Connect with us

News

Il Legia non si sente spacciato :” Parcheggeremo il bus davanti alla porta “

Published

on

Il rumore dei nemici. È proprio il caso di utilizzare l’espressione di mourinhana memoria, per indicare le continue parole rilasciate in Patria dai giocatori del Legia. A partire dall’esterno offensivo Kosecki, che al quotidiano Fakt dichiara: “Io credo che la Lazio sia più forte dei rumeni dello Steaua Bucarest. Stiamo parlando di una squadra composta da giocatori di ottimo livello. Ciònonostante, il nostro obiettivo è quello di andare avanti nella competizione, siamo convinti di potercelo permettere. Non mi importa se la Lazio schiererà o meno le seconde linee, non abbiamo analizzato il gioco dei nostri avversari. Siamo concentrati su noi stessi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il portiere Skabe, che domani prenderà il posto tra i pali dell’infortunato Kuciak: Non ci preoccupiamo della Lazio. Pensiamo solo a noi stessi. Se giochiamo bene, possiamo pensare di tornare a casa con dei punti in cascina. Non mi ricordo di aver mai affrontato un giocatore della classe di Miroslav Klose, ma non mi focalizzo solo su un avversario in particolare. Andiamo a Roma per giocare una buona partita e vincere, quindi dobbiamo concentrarci su ciascuno dei giocatori. Il Legia è un club che punta sempre alla vittoria ed in Europa League vogliamo mostrare il nostro lato migliore”.

Virgolettati apparsi sul portale Legia.com.  Non è voluto mancare all’appuntamento con i microfoni di EkstraklasaTv neanche l’esperto Marek Saganowski, terminale offensivo della formazione varsaviana: “Di certo i biancocelesti sono i grandi favoriti, ma non andremo a Roma per esser divorati, non ‘parcheggeremo il bus’ di fronte alla porta. Abbiamo le nostre strategie di gioco e perseguiamo il nostro obiettivo”.  

Allo stesso portale hanno parlato il mediano Furman e l’esterno Kucharczyk, in lizza per essere schierato dal 1’ minuto dal tecnico Jan Urban. Il primo: “La Lazio è la favorita non solo domani, ma in tutta l’economia del gruppo. Nel calcio, però non vale sempre la legge del più forte. Proveremo con coraggio a portare a casa il risultato”.

Si unisce al coro il classe ’91 polacco: “Dopo lo sfortunato epilogo contro lo Steaua, faremo del nostro meglio per destare una buona impressione in Europa”. La Lazio è avvisata.

LALAZIOSIAMONOI

Seguici su Facebook!
Continua la Lettura
Advertisement

News

Tribune senza restrizioni, Laziali secondi in classifica nella nuova normalità

Published

on

biglietti venduti lazio bologna

Riparte finalmente il calcio dove gli spettatori possono finalmente riabbracciare le loro tribune. Dopo un periodo di restrizioni con la normalità che si è riattivata con il campionato in corso della scorsa stagione, i tifosi hanno riempito nuovamente i loro posti per ammirare i loro beniamini.

Nelle ultime ore è arrivata l’ufficialità sulle presenze degli spalti tra Serie A e Serie B con i tifosi biancocelesti che conquistano una classifica particolare sulle presenze della prima di campionato.

Milan-Udinese 70.197 (Serie A)
Lazio-Bologna 44.664 (Serie A)
Juventus-Sassuolo 38.725 (Serie A)
Fiorentina-Cremonese 34.461 (Serie A)
Salernitana-Roma 26.006 (Serie A)
Lecce-Inter 25.353 (Serie A)
Palermo-Perugia 21.835 (Serie B)
Sampdoria-Atalanta 20.047 (Serie A)
Verona-Napoli 16.967 (Serie A)
Parma-Bari 11.459 (Serie B)
Monza-Torino 10.739 (Serie A)
Benevento-Cosenza 9.109 (Serie B)
Ascoli-Ternana 8.456 (Serie B)
Spezia-Empoli 8.360 (Serie A)
Modena-Frosinone 8.109 (Serie B)
SPAL-Reggina 7.489 (Serie B)
Venezia-Genoa 5.263 (Serie B)
Brescia-Sudtirol 4.771 (Serie B)
Como-Cagliari 4.570 (Serie B)
Cittadella-Pisa 2.905 (Serie B)

Leggi anche:   La Classifica dei cannonieri della Lazio di tutti i tempi
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Infermeria

Maximiano salta un turno, torna Casale mentre Pedro…

Published

on

infortunio pedro

Manca ancora qualche giorno per la rifinitura in vista di Torino-Lazio e Maurizio Sarri deve fare i conti con gli assenti. Assente ancora Pedro dopo l’intervento duro ricevuto nell’amichevole contro il Valladolid. Lo spagnolo potrebbe tornare in campo a breve con i compagni ma è ancora da valutare la sua condizione fisica.

