Connect with us

News

Irraiti da ufficio inchieste. Le parole di Luca Marelli

Published

on

Tramite il proprio blog, Luca Marelli, ex arbitro, ha analizzato l’operato di Irrati durante Lazio-Torino.

MINUTO 2 – “Ecco il primo episodio da rivedere. Marusic entra in area di rigore e viene affrontato da Ansaldi: proteste per la verità molto contenute. Non c’è assolutamente nulla: Ansaldi devia il pallone in calcio d’angolo e solo successivamente, per normale dinamica, entra in contatto con l’avversario ma senza commettere alcuna irregolarità“.

MINUTO 42 – “Il primo errore di Irrati, molto meno lucido del solito. Izzo, ammonito pochi secondi prima per un fallo su Correa, è di nuovo protagonista di un contrasto col medesimo calciatore: Correa salta di netto il difensore del Torino che non trova altra soluzione che frapporsi volontariamente sulla traiettoria dell’avversario. Azione potenzialmente pericolosa, calcio di punizione e cartellino giallo pressoché automatici. La scelta di non fischiare il fallo è conseguenziale al fatto che l’arbitro sapeva che, in caso di sanzione tecnica, avrebbe dovuto espellere il calciatore ammonito trenta secondi prima. Ma questa non è una giustificazione valida: l’errore è chiaro, Izzo doveva abbandonare il terreno di gioco“.

MINUTO 45 – “Il Torino conquista un calcio di rigore in seguito ad un contatto tra Belotti e Marusic. Immagine che non chiarisce nulla ma che è utile per ricostruire la decisione: Irrati sta guardando proprio nella direzione di Belotti e Marusic, indicando il dischetto del rigore senza alcuna esitazione. Il rigore c’è? Molto discutibile la scelta: dal mio punto di vista Belotti accentua molto un contatto leggero, traendo in inganno Irrati. D’altro canto è anche poco scaltro Marusic che, appoggiando entrambe le mani sulla schiena di Belotti, si assume un rischio enorme di dover veder fischiato un calcio di rigore. In queste circostanze il VAR non ha alcuna possibilità di intervento (quest’anno come nella scorsa stagione) poiché un contatto c’è, la visuale di Irrati è totalmente libera, l’entità della spinta è rimessa solo ed esclusivamente all’arbitro. Rigore molto generoso“.

MINUTO 72 – “Il cortocircuito si concretizza nel secondo tempo. Al minuto 72 Acerbi, sulla sinistra dell’area di porta, cerca di tirare in porta ma viene contrastato da Meité. Questo episodio è certamente più chiaro di quello accaduto nel primo tempo ma la decisione è in senso opposto. Difficile trovare spunti che possano essere di avallo alla scelta di Irrati: Meité è in netto ritardo su Acerbi, lo carica da tergo e, di fatto, ne impedisce il tiro a rete sbilanciandolo palesemente. Anche in questo caso il VAR nulla può, trattandosi di una valutazione soggettiva sul quale non può interferire. Detto ciò, quel che emerge è la differenza con l’episodio del primo tempo: se proprio vogliamo vedere un minimo fallo su Belotti, a maggior ragione non ha senso sorvolare su questo episodio“.

Leggi anche:   Valeri e l'amore per la Lazio ma..." Penso solo alla Cremonese, ho chi segue il calciomercato..."

MINUTO 85 – “Irrati fischia un fallo a centrocampo (netto), Marusic gli passa vicino e, presumibilmente, lo insulta. Rosso (di cui dobbiamo fidarci, non sapendo che cosa gli abbia detto)“.

MINUTO 89 – “Acerbi subisce un fallo ed Irrati fischia assegnando una punizione alla Lazio. Meité arriva nei pressi del difensore della Lazio e lo spintona via. Altro rosso (e leggerezza di Meité, proprio sotto gli occhi dell’arbitro)“.

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Piazza della Libertà: la targa per Luigi Bigiarelli

Published

on

targa luigi Bigiarelli

Finalmente è stata svelata la targa in memoria di Luigi Bigiarelli che veglierà i giardini. Dopo tanto tempo, il fondatore della Polisportiva più antica a d’Europa ha il suo meritato ricordo.

