Connect with us

Lazionali

La carriera di Miroslav Klose : FOTOGALLERY

Published

on

Ecco la storia fotografica di Miro Klose, centravanti della Lazio e della Germania. L’attaccante tedesco nell’ultima sfida per le qualificazioni Mondiali contro la selezione austriaca ha realizzato il suo gol numero 68, raggiungendo in testa alla classifica “all time” Gerd Muller, altra leggenda del Bayern Monaco e della nazionale

La nascita del fuoriclasse

La nascita del fuoriclasse

La carriera del giovane Miro Klose inizia la sua avventura calcistica nelle giovanili del Blaubach, squadra del piccolo paese che conta appena 500 abitanti, nella regione della Renania. Le prestazioni del giovane Miro attirano l’attenzione dei dirigenti del  Homburg, club che  milita nella Regionalliga Sud-West nel campionato dilettanti.

Primi passi da calciatore nella squadra del suo paese.

Primi passi da calciatore nella squadra del suo paese.

Il salto nei dilettanti, con la maglia del Homburg. E’ la stagione 1998-99, Klose gioca diciotto partite realizzando un solo gol al Wuppertaler SV, il primo aprile 1999. Sembra un Pesce d’Aprile, ma arrivano i dirigenti del Kaiserslautern, e offrono al centravanti un contratto tra i professionisti.

Con la sua prima squadra  :L'Homburg

Con la sua prima squadra :L’Homburg

Ecco l’arrivo al Kaiserslautern, squadra in cui gioca anche l’attuale ds della Lazio Igli Tare. Miroslav Klose fa il suo esordio in Bundesliga il 15 aprile 2000, contro l’Eintracht Francoforte. L’attaccante entra in campo al 76′ al posto di Petterson. Ma nella stessa stagione la giovane punta gioca anche con la seconda squadra del Kaiserslautern che gioca nei dilettanti, segnando 11 gol in 36 partite. L’anno successivo arriva la consacrazione in prima squadra: 29 presenze in Bundesliga e 11 reti. Segna la sua prima doppietta della carriera all’Amburgo. ha già segnato contro il Werder Brema, segnerà ancora un’altra doppietta contro l’Herta, poi va in gol contro il Bochum e Unterhach.

L'arrivo al Kaiserlautern

L’arrivo al Kaiserlautern

Dopo cinque stagioni, 146 partite e 52 gol, Miro Klose lascia il Kaiserslautern per vestire la maglia del Werder Brema. Con la maglia dei biancoverdi segna in tre anni – dal 2004 al 2007 – 63 gol in 132 partite.

Klose al Werder Brema

Klose al Werder Brema

Arriva il definitivo salto di qualità al Bayern Monaco dove segnerà 53 goal in 154 partite. Notti di Champions e prove generali in vista del Derby contro la Roma

Con la maglia del Bayern Monaco

Con la maglia del Bayern Monaco

 

Due fuoriclasse : Klose e Ribery

Due fuoriclasse : Klose e Ribery

 

Prove generali di Derby capitolino : Klose castiga la roma in uno dei suoi consueti tracolli internazionali

Prove generali di Derby capitolino : Klose castiga la roma in uno dei suoi consueti tracolli internazionali

Le sue gioie maggiori le ottiene con la maglia della Nazionale. Con la Germania eguaglia il record di Gerd Müller con 68 reti. A un passo anche al record di goal nei campionati del Mondo, a una sola rete da Ronaldo che ha segnato 15 reti

Riscaldamento con la Germania

Riscaldamento con la Germania

Klose in Nazionale

Klose in Nazionale

Goal alla Grecia nell'ultimo Europeo

Goal alla Grecia nell’ultimo Europeo

Un'esultanza ripetuta in Nazionale per 68 volte

Un’esultanza ripetuta in Nazionale per 68 volte

Quarti di Finale di Germania 2006, Klose segnerà un goal all'Argentina poi battuta ai rigori. Uscirà con l'Italia in Semifinale

Quarti di Finale di Germania 2006, Klose segnerà un goal all’Argentina poi battuta ai rigori. Uscirà con l’Italia in Semifinale

In azione con la sua Nazionale

In azione con la sua Nazionale
Leggi anche:   Lazio-Roma: le statistiche di tutti i derby

Dopo 4 anni col Bayern in cui vince numerosi titoli in patria, lascia la Germania e prova una nuova avventura all’estero. Si libera a parametro 0, tanti lo vogliono, ma lui decide di mettersi in discussione a Roma, nella prima squadra della capitale : La S.S. Lazio. Gran colpo per la Lazio che si assicura le prestazioni del bomber tedesco per i prossimi 3 anni e i risultati non tardano ad arrivare : Una Coppa Italia, 32 reti in 74 gare

Le tradizioni si rispettano, Miro segna ed esulta allo stesso modo anche con la Lazio

Le tradizioni si rispettano, Miro segna ed esulta allo stesso modo anche con la Lazio

Protagonista in Europa League

Protagonista in Europa League

Il secondo goal alla Roma

Il secondo goal alla Roma

La corsa che regala alla Lazio il Derby nel Finale

La corsa che regala alla Lazio il Derby nel Finale

Esultanza sotto la Nord

Esultanza sotto la Nord

Al 93° Klose regala alla Lazio il Derby

Al 93° Klose regala alla Lazio il Derby

Secondo goal alla roma in 3 Derby

Secondo goal alla roma in 3 Derby

Klose tocca la palla con la mano e fa annullare il goal all'arbitro

Klose tocca la palla con la mano e fa annullare il goal all’arbitro

Il trionfo del 26 Maggio

Il trionfo del 26 Maggio

 

 

 

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

Lazionali

Nazionale, lasciano in 5 il ritiro. Immobile verso l’addio!

