Connect with us

News

La Lazio non fa male

Published

on

PEREA
All’Olimpico, nel giorno di Piola, la Lazio manca unameritata vittoria ma acquisisce nuove certezze. La gara è sempre in mano ai padroni di casa che, complice un po’ di sfortuna ed una Fiorentina arroccata in difesa, manca solo la rete. Ed ora la sosta che consentirà al mister di recuperare qualche prezioso elemento dall’infermeria.

PRIMO TEMPO – All’inizio del match la Lazio ricorda il mito di Silvio Piola, nel centenario della sua nascita e scende in campo con la maglia celebrativa. La Nord, invece, celebra il mito con questo striscione: “Cent’anni di storia… auguri irraggiungibile Silvio Piola”. La formazione in campo non rispecchia le indicazioni della vigilia dato che Petkovic decide di confermare la stessa formazione che ha giocato in Turchia, solo tre giorni prima. Dunque niente turnover e niente vecchie certezze, spazio al nuovo corso che nei primi minuti sembra ben funzionare. Al 12’ proprio Perea sfiora la rete del vantaggio biancoceleste: errore dalla trequarti di Pizarro che favorisce l’avanzata del Perea il quale però, da solo dinanzi a Neto, angola troppo il tiro con il risultato che la palla si perde sul fondo. Al 17’ sale in cattedra Hernanes che, da posizione defilata, chiama Neto alla respinta con i pugni. Al 24’ sempre il profeta è protagonista con una punizione dalla lunetta, che lambisce il palo alla sinistra dell’estremo difensore avversario. Al 34’ grandissima azione di prima della Lazio con Perea, Hernanes, Candreva i quali, in un fazzoletto di terreno, si scambiano più volte la sfera, meritandosi gli applausi scroscianti di tutto l’Olimpico. La Lazio del primo tempo gioca bene però non trova il meritato vantaggio.

SECONDO TEMPO – Nel secondo tempo gli stessi undici della prima frazione di gioco. La primissima occasione però è viola con Ciani che, nell’occasione, rimedia anche un ammonizione. Al 50’ è ottima l’intesa brasiliana fra Hernanes e Felipe Anderson con quest’ultimo che crossa per la testa di Perea, conclusione che però si perde lontano dallo specchio. Al 58’ scatta l’ora di Sergione Floccari che rileva proprio Felipe Anderson il quale, al momento della sua uscita dal campo, riceve gli applausi di tutto l’Olimpico biancoceleste. Al 60’ punizione insidiosissima di Giuseppe Rossi che Marchetti respinge con i pugni. In questo secondo tempo la partita è molto più equilibrata con la Fiorentina che occupa maggiormente la metà campo della Lazio. Al 66’ però ecco di nuovo i capitolini tutti in avanti: Floccari e Perea fraseggiano con il n.99 che scaglia un sinistro ad incrociare che Neto devia in angolo. Poco dopo è la volta di Lulic, contenuto anche lui in angolo ma questa volta da Gonzalo Rodriguez.Al 71’ invece Hernanes scaglia un gran destro centrale che Neto respinge con i pugni. Dieci minuti dopo un’altra conclusione da lontano del solito Candreva che sembra insaccarsi ma che si perde sul fondo. Al 88’ altra ancora i laziali: cross di Hernanes per Floccari, appostato sul primo palo, ma proprio sul più bello la viola riesce a disinnescare il pericolo in angolo. Fino al novantesimo è un assedio laziale ma niente, il fortino ospite resiste e la partita dell’Olimpico termina a reti bianche.

Leggi anche:   Lazio niente ritiro all'estero: parla Lotito

Una gara condizionata sicuramente dalla stanchezze di coppa di entrambe le squadre. La Lazio però non raccoglie il meritato bottino pieno ma acquisisce nuove certezze: la linea giovane funziona; Felipe Anderson c’è, cosi come Perea e poi può sempre contare sul suo profeta che anche stasera ha dimostrato al pubblico dell’Olimpico di essere ancora quel giocatore che ha sempre entusiasmato. C’è amarezza per la vittoria sfumata ma mister Petkovic, anche con i rientri illustri dall’infermeria, può guardare con ottimismo al futuro.

Marco Savo

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement

News

Ritiro Lazio: spunta nuovamente la Turchia

Published

on

ritiro lazio

Nella rassegna stampa di Radiosei, si parla come la Lazio potrebbe andare in Turchia per il ritiro invernale. Nelle passate ore, Claudio Lotito aveva parlato di un ritiro a Formello con qualche amichevole estera per mantenere alto l’allenamento dei giocatori in vista della ripresa di Gennaio. Manca l’ufficialità per quanto riguardano le date e le amichevoli della rosa di Maurizio Sarri.

Sembrerebbe che la zona, in caso di partenza, sia quella di Antalya. Sembrerebbe che il Team Manager biancoceleste, Derkum, sia volato nella terra turca per un sopralluogo dei campi. La Lazio dovrebbero fermarsi tra i 7 e i 10 giorni giocando 2 partite con una terza prevista da un’altra parte.  Una zona dove il clima non è freddo e gli uomini del tecnico toscano troveranno circa 20 gradi.

In caso si confermasse invece il ritiro in casa Formello, i 3 match amichevoli dovrebbero essere sempre giocati in giro per l’Europa. Si attende solamente l’ufficialità sulla scelta.

 

Leggi anche:   Sarri sorride: tutti gli infortunati sono stati recuperati
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Maneskin vs Lazio: la società risponde a Damiano dopo lo sfottò della fan con la maglia della Lazio

Published

on

maneskin lazio

Nell’ultimo concerto dei Maneskin avvenuto a Philandelphia, c’è stata una rissa. Damiano per stemperare gli animi ha attaccato la Lazio ed una sua fan che indossava la maglia biancoceleste tra le prime file degli spettatori. Tramite il suo profilo Twitter ha sottolineato come la cosa peggiore della Rissa fosse stata la maglia della Lazio indossata proprio dalla sua fan, scatenando uno sfottò sull’ultimo derby della Capitale.

Non poteva mancare la risposta della Lazio tramite il profilo Twitter citando proprio una loro canzone Zitti e Buoni:  «Sai com’è… – Cit.».

 

Leggi anche:   Maneskin vs Lazio: la società risponde a Damiano dopo lo sfottò della fan con la maglia della Lazio
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

News

Il regalo della Lazio a chi ha sottoscritto l’abbonamento Tribuna Tevere Top

Published

on

lazio tribuna tevere top

La S. S. Lazio ha organizzato due giornate dedicate ai tifosi biancocelesti che hanno sottoscritto per questa stagione l’abbonamento in Tribuna Tevere Top.

Domani venerdì 2 dicembre e sabato 3 dicembre, questi abbonati potranno farsi fotografare insieme al nostro simbolo vivente, l’aquila Olympia, con il suo falconiere Juan Bernabé.

Queste indimenticabili foto potranno essere effettuate:

– venerdì 2 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 21:00 presso il Centro Commerciale Roma Est all’interno dello spazio antistante il Lazio Style 1900 Official Store;

– sabato 3 dicembre dalle ore 10:00 alle ore 19:00 nella piazzetta di via della Mercede, accanto al Lazio Style 1900 Official Store di via di Propaganda 8A.

Sarà sufficiente esibire il proprio abbonamento di Tribuna Tevere Top per poter usufruire gratuitamente del servizio e scattare la foto con Olympia.

Vi aspettiamo!

Leggi anche:   Lazio niente ritiro all'estero: parla Lotito
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor


Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza