Il Càceres che non ti aspetti…

Ebbene si… è lo stesso Càceres che non ha brillato nei 6 mesi con la Lazio, lo stesso che con la Cèleste ha conquistato un posto tra le otto migliori nazioni del mondo, lo stesso che ha affrontato CR7, lo stesso che tutti i tifosi della Lazio sperano che metta in difficoltà le decisioni di Mr. Inzaghi. L’augurio generale ovviamente è avere tutti i ruoli coperti, ma che fosse davvero QUESTO Càceres a togliere le castagne dal fuoco?!

Che sia il ruolo diverso che gioca con l’Uruguay, che sia il fatto stesso di giocare per la propria nazione e quindi un senso di appartenenza elevato all’ennesima potenza, di certo c’è che in questo mondiale così pazzo e per niente banale, gli avversari, anche quelli più trascurabili, si stanno dimostrando pericolosi ed imprevedibili, Càceres ha retto bene la pressione e la responsabilità che gli è stata data, con la sua esperienza fuori discussione, ha dimostrato di meritarsi la maglia da titolare con la sua voglia di riscatto e ora dovrà vedersela contro l’attacco francese, contro quel giocatore “ILLEGALE” chiamato Mbappe

Comunque vada questo mondiale, alla Lazio tornerà un difensore che ha ritrovato se stesso in un palcoscenico impegnativo, ricco di pressioni, ansie patriottiche, starà poi a Mr. Inzaghi adattarlo nella difesa a 3 o provarlo come esterno di centrocampo a 5, il fatto di averlo già da inizio stagione è sicuramente un vantaggio, dove può registrare una fase difensiva che ha incassato decisamente troppo nella passata stagione, mantenere la fase offensiva prolifica e risolvere i problemi difensivi, è decisamente l’augurio più grande che il tifoso della Lazio medio si fa a livello tattico facendo affidamento a Simone Inzaghi

Per tutto il resto c’è Lotito