Inzaghi nel post gara: “Meritavamo di….”

Inzaghi nel post gare di Milan-Lazio

La prima delle due partite di coppa Italia Milan-Lazio,  valide per l’accesso alla finale, si è conclusa con le reti inviolate grazie ad un miracolo di Strakosha e più miracoli di Donnarumma per le file del Milan. Durante il match la Lazio ha recriminato un retropassaggio in aria di rigore ma l’arbitro ha preferito andare per la via della ” non intenzionalità”. A fine gara Inzaghi si è espresso in conferenza stampa.

“Questa sera c’è del rammarico perché avremmo meritato di vincere, ma con i se non si raggiunge nulla. Siamo stati imprecisi e Donnarumma è stato molto bravo quando è stato chiamato in causa. Ora sappiamo che dovremo vincere in casa perché il pareggio non ci basterà. Il Milan ha dimostrato di poter colpire l’avversario da un momento all’altro: dopo esser stati i migliori per gara parte della sfida, infatti, i rossoneri hanno avuto una grande occasione. Luiz Felipe lo scorso anno non giocava a Salerno, è giovane, ed il nostro Direttore Sportivo Igli Tare sapeva che il brasiliano ci avrebbe potuto aiutare. Quest’ultimo non lo conoscevo moltissimo, era un buon prospetto, ma sin dal primo giorno si è presentato con grande voglia e professionalità; questa sera si è ben espresso come del resto tutta la squadra. Sicuramente, avremmo dovuto vincere.

Abbiamo svolto due buone gare contro il Milan, ma c’è rammarico per non averne vinta una: questa sera avrei voluto segnare, ma ora sappiamo che ci aspetterà una battaglia a Roma. Per quanto espresso, per le trame di gioco offerte avremmo meritato di più: mi porto via l’ottima prestazione, nonostante il rammarico per il pareggio.

Qui a Milano abbiamo realizzato solo una rete nelle tre gare disputate questa stagione, ora dovremo pensare a recuperare energie in vista di lunedì. Cutrone si è scusato per quanto avvenuto nel match di campionato, ha visto che il suo gol sarebbe stato da annullare: io gli ho fatto solo complimenti perché sentiremo parlare di lui. Anche oggi, nei 20 minuti in cui ha giocato, ha risollevato il Milan rendendolo pericoloso”.