Connect with us

News

Lazio alla camomilla

Published

on

CAVANDA
Si è chiuso un 2013 drammatico, sportivamente parlando, per i colori biancocelesti in trasferta. Il primo ostacolo di un 2014 che Reja vuole far partire da subito con un passo diverso risulta però essere un Bologna in grande difficoltà. La Lazio ritrova sulla panchina avversa Ballardini, tecnico-fantasma di una stagione disastrata, quella che diede proprio all’attuale allenatore dei capitolini la possibilità di legarsi ai colori della prima squadra della città eterna.

INTEGRAZIONE DEI GIOVANI – Reja inizia a lavorare con i giovani e, spinto anche da Bollini, lancia Felipe Anderson nell’11 titolare. Il terzo investimento dell’era Lotito, come soldi spesi, si ritrova accanto ad Hernanes e Candreva per sostenere l’unica punta Klose. Diamanti in appoggio ad un altro ex della gara, Bianchi, è la soluzione scelta invece da Ballardini.

BALLARDINI ERGE UNA MURAGLIA – Il Bologna in fase difensiva si chiude a riccio in un 5-4-1 che richiede alla Lazio una giocata per sbloccare la gara. Il leit-motiv è questo: felsinei bloccati ed eventualmente pronti a ripartire con i tre-quattro uomini pericolosi. Di fatto il tutto produce due tiri dalla distanza di Diamanti bloccati da Berisha e ben poche altre emozioni.

BERISHA SICUREZZA MA CHE FATICA DALLA TREQUARTI – L’occasione per farsi notare, per il portiere biancoceleste, arriva su un buco di Lulic che porta Garics a servire Bianchi al limite dell’area piccola, colpo di tacco del numero 9 e straordinario riflesso dell’estremo difensore. Offensivamente la Lazio non produce niente di rilevante, eccezion fatta per qualche cross. Una sofferenza figlia del disagio tattico di Candreva e di quello psicologico di un Felipe Anderson impalpabile. Il primo tempo è tutto qui.

L’ECTOPLASMA FUORI, BOLLINI INCIDE – Lavora il vice di Reja nell’intervallo quando richiama al suo fianco, taccuino verde alla mano, Keita ed Ederson. Il prima entra subito. Serve concretezza in una partita unicamente fisica per i primi 45 minuti. L’ectoplasma Felipe Anderson finisce così in panchina. La Lazio alza il ritmo lentamente ma alla fine produce un solo unico spavento su uno scivolone di Natali che rischia l’autogol.

IL DOMINIO STERILE DELLA LAZIO. KLOSE SCIUPA, KONE SFIORA IL PALO – Le redini del gioco passano comunque dalla parte capitolina. Keita incide, Lulic anche. I due su quella fascia alzano i ritmi più del resto della squadra e di fatto costruiscono la manovra che portano sull’altro versante Candreva al cross per Klose: il tedesco sciupa clamorosamente e viene consolato dal giovane numero 14 entrato nella ripresa. E’ un dominio sterile che porta supremazia territoriale, ma di fatto porta alla conclusione solo il Bologna con Christodopoulous che impegna a terra Berisha e Kone che sfiora la marcatura. Gli spazi fano gola ai felsinei, la Lazio mette il folle.

Leggi anche:   Nicolò Casale e le prime parole in biancoceleste: " Ho realizzato il mio sogno..."

UN PAREGGIO SCIALBO – Si chiude senza altre emozioni la sfida del Dall’Ara. La Lazio di Reja annoia, il Bologna di Ballardini idem. Ne esce una partita dove ai punti lo 0-0 è il risultato più giusto. Nessuno merita il gol in una partita dove tante, troppe cose sembrano frutto del caso.

VINCERE IN TRASFERTA, SERVE DI PIU’ – Servirà più cinismo ma anche più ordine e brillantezza alla compagine capitolina per andare a vincere sui campi italiani. Oggi, avesse segnato Klose, avremmo assistito ad un replay della sfida contro l’Inter. Troppo poco per costruire una rimonta. Al lavoro.

CITTACELESTE

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Calciomercato Lazio

Divorzi romanisti: Totti-Ilary, Zaniolo-Roma

Published

on

Una giornata all’insegna degli addii e dei divorzi nella Capitale sponda giallorossa con i media di gossip che stanno scoppiando per un presunto divorzio tra Totti e Ilary Blasi. Noi possiamo solo dire: ma sticazzi?

Sticazzi anche su come Zaniolo stia lasciando Trigoria con la Juventus sempre più in pressing per l’attaccante giallorosso. Un’operazione che non dovrebbe superare i 40 milioni di euro contro i 50 sparati dal presidente giallorosso. Oh na cifra sopravvalutato americà!

L’indizio che porta Niccolò fuori dalla Capitale, oltre alle scuse per il suo comportamento al derby e per le frasi nella festa della Conference League, è anche quello della scena muta fuori dai cancelli con tanto di insulti da parte dei tifosi che trovate qui.

Leggi anche:   Romagnoli-Lazio: domani l'ufficialità?
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

L’arrivo di Romagnoli spinge Acerbi verso il Monza o Juventus

Published

on

Un calciomercato quasi da 7 in pagella per Claudio Lotito con le promesse fatte a Maurizio Sarri in fase di realizzazione ( come Alessio Romagnoli ). Con l’arrivo dell’ex Milan, Francesco Acerbi potrebbe partire già nella prossima settimana se non questa. Nella giornata di ieri, sembrerebbe che Galliani si sia messo in contatto con il presidente biancoceleste per portare il leone con il Monza. Lo stesso ds portò il numero 33 al Milan.

Una posizione sempre più da separato in casa con il reparto che è passato da in emergenza a strapieno. L’altra destinazione potrebbe essere quella Juventina dove si cerca una toppa nel reparto in caso partisse un big.

Leggi anche:   Tatuaggi Ciro Immobile: una passione con tanti significati precisi
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Calciomercato Lazio

Romagnoli-Lazio: domani l’ufficialità?

Published

on

La telenovela su Alessio Romagnoli sta per terminare. Il giocatore, secondo fonti vicine, ha un appuntamento in Paideia domani alle ore 8.00 circa. Il difensore biancoceleste firmerà un contratto di 5 anni per 2,9 milioni di euro più bonus. Una trattativa che ha trovato l’accordo anche tra la Lazio ed il procuratore dell’ex milanista per quanto riguardano le commissioni.

Finalmente la Lazio avrà un nuovo numero 13 in difesa con l’amore per questi colori. L’ultimo ad onorare la maglia prima della cessione per ovvi motivi, è stato Alessandro Nesta. Ultimo step dunque prima di raggiungere i suoi nuovi compagni ad Auronzo Di Cadore.

foto arrivata da Twitter

Leggi anche:   L'arrivo di Romagnoli spinge Acerbi verso il Monza o Juventus
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design