Keita: “Dispiaciuto per il pareggio, ora pensiamo al campionato. Cori razzisti? Non ho sentito nulla.”

Al termine della partita di ieri sera ha parlato ai microfoni di SkySport Keita Balde Diao, il quale durante il match ha saputo mettere in difficoltà la difesa dello Sparta Praga dimostrando il suo talento compiendo 64 tocchi, due passaggi di tacco, 5 dribbling riusciti e addirittura un tackle.

Nonostante la buona prestazione dei biancocelesti di ieri sera, il risultato non soddisfa:

“Sono contento per la mia prestazione, ma credo che potevamo vincere e di questo sono dispiaciuto”. Il pareggio è comunque un risultato positivo, che permette di guardare con ottimismo alla seconda sfida all’Olimpico: “Da domani dobbiamo pensare al ritorno e alla vittoria per dare una soddisfazione ai tifosi e a noi stessi”. Keita, spesso considerato lo “spacca-partite” per la sua capacità di entrare bene a gara in corso, ha dimostrato di poter essere decisivo pure dall’inizio: “Sono cose che si dicono perché nelle ultime partite ho fatto bene entrando a gara in corso, ma io metto sempre le mie qualità a disposizione e credo di poter sempre aiutare la squadra. Provo sempre a dare il massimo, senza guardare l’età. Se hai talento devi saper far bene a prescindere”. Lo ha fatto sia da centravanti (ruolo occupato dopo l’uscita di Matri) che da esterno d’attacco, con una prova di grande sacrificio anche in fase di ripiegamento: “Il mister ci chiede sempre di attaccare gli spazi, anche perché i loro terzini attaccano molto e soprattutto quando ho giocato sull’esterno sono riuscito a trovare spazi e mettere dentro qualche palla”. Prima di pensare al ritorno contro lo Sparta Praga, la Lazio dovrà però vedersela con l’Atalanta: “Giochiamo partita per partita, non so come mai ci sia questa differenza tra campionato ed Europa. Ma adesso dobbiamo pensare al campionato e poi al ritorno di Europa League”. Poi un commento sugli ululati a Costa: “Io non ho sentito nulla, quando sono in campo penso al campo e mi concentro sul mio gioco e sulle indicazioni del mio allenatore. Non ho sentito nulla”.

Infine esprime il suo pensiero anche su Facebook:

Leggi anche:   Premio Scudetto: Lotito mette le carte in tavola

Pareggio che non ci lascia del tutto soddisfatti perché volevamo la vittoria a tutti costi. Ora bisogna pensare già alla partita di campionato di domenica e poi ancora al ritorno! Grazie a tutti per il supporto che ci avete dato!”.