Per quanto riguarda invece gli squalificati, torna Casale che ha scontato la prima giornata di Serie A per un a squalifica rimediata nell’ultima partita della scorsa stagione in Lazio-Hellas Verona. Per quanto riguarda il reparto tra i pali, Maximiano dovrà scontare un turno di squalifica per la sua espulsione lampo di Lazio-Bologna. Strada spianata per Provedel tra i pali biancocelesti.

Leggi anche:   Lazio-Bologna: parla Sinisa Mihajlovic
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

News

La Classifica dei cannonieri della Lazio di tutti i tempi

Published

on

lazio bologna immobile

Ciro Immobile conquista la Lazio ed i Laziali conquistando la Classifica dei cannonieri della Lazio. Il partenopeo ha raggiunto 182 gol Segnati in Serie A entrando nel primato ufficiale biancoceleste superando addirittura Silvio Piola con oltre 30 reti di scarto.

Nella classifica marcatori Lazio che andremo a scrivere fra poco, non vi sono le reti siglate prima del 1929, quando la Serie A era suddiviso in gironi con l’Italia divisa .

In questa graduatoria ufficiale, vi sono tutte le reti siglate nella Serie A e B, Coppa Italia, Supercoppa Italiana e tutte le competizioni riconosciute dalla Uefa.

  1. Silvio Piola
  2. Giuseppe Signori
  3. Giorgio Chinaglia
  4. Bruno Giordano
  5. Tommaso Rocchi
  6. Ciro Immobile

Ciro sta vivendo delle stagioni veramente eccezionali con una squadra che lo ha anche aiutato a vincere la classifica marcatori della Serie A più volte ma soprattutto vincere anche una prestigiosa Scarpa D’Oro.

Detentore in solitaria nella marcature in casa Lazio, nelle reti non vengono contate quelle in gare non riconosciute.

La Classifica Cannonieri della Lazio di Tutti i tempi

In questa classifica vi sono molti marcatori che hanno fatto la Storia della Lazio, sia nei momenti belli che quelli di difficoltà.

  1. Ciro Immobile: 183(2016-2022)
  2. Silvio Piola: 159 (1934-1943)
  3. Giuseppe Signori: 127 (1992-1998)
  4. Giorgio Chinaglia: 122 (1969-1976)
  5. Bruno Giordano: 108 (1975-1985)
  6. Tommaso Rocchi: 105 (2004-2013)
  7. Aldo Puccinelli: 78 (1940-1943/1945-1955)
  8. Renzo Garlaschelli: 64 (1972-1982)
  9. Goran Pandev: 64 (2004-2009)
  10. Miroslav Klose: 63 (2011-2016)
  11. Sergej Milinkovic: 58 (2015-2022)
  12. Pierluigi Casiraghi: 56 (1993-1998)
  13. Simone Inzaghi: 55 (1999-2005/2005-2007/2008-2010)
  14. Juan Carlos Morrone: 52 (1960-1964/1966-1971)
  15. Vincenzo D’Amico: 51 (1971-1980/1981-1986)
  16. Pavel Nedved: 51 (1996-2001)
  17. Hernan Crespo: 48 (2000-2002)
  18. Marcelo Salas: 48 (1998-2001)
  19. Stefano Mauri: 47 (2006-2016)
  20. Ruben Sosa: 47 (1988-1992)
  21. Antonio Candreva: 45 (2012-2016)
  22. Humberto Tozzi: 45 (1956-1960)
  23. Enrique Flamini: 44 (1939-1943/1946-1952/1953-1954)
  24. Alen Boksic: 43 (1993-1996/1997-2000)
  25. Anfilogino Guarisi: 43 (1931-1936)

Leggi anche:   Lazio-Bologna: parla Sinisa Mihajlovic
Seguici su Facebook!
Continua la Lettura

Post In Tendenza

Copyright © 2021 Since1900.it, powered by Alemanno Luca Design