La moviola della quarta giornata di Serie A

Come ogni giornata di campionato arriva puntuale la moviola di Since1900 per vedere le prestazioni arbitrarie dei match conclusi

FABBRI (Cagliari-Atalanta) : manca un calcio di rigore al Cagliari per il fallo di Berisha in uscita su Joao Pedro; il calcio di rigore assegnato all’Atalanta non c’è perché il fallo di Pisacane su Gomez avviene fuori area, era semplice calcio di punizione diretto, l’esecuzione del rigore è regolare
IRRATI (Sampdoria-Milan) : corretto assegnare un nuovo calcio di punizione alla Sampdoria per il fallo di mano in barriera di Lapadula su punizione di Muriel e giusto il giallo per Lapadula, ma la segnalazione corretta arriva dall’assistente perché Irrati sulla battuta del calcio di punizione di Muriel si posiziona malissimo, in linea con la barriera, cosicché non può vedere l’allargamento del braccio perché non ha la profondità; il fallo di Linetti su Suso avviene fuori area, ma bisognava fischiarlo e assegnare un calcio di punizione diretto, anche l’addizionale Russo poteva aiutare Irrati e non lo ha fatto; annullato un goal alla Sampdoria per fuorigioco attivo di Barreto sulla rete di Torreira, ma l’assistente sbaglia perché Barreto era tenuto in gioco da Montolivo e quindi la rete era regolare; corretto non assegnare il calcio di rigore al Milan sul contatto Pereira-Niang, poiché è quest’ultimo che va a contatto con Pereira; manca un netto calcio di rigore al Milan per fallo di Pereira su Bonaventura, Pereira avrebbe meritato anche il giallo; corretto annullare la rete di Muriel perché controlla volontariamente col braccio prima di tirare, giusto anche il conseguente giallo; manca un calcio di rigore alla Sampdoria per la trattenuta continuata di Locatelli su Torreira.Anche l’addizionale Orsato poteva aiutare Irrati e non lo ha fatto.
TAGLIAVENTO (Inter-Juventus) : non viene fischiato un fallo di Murillo su Dybala, l’azione continua e non viene fischiato un fallo di Sandro su Murillo, l’azione continua e Mandzukic lancia a rete Khedira fermato in fuorigioco che non c’è, perché era tenuto in gioco sa Santon; c’è il fallo di mano di Joao Mario che toglie così il pallone ad Asamoah, ma Joao Mario andava anche ammonito perché la dinamica del gesto denota un evidente comportamento antisportivo; sul fallo di mano di Lichtsteiner invece fa bene Tagliavento a fischiare senza ammonire, perché lo svizzero fa di tutto per togliere il braccio e non ci troviamo in una situazione di promettente azione d’attacco; ammonito Medel per fallo su Sandro, ma il fallo in realtà lo aveva commesso D’Ambrosio; corretto non assegnare il calcio di rigore alla Juventus sul contatto Murillo-Mandzukic perché si strattonano entrambi; manca un calcio di rigore all’Inter per il fallo di Chiellini su Icardi, il difensore tiene per il collo Icardi con la mano; giusto il primo giallo mostrato a Banega per proteste, giusto anche il secondo giallo perché interviene in maniera scomposta su Sandro
PAIRETTO (Udinese-Chievo) : Cesar finisce a terra in un contatto con Zapata, l’arbitro ferma il gioco e riprende con una propria rimessa, ma avrebbe dovuto assegnare un calcio di punizione al Chievo e ammonire Zapata che allarga il braccio in maniera esagerata; Pairetto non vede due falli in successione di De Paul su Cacciatore, anche perché segue l’azione troppo da vicino e non affonda la diagonale, meritava anche il giallo De Paul; manca un calcio di rigore al Chievo per la netta trattenuta di Danilo su Floro Flores, anche l’addizionale Saia avrebbe potuto aiutare Pairetto e non lo ha fatto
DOVERI (Napoli-Bologna) : corretto il rosso diretto a Krafth per il fallo su Zielinski, perché ci si trova in una chiara occasione da rete e quindi Krafth è colpevole di condotta gravemente sleale (l’intervento è disonesto, ma ricordiamo che anche se si fosse trattato di un intervento onesto satebbe stato comunque corretto il rosso diretto perché il fallo avviene fuori area, dove la condotta gravemente sleale viene punita sempre col rosso a prescindere dal fatto che ci sia tentativo di arrivare sul pallone o meno)
CELI (Crotone-Palermo) : lancio di Palladino per Falcinelli che viene messo giù in area da Rajkovic e dal portiere del Palermo, ma molto bravo Celi a non assegnare il calcio di rigore e a concedere il vantaggio perché nell’immediato arriva Trotta e segna
MARESCA (Lazio-Pescara) : corretto annullare la rete di Immobile, in fuorigioco sul calcio di punizione battuto da Cataldi; c’è il calcio di rigore assegnato al Pescara per fallo di Bastos su Caprari, giusto anche il cartellino giallo per il difensore angolano, l’ esecuzione del calcio di rigore è regolare; sugli sviluppi di un calcio di punizione battuto da Cataldi manca un calcio di rigore alla Lazio perché Campagnaro colpisce Radu con un pugno, oltre al calcio di rigore Campagnaro avrebbe dovuto ricevere il cartellino rosso diretto.
GAVILLUCCI (Sassuolo-Genoa) : corretto annullare la rete del Genoa per spinte di Burdisso e Pavoletti; netto il calcio di rigore assegnato al Sassuolo per fallo di Pavoletti su Defrel, giusto anche il giallo, esecuzione del rigore regolare; giusto il giallo mostrato a Veloso per fallo su Matri, Veloso dice poi qualcosa di troppo a Gavillucci e si becca il rosso diretto
RIZZOLI (Fiorentina-Roma): Manca un calcio di rigore alla Roma per fallo di Tomovic su Dzeko, era da annullare la rete di  Badelj perchè Kalinic, che si trovava in fuorigioco, è nel cono visivo del portiere che a causa della posizione di fuorigioco del giocatore, non vede partire il pallone.
CHIFFI ( Torino-Empoli): nulla da segnalare
Leggi anche:   Genoa-Lazio. Le parole di Adam Marusic in stile AM77