Published

on

Dopo la disfatta in Italia-Macedonia con gli azzurri ufficialmente fuori dal mondiale del Qatar2022, 5 nazionali lasciano il ritiro prima del match Italia-Turchia. Una partita valida solo per il ranking e utile quanto un culo senza buco.

Gli azzurri che rientreranno nei rispettivi club sono: Insigne, Berardi, Mancini, Jorginho e il nostro Ciro Immobile.

Proprio quest’ultimo, stanco anche dalle critiche ricevute dai tifosi, affossato sempre dalla stampa e la pressione di essere usato come l’unico colpevole della disfatta azzurra, sta meditando di lasciare definitivamente la nazionale italiana. Una decisione che all’età di 32 anni, un campionato europeo vinto e un’altra situazione inversa con la Lazio, lo porterà a pensare solamente alla maglia con l’aquila sul petto.

Indubbiamente e onestamente il capitano biancoceleste non ha reso con il gioco di Roberto Mancini complice anche un centrocampo e un modo di impostare le azioni totalmente diverso da quello che trova nella capitale. Ma se da una parte c’è sicuramente una colpa da parte del numero 17 di non esser stato mai incisivo con la Nazionale, dall’altra ci sono gli altri 10 compagni che hanno giocato con lui. 32 tiri contro la Macedonia tra i quali uno di Berardi a porta vuota ad una velocità di un bradipo azzoppato.

Leggi anche:   Lazio-Roma: le statistiche di tutti i derby
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Lazionali

Ciro Immobile, capitano in Italia-Macedonia?

Published

on

Questa sera si disputerà Italia-Macedonia del Nord con gli azzurri che non dovrebbero scendere in campo ne Chiellini e ne Bonucci, lasciando libero uno slot per la fascia da Capitano.

Come riporta anche la rassegna stampa di Radiosei, Ciro Immobile dovrebbe partire dal primo minuto di gioco e potrebbe indossare la fascia da Capitano. Nella stagione in corso è il capocannoniere della Serie A ( insieme a Vlahovic ) con 21 reti siglate ed ha battuto ogni tipo di record con la maglia biancoceleste superando anche Silvio Piola.

Ma se da una parte alcuni tifosi italiani hanno ancora dei dubbi sul numero 17, dall’altra si hanno certezze con un gioco costruito appositamente su di lui, almeno nella Lazio, che lo porta a rendere nelle finalizzazioni del gioco offensivo.

L’Italia ripartirà questa sera con il suo viaggio che, in caso di superamento dei playoff per la qualificazione al Mondiale, la vedrà con le migliori nazionali del Globo in Qatar 2022.

ITALIA (4-3-3) probabile formazione: Donnarumma; Florenzi, Mancini, Bastoni, Emerson; Barella, Jorginho, Verratti; Berardi, Immobile, Insigne. Ct: Mancini.

MACEDONIA DEL NORD (4-3-3) probabile formazione: Dimitrievski; S. Ristovski, Velkovski, Musliu, Alioski; Ademi, Bardhi, Nikolov; Churlinov, M. Ristovski, Trajkovski. Ct: Milevski. 

Leggi anche:   Lazio-Roma: le statistiche di tutti i derby
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Lazionali

Playoff Qatar 2022: 4 Laziali convocati da Mancini

Published

on

Roberto Mancini ha diramato le convocazioni per i Playoff del Qatar 2022. L’Italia scenderà in campo il 24 Marzo 2022 a Palermo contro la Macedonia cercando il pass vincente per la competizione mondiale. In caso di vittoria contro la Macedonia, gli azzurri dovranno giocare contro la vincente tra Portogallo e Turchia. 4 sono i convocati biancocelesti che cercheranno la convocazione dei 24 al Renzo Barbera di Palermo

l CT Roberto Mancini ha diramato le convocazioni per il playoff Mondiale. L’Italia affronterà il 24 marzo al Renzo Barbera di Palermo la Macedonia per cercare di arrivare a staccare uno degli ultimi pass per Qatar 2022. Se gli Azzurri dovessero vincere contro i macedoni, dovranno vedersela contro la vincente tra Portogallo e Turchia. Per l’occasione il tecnico ha chiamato a sé 33 giocatori: 4 sono della Lazio

I CONVOCATI – Alessio Cragno (Cagliari), Gianluigi Donnarumma (Paris Saint Germain), Pierluigi Gollini (Tottenham), Salvatore Sirigu (Genoa); Francesco Acerbi (Lazio), Alessandro Bastoni (Inter), Cristiano Biraghi (Fiorentina), Leonardo Bonucci (Juventus), Giorgio Chiellini (Juventus), Giovanni Di Lorenzo (Napoli), Emerson Palmieri (Lione), Alessandro Florenzi (Milan), Luiz Felipe (Lazio), Gianluca Mancini (Roma); Nicolò Barella (Inter), Bryan Cristante (Roma), Jorginho (Chelsea), Manuel Locatelli (Juventus), Lorenzo Pellegrini (Roma), Matteo Pessina (Atalanta), Stefano Sensi (Sampdoria), Sandro Tonali (Milan), Marco Verratti (Paris Saint Germain); Andrea Belotti (Torino), Domenico Berardi (Sassuolo), Ciro Immobile (Lazio), Lorenzo Insigne (Napoli), Joao Pedro (Cagliari), Matteo Politano (Napoli), Giacomo Raspadori (Sassuolo), Gianluca Scamacca (Sassuolo) Mattia Zaccagni (Lazio), Nicolò Zaniolo (Roma). 

Leggi anche:   Lazio-Roma: le statistiche di tutti i derby
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design