Presenti all’evento c’erano Enrico Lotito in rappresentanza della Lazio Women, Roberto Rao (portavoce della Lazio), Antonio Buccioni ( presidente della Polisportiva Lazio ed il falconiere Bernabè.

Leggi anche:   Infermeria Lazio: la situazione non è delle migliri
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Intervista

Gianluca Rocchi contro Sarri: ” Ha esagerato….”

Published

on

rocchi sarri

Gianluca Rocci, l’attuale responsabile della CAN è intervenuto in un incontro in Figc ai microfoni dei media, tornando al famoso Lazio-Napoli e le parole di Maurizio Sarri che si è accanito contro la terna arbitrale.

“Le parole di Sarri? Posso anche accettare che siamo scarsi alla fine è una valutazione tecnica. Pensare a un piano B francamente no. Secondo me il mister a caldo ha esagerato, lo conosco bene è toscano come me e noi toscani debordiamo nelle cose. Per cui la prendo e la metto lì, mi augiro di non sentire più una frase del genere, ma non per noi ma perché mette in crisi tutto il sistema una frase del genere. Francamente ai ragazzi di oggi si può dire tutto, nei limiti ovviamente, ma non che siano ragazzi che vanno in campo con chissà quale retropensiero. Vanno in campo pensando di fare bene, poi in quella situazione a cui si riferiva potevamo fare meglio. Questo è un discorso che abbiamo già valutato e lo sanno anche i diretti interessati. Non mi riferisco a Lazio – Napoli, ma a quella precedente. Detto ciò mi raccomando e raccomando quotidianamente comportamenti di un certo tipo. Come lo raccomando ai miei e se sbagliano pagano, lo ribadisco anche agli allenatori che il momento dopo la partita è il più delicato per loro e per noi. Altrimenti siamo in crisi tutti”,

Dichiarazioni rilasciate anche dal presidente dell’AIA Alfredo Trenalange

“Noi riteniamo inaccettabili queste dichiarazioni”.

Leggi anche:   Ciro Immobile: il comunicato della Lazio sull'infortunio
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Infermeria

Infermeria Lazio: la situazione non è delle migliri

Published

on

infermeria lazio

In vista di Lazio-Spezia Maurizio Sarri dovrà dare un’occhiata all’infermeria della Lazio con alcuni giocatori fermi ai box. Gli assenti di oggi pomeriggio sono stati Immobile, Lazzari e Casale. Oltre loro non si sono visti Milinkovic Savic, Vecino, Gila e Hysaj. Quest’ultimi potrebbero aver avuto un giorno di riposo dopo le loro apparizioni con le rispettive nazionali e dovrebbero essere disponibili già da domani, quando il tecnico comincerà a preparare il match contro i liguri.

Immobile

Ancora fermo ai box dopo l’infortunio rimediato nel ritiro con la Nazionale, il numero 17 si sottoporrà ad ulteriori visite strumentali nella giornata di domani. Il capitano biancoceleste spera di esserci domenica ma bisogna vedere come procede il recupero dalla micro lesione al bicipide femorale.

Situazione Infortunati

Si procede dunque con molta attenzione alla vigilia di un tour de force che riproporrà i giocatori delle partite ogni 3 giorni tra Campionato ed Europa League. In caso che prevalga la prevenzione del bomber biancoceleste, Maurizio Sarri potrà contare su Felipe Anderson o Cancellieri. Uno spostamento che porterebbe Pedro insieme a Zaccagni come attaccanti esterni. In difesa rientra Patric che prenderà posto insieme a Romagnoli. Per quanto riguarda Casale si teme uno stop notevole dovuto allo stiramento di primo grado. Lazzari sembrerebbe in orbita per la convocazione di Domenica ma sarà proprio domani che il tecnico tirerà le somme su chi andrà ad affrontare lo Spezia.

Leggi anche:   Piazza della Libertà: la targa per Luigi Bigiarelli
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Siti Web per Aziende e Privati

Sponsor

Prodotti Amazon S.S Lazio

Offrici un caffè Aiutaci a rimanere Online con una donazione libera





Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design | Sito non ufficiale, non autorizzato o connesso a S.S. Lazio S.p.A. Il marchio Lazio è di esclusiva proprietà di S.S. Lazio S.p.A.