settimane di bel tempo possono arrivare. Un errore madornale di Massa che giudica da giallo un fallo di Leiva ma che porta il giocatore a farsi espellere giustamente per insulti plateali all’arbitro ( Giacomelli inside?), un campo dove sia biancocelesti che napoletani portava a scivolare ( Immobile il più sfigato) per non parlare dei pali e dei fuorigioco millimetrici ( anche dall’altra parte sia chiaro). Niente scuse tutti ci temono. Basti vedere come nelle ripartenze biancocelesti, i partenopei arrivavano ad avere una linea difensiva composta da sei elementi con Insigne che addirittura occupava la fascia del terzino sinistro. Un gioco catenacciaro di Gattuso che ha voluto difendere il gol fortunato dal secondo minuto di gioco e poi le statistiche parlano da sole.

Leggi anche:   Wallace SFortuna, il difensore floppa anche allo Sporting Braga

Si era un obiettivo principale quello della coppa ma l’accesso alla Champions con 7 punti di vantaggio dalla quarta in classifica è ancora realtà. Ricordiamoci come la Lazio ha asfaltato la Juventus per due volte di seguito sia in campionato che in finale di Super Coppa. Non conta avere Ronaldo in squadra quando tu dalla tua parte hai giocatori che si conoscono a memoria e giocano un ottimo calcio. Niente alibi e niente rammarichi. La strada è ancora lunga ed in salita ma la Lazio ha dimostrato di esserci anche con i vari Jony, Patric, Cataldi e senza Leiva e Luis Alberto o lo stesso Correa nelle partite precedenti.

Leggi anche:   Francesco Acerbi, si attendono gli esami strumentali. Ancora out contro il Bologna e forse Atalanta?

Basti vedere il nuovo gemellaggio non scritto tra Romanisti-Juventini e Napoletani. Quando crei questi terrori da dover costringere gli altri a tifare per i nemici solamente una cosa vuol dire: HANNO PAURA DELLA LAZIO!

E fanno bene, perchè la Lazio c’è sia nella sconfitta che nella vittoria, la Lazio è viva, la Lazio gioca, la Lazio vince anche fuori dal campo. Ora testa al derby che sinceramente può contare anche zero, l’obiettivo è tutt’altro ed in parte anche centrato: la Lazio sta facendo un campionato stupendo!

Leggi anche:   Lazio-Bologna i dati dalla biglietteria ed il rischio trasferta vietata