Connect with us

News

Il Legia non si sente spacciato :” Parcheggeremo il bus davanti alla porta “

Published

on

Il rumore dei nemici. È proprio il caso di utilizzare l’espressione di mourinhana memoria, per indicare le continue parole rilasciate in Patria dai giocatori del Legia. A partire dall’esterno offensivo Kosecki, che al quotidiano Fakt dichiara: “Io credo che la Lazio sia più forte dei rumeni dello Steaua Bucarest. Stiamo parlando di una squadra composta da giocatori di ottimo livello. Ciònonostante, il nostro obiettivo è quello di andare avanti nella competizione, siamo convinti di potercelo permettere. Non mi importa se la Lazio schiererà o meno le seconde linee, non abbiamo analizzato il gioco dei nostri avversari. Siamo concentrati su noi stessi”.

Sulla stessa lunghezza d’onda il portiere Skabe, che domani prenderà il posto tra i pali dell’infortunato Kuciak: Non ci preoccupiamo della Lazio. Pensiamo solo a noi stessi. Se giochiamo bene, possiamo pensare di tornare a casa con dei punti in cascina. Non mi ricordo di aver mai affrontato un giocatore della classe di Miroslav Klose, ma non mi focalizzo solo su un avversario in particolare. Andiamo a Roma per giocare una buona partita e vincere, quindi dobbiamo concentrarci su ciascuno dei giocatori. Il Legia è un club che punta sempre alla vittoria ed in Europa League vogliamo mostrare il nostro lato migliore”.

Virgolettati apparsi sul portale Legia.com.  Non è voluto mancare all’appuntamento con i microfoni di EkstraklasaTv neanche l’esperto Marek Saganowski, terminale offensivo della formazione varsaviana: “Di certo i biancocelesti sono i grandi favoriti, ma non andremo a Roma per esser divorati, non ‘parcheggeremo il bus’ di fronte alla porta. Abbiamo le nostre strategie di gioco e perseguiamo il nostro obiettivo”.  

Allo stesso portale hanno parlato il mediano Furman e l’esterno Kucharczyk, in lizza per essere schierato dal 1’ minuto dal tecnico Jan Urban. Il primo: “La Lazio è la favorita non solo domani, ma in tutta l’economia del gruppo. Nel calcio, però non vale sempre la legge del più forte. Proveremo con coraggio a portare a casa il risultato”.

Si unisce al coro il classe ’91 polacco: “Dopo lo sfortunato epilogo contro lo Steaua, faremo del nostro meglio per destare una buona impressione in Europa”. La Lazio è avvisata.

LALAZIOSIAMONOI

Leggi anche:   Zaccagni: " Contro la Fiorentina dobbiamo portare in campo l'atteggiamento..."
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement