Connect with us

Intervista

De Martino punta il dito fuori dallo spogliatoio

Published

on

Notizie Lazio

 Con la partita di ieri sera la Lazio ha rimediato la settima sconfitta stagionale, complice qualche errore dell’arbitro Fabbri che ha condizionato l’andamento del match.

“Il terzo braccio” di Lotito non ci sta ed interviene ai microfoni del canale Laziale.

“È stata una partita che ha già detto tutto ieri sera. La società è stata molto netta con le parole di ieri del proprio direttore sportivo. Le immagini poi hanno confermato che gli episodi sono più che dubbi, come invece ho letto nei quotidiani di oggi. Le decisioni del direttore di gara hanno pesantemente condizionato la gara. Nel secondo tempo si è giocato ad una porta sola, nonostante un primo tempo così così. Non diciamo che non ci sono colpe, non siamo soliti nascondere i problemi. Una sconfitta che matura anche dal fatto che la Lazio, ripeto, nella prima frazione non ha giocato all’altezza. Ci sono però episodi che ci hanno danneggiato, ieri come in altre gare. Se ne contano più di 10. Ora abbiamo una posizione di classifica che non rispecchia di certo la forza della Lazio, come ha ammesso anche il nostro mister. In Europa League abbiamo espresso le nostre qualità, in campionato in questo abbiamo stentato”. Poi conclude, con un appello rivolto all’ambiente biancoceleste: L’importante ora è rimanere unititi. Siamo visti all’esterno come lacerati, quindi è più facile commettere errori senza troppe pressioni. Dobbiamo dare un’immagine di grande compattezza. I 115 anni di storia devono farsi sentire e adesso dobbiamo mettere da parte le polemiche. I tifosi insieme alla società devono mandare un messaggio forte. Vogliamo rispetto e la Lazio lo merita”.

Leggi anche:   Verso Juventus-Lazio: Immobile vuole la titolarità, Sarri ci pensa
Incrementa le entrate del tuo sito con Ezoic del 50%
Continua la Lettura
Advertisement