Connect with us

Conferenza Stampa SS.Lazio

Inzaghi nel post gara: Ora testa al derby

Published

on

Inzaghi in sala stampa gongola. Quarta vittoria di fila in campionato, quinta se calcoliamo anche l’ Europa.

Queste le sue parole :

“Ci ho pensato un po’, abbiamo fatto una buona gara, non abbiamo preso ripartenze. Loro sono pericolosi, daranno fastidio a tante squadre”.

Ha fatto tanto turnover, quando l’hai deciso? Sorpreso dalla risposta della squadra?

“No, non penso di aver sorpreso me stesso. Va bene così”.

Ora c’è il derby. Cosa ci dice a riguardo? 

“Prima avevamo Genoa e Udinese, erano complicate come gare, non abbiamo sottovalutato le avversarie, è una vittoria importante per la classifica. Sappiamo che sabato c’è una partita importantissima per noi”.

Quanto è importante vedere la panchina e saper di poter pescare giocatori importanti?

“C’è un grandissimo spirito di gruppo, sono tutti partecipi, è giusto con così tante partite. Ci sono giocatori che mi mettono in difficoltà nelle scelte. Oggi nel secondo tempo abbiamo fatto due gol, poi abbiamo subito su un’ingenuità, aspettavamo il fischio dell’arbitro, con un po’ di attenzione in più avremmo evitato il caos finale e la mia voce ora sarebbe buona (si è presentato svociato, ndr). Cerco di coinvolgere tutti, anche i subentrati delle ultime tre partite hanno fatto sempre bene”.

Le proteste sul gol subìto per cosa sono?

“C’era un nostro giocatore sulla palla, è stato allontanato dall’arbitro, a quel punto ci aspettavamo il fischio. C’è stata la protesta, non so chi abbia ragione ma non dovevamo farci trovare impreparati. Strakosha l’avrebbe presa se non ci fosse stata la deviazione di Badelj”.

Quanto può fare bene il gol a Correa?

“Ha fatto un grandissimo gol, è forte, ha qualità, gli piacciono gli spazi esterni, si sta abituando a giocare dentro il campo, non lo era. Meritava il gol, a Empoli era stato sfortunatissimo, con il Genoa il portiere gli ha fatto un miracolo. È uno che ci dà dentro, ci può dare una grossa mano”.

Radu ce la fa per il derby? Quanto è importante rendere tutti partecipi in una stagione così lunga?

“Per Radu non lo so, valuteremo nei prossimi giorni, ma ciò che conta è lo spirito. Ci ha permesso di ottenere cinque vittorie. Per quanto riguarda la rosa voglio fare soprattutto due nomi stasera, quello di Patric che era all’esordio dal primo minuto e quello di Luiz Felipe, che era fuori dal 18 agosto. Era la partita giusta per rischiarlo, anche per quelle che sono le sue caratteristiche. Ha avuto un principio di crampi e per questo l’ho tolto prima”.

